Scuole chiuse in via precauzionale a Gualdo Tadino lunedì 26 febbraio

Scuole chiuse in via precauzionale a Gualdo Tadino lunedì 26 febbraioResteranno chiuse le scuole di ogni ordine e grado compreso l’asilo nido ed il centro socio riabilitativo “il Germoglio” in via precauzionale lunedì 26 febbraio a Gualdo Tadino. L’ordinanza è stata emessa dal Sindaco in mattinata, vista stante l’allerta meteo diramata dalla protezione civile che annuncia da domenica prossima un’ondata polare in arrivo (Si attende la perturbazione nevosa denominata “Buran” che investirà l’intera regione umbra con nevicate anche a bassa quota, tra i 400 e i 600 metri). Continua a leggere

Pubblicato in Accade a Gualdo | Contrassegnato | Lascia un commento

“Un’ambulanza medicalizzata h 24 per Gualdo”

“Un’ambulanza medicalizzata h 24 per Gualdo”. A chiederlo Alessia Raponi - LegaEmergenza soccorsi, Alessia Raponi referente di circoscrizione per la Lega, rivendica la necessità di un’ambulanza medicalizzata H24 a Gualdo Tadino. “Lo facciamo – scrive – dopo l’incidente accaduto qualche giorno fa, che ha visto purtroppo protagonista una ragazza di 18 anni, la quale, dopo essere stata investita da una macchina, ha dovuto attendere, sdraiata a terra e sotto la pioggia, circa 40 minuti, l’arrivo dell’ ambulanza. Il pronto intervento nella nostra città, vista anche la mancanza di un pronto soccorso, è una necessità, un’esigenza imprescindibile per migliorare il servizio in regime di emergenza-urgenza. Continua a leggere

Pubblicato in Sanità | Contrassegnato , | Lascia un commento

Prorogate al 26 febbraio le domande per le borse di studio agli studenti iscritti agli istituti di istruzione superiore

Prorogate al 26 febbraio le domande per le borse di studio agli studenti iscritti agli istituti di istruzione superioreL’Ufficio Scuola del Comune di Gualdo Tadino comunica che il termine entro il quale è possibile presentare le domande per le borse di studio destinate alle studentesse e agli studenti iscritti degli Iistituti di Istruzione Superiore, è stato prorogato al 26 febbraio. L’importo della borsa di studio è pari a € 200,00; tale importo potrà essere rideterminato in rapporto al numero totale degli ammessi al beneficio e alle risorse finanziarie disponibili. Continua a leggere

Pubblicato in Accade a Gualdo | Contrassegnato , | Lascia un commento

Assemblea della comunale Avis Adriano Pasquarelli

Assemblea della comunale Avis Adriano PasquarelliSi terrà sabato pomeriggio, a partire dalle 17, l’assemblea della comunale Avis Adriano Pasquarelli presso la sala della sede della III Età in piazza del mercato. Si tratta   di un’assemblea generale importante  nel corso della quale, tra l’altro, sarà annunciata la riapertura della storica sede avisina di via Cesare Battisti, nell’edificio dell’Avis, ristrutturato dopo il sisma del ‘97 e che proprio in questi giorni è tornato ad ospitare l’associazione dei donatori gualdesi. Continua a leggere

Pubblicato in Accade a Gualdo | Contrassegnato , | Lascia un commento

Il Cantico di Antonio Piermatteo di Ettore A. Sannipoli

Il Cantico di Antonio Piermatteo  di Ettore A. Sannipoli

Fig. 1. – Antonio Piermatteo, sei mattonelle con il Cantico delle Creature, maiolica dipinta in policromia, ciascuna cm 15 x 15. Ubicazione ignota.

Consultando il catalogo online di un’asta di arte moderna e contemporanea (Bertolami Fine Arts, Roma, 24 maggio 2017), mi sono imbattuto in «sei piastrelle in ceramica policroma», ciascuna delle quali delle dimensioni di cm 15 x 15 x 1 [Fig. 1], marchiate sul verso «MONINA GUALDO TADINO»,[1] recanti figurazioni ispirate al celeberrimo Cantico delle Creature di San Francesco d’Assisi,[2] datate nella relativa scheda al «1920 circa» e ivi attribuite ad «Aldo Pascucci», sulla base – a quanto si può arguire – delle iniziali «A.P.» leggibili sul recto di ciascuna di esse.[3] A mio giudizio, invece, queste sei bellissime mattonelle in maiolica recano chiara l’impronta stilistica di un altro grande pittore operante in Gualdo Tadino tra gli anni venti e trenta del secolo scorso, vale a dire l’abruzzese Antonio Piermatteo (Ortona, 1902 – Roma, 1958): artista attivo presso la Società Luca della Robbia dal 1925 al 1931 circa e per il quale valgono – si badi bene – le stesse iniziali di nome e di cognome.[4]

L’impianto ‘a cellula autonoma’ di ogni singola mattonella è costituito da un medaglione circolare tangente i quattro lati della stessa, delimitato da una cornice a ‘scaletta’ ed affiancato agli angoli da calligrafici ornati a girali. Tutta la decorazione di contorno al soggetto posto al centro è realizzata ‘par enlevage sur fond bleu’.[5] Le figurazioni centrali sono accomunate, per contro, dall’andamento ‘ad arco ribassato’ del cartiglio svolazzante, arricciolato alle estremità laterali, che solca e scandisce la scena verso la sua mezzeria, e riporta in sintesi alcuni dei versi e delle strofe del Cantico delle Creature.

Il Cantico di Antonio Piermatteo  di Ettore A. Sannipoli

Fig. 2. – Antonio Piermatteo, mattonella con Frate Sole, maiolica dipinta in policromia, cm 15 x 15. Ubicazione ignota.

Si inizia con «FRATE SOLE = CH’È / BELLV E RADIANTE» [Fig. 2] («Laudato sie, mi’ Signore, cum tucte le tue creature, spetialmente messor lo frate sole, lo qual è iorno, et allumini noi per lui. Et ellu è bellu e radiante cum grande splendore, de te, Altissimo, porta significatione»): un sole splendente forse all’alba o al tramonto, coi raggi serpentinati che, ondeggiando, pervadono come lingue di fuoco l’intero campo della raffigurazione.

Il Cantico di Antonio Piermatteo  di Ettore A. Sannipoli

Fig. 3. – Antonio Piermatteo, mattonella con Sora Luna e le Stelle, maiolica dipinta in policromia, cm 15 x 15. Ubicazione ignota.

Ci sono, poi, «SORA LVNA E LE STELLE / IN CELV CLARITE E BELLE» [Fig. 3] («Laudato si’, mi’ Signore, per sora luna e le stelle, in celu l’ài formate clarite et pretiose et belle»): la luna piena s’intravede, candida e inviolata, all’apogeo della scena, mentre gli astri “pretiosi”, dai lunghi raggi argentati, costellano con rarefatta eleganza il firmamento.

Il Cantico di Antonio Piermatteo  di Ettore A. Sannipoli

Fig. 4. – Antonio Piermatteo, mattonella con Frate Vento, maiolica dipinta in policromia, cm 15 x 15. Ubicazione ignota.

Prossimo alla terra è «FRATE VENTO = ET ONNE TEMPO» [Fig. 4] («Laudato si’, mi’ Signore, per frate vento et per aere et nubilo et sereno et onne tempo, per lo quale a le tue creature dài sustentamento»). Un albero spoglio si piega sotto le intense folate d’inverno, ed i suoi rami che si raddoppiano formano configurazioni di una bellezza frattale.

Il Cantico di Antonio Piermatteo  di Ettore A. Sannipoli

Fig. 5. – Antonio Piermatteo, mattonella con Sora Acqua, maiolica dipinta in policromia, cm 15 x 15. Ubicazione ignota.

È poi la volta di «SOR ACQVA / VMILE E CASTA» [Fig. 5] («Laudato si’, mi’ Signore, per sor’aqua, la quale è multo utile et humile et pretiosa et casta»): il raggio puro e sorgivo di una fonte fuoriesce dalla bocca aperta d’un mascherone, che sembra ispirato a quelli antichi della tragedia, e si riversa nel gorgo del bacino sottostante, di un blu intenso e profondo.

Il Cantico di Antonio Piermatteo  di Ettore A. Sannipoli

Fig. 6. – Antonio Piermatteo, mattonella con Frate Fuoco, maiolica dipinta in policromia, cm 15 x 15. Ubicazione ignota.

A questo punto, per antitesi, viene «FRATE FOCV = CH’È / ROBVSTOSO E FORTE» [Fig. 6] («Laudato si’, mi’ Signore, per frate focu, per lo quale ennallumini la nocte, et ello è bello et iocundo et robustoso et forte»): con quelle fiamme calde e serpeggianti che avvolgono e consumano i pezzi di legna da ardere, avviluppando tutto nelle loro spire per donarci energia e tepore.

Il Cantico di Antonio Piermatteo  di Ettore A. Sannipoli

Fig. 7. – Antonio Piermatteo, mattonella con Madre Terra, maiolica dipinta in policromia, cm 15 x 15. Ubicazione ignota.

E infine c’è «NOSTRA MADRE TERRA = CHE / PRODVCE DIVERSI FRVCTI» [Fig. 7] («Laudato si’, mi’ Signore, per sora nostra matre terra, la quale ne sustenta et governa, et produce diversi fructi con coloriti flori et herba»): simboleggiata da un albero rigoglioso con il grosso tronco rigato, che accoglie tra i rami e le fronde, quasi recasse un preziosissimo dono, dei frutti polposi e dorati.

Tutte e sei le mattonelle risultano immaginate e dipinte con grande eleganza e perizia, in stile ‘moderno’, con rimandi alle tendenze artistiche allora prevalenti, dall’Art Nouveau alla Secessione e all’Art Déco. I grafismi sottili, le larghe pennellate, i colori tra loro ben accordati sono quelli tipici di Antonio Piermatteo, che – a mio parere – dovette realizzare questo piccolo capolavoro nel corso della sua attività gualdese presso la Società Luca della Robbia. In alcuni dettagli si possono addirittura evidenziare analogie e parallelismi con l’arte di altri maestri del tempo, anche loro attivi a Gualdo Tadino nella seconda metà degli anni venti: si vedano, tanto per fare un solo esempio, le stelle «clarite e belle» che formano la ‘corte’ della luna, le quali si ritrovano praticamente identiche in un piatto dell’eugubino Aldò Ajò con una scena di predazione notturna.[6]

Considerato l’esplicito riferimento al Cantico delle Creature, potrebbe anche darsi che questa serie di mattonelle sia stata ideata ed eseguita in occasione della Mostra Internazionale Francescana organizzata ad Assisi nel maggio-ottobre 1927, alla quale parteciparono le «Ceramiche “Luca della Robbia”, Gualdo Tadino», come ci assicura il catalogo ufficiale della manifestazione.[7]

Fig. 8. – Antonio Piermatteo (attr.), piatto con l’Arcangelo Raffaele, maiolica dipinta in blu e a lustri metallici, diam. cm 41,5. Gubbio, collezione privata. (Ph. G. Pauselli)

Fig. 9. – Retro del piatto in fig. 8. (Ph. G. Pauselli)

Colgo l’occasione offertami da questa breve nota per segnalare anche un piatto della Società Luca della Robbia, conservato in collezione privata eugubina, che parimenti potrebbe essere attribuito (ma solo in via dubitativa, per il momento) al pennello di Antonio Piermatteo [Fig. 8-9]. Si tratta di un esemplare del diametro di cm 41,5, dipinto in blu e a lustro dorato, nel quale entro un raffinato ed inconsueto decoro ornamentale che si sviluppa sulla tesa, compare nell’ampio cavetto la bella figura a mezzo busto e vista di tre quarti dell’Arcangelo Raffaele, che si staglia su di un prezioso fondo antinaturalistico quadrettato.

Fig. 10. – Francesco Botticini, pala con i tre Arcangeli e Tobiolo, tempera su tavola, cm 135 x 154. Firenze, Galleria degli Uffizi. ALG227141 The Three Archangels and Tobias (tempera on panel) by Botticini, Francesco (c.1446-97); 135×154 cm; Galleria degli Uffizi, Florence, Italy; (add.info.: Les Trois Archanges et Tobie fils;); Alinari; Italian, out of copyright

Per quanto concerne il soggetto centrale, il piatto è molto simile a un altro in collezione privata gualdese, riprodotto nella monografia di Daniele Amoni (2001) come opera di Antonio Piermatteo realizzata nel 1930 circa presso la Società Luca della Robbia.[8] Già è stato giustamente notato che la figura dell’Arcangelo risulta derivare da quella di Raffaele presente in una pala raffigurante I tre Arcangeli e Tobiolo, dipinta attorno al 1470 dal fiorentino Francesco Botticini e conservata ora alla Galleria degli Uffizi [Fig. 10].[9]

Ettore A. Sannipoli


[1] Sulla Monina, azienda costituita nel 1924 per la produzione industriale di mattonelle e piastrelle di ceramica smaltata, cfr. D. Amoni, L’arte ceramica a Gualdo Tadino dal XIV al XXI secolo, Perugia 2001, pp. 293-294. Nel nostro caso alla Monina credo vada attribuito il solo semilavorato.

[2] https://it.wikipedia.org/wiki/Cantico_delle_creature .

[3] https://auctions.bertolamifinearts.com/it/lot/13990/aldo-pascucci-gualdo-tadinoil-cantico-/ .

[4] Sulla Società Luca della Robbia e in particolare su Antonio Piermatteo cfr., tra l’altro: E. Storelli et al., La ceramica a Gualdo Tadino, Gualdo Tadino 1985, pp. 76-77, 79, 106, 120, 168, 180, 182, 187-188; Ceramiche umbre 1900-1940, a cura di G.C. Bojani, Perugia 1992, pp. 17, 46-47, 51; D. Amoni, L’arte ceramica a Gualdo Tadino cit., pp. 184-197; E. Storelli, M. Becchetti, Ceramica pubblica a Gualdo Tadino, s.l. 2006, pp. 18-19, 79, 82-83, 86.

[5] Su questa tecnica, già documentata nella maiolica italiana del Rinascimento, si veda La ceramica umbra al tempo del Perugino, a cura di G. Busti e F. Cocchi, Cinisello Balsamo 2004, pp. 57-58.

[6] Cfr. Aldo Ajò (1901-1982). Ceramiche, a cura di G.C. Bojani e E.A. Sannipoli, Fano 2008, pp. 76, 85. Ajò mise in scena le stesse stelle anche in un lampadario in ferro battuto da lui disegnato per i Maestri del Ferro di Gubbio (cfr. fig. 85 B dell’inedito campionario della manifattura eugubina).

[7] Mostra Internazionale Francescana in Assisi. Maggio – Ottobre MCMXXVII. Catalogo ufficiale illustrato, Perugia s.d, p. 195. A p. 132 del catalogo è presente anche la réclame della «Società Ceramica Luca della Robbia» di Gualdo Tadino.

[8] Amoni, L’arte ceramica a Gualdo Tadino cit., p. 190.

[9] Ibid.

Pubblicato in Ceramica | Contrassegnato , , , , | 6 commenti

L’oratorio di Salmata adotta i bambini del Congo

L'oratorio di Salmata adotta i bambini del Congo540 euro per l’adozione a distanza di tre bambini della comunità di Butembo – Beni in Congo.
E’ il risultato di un progetto promosso dall’oratorio del Santuario Nostra Signora della Salette di Salmata ( Nocera Umbra ) e condotto durante il periodo della festività natalizie. I bambini e ragazzi che frequentano il sabato pomeriggio l’oratorio Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato | Lascia un commento

Burraco di solidarietà per l’UNITALSI

Burraco di solidarietà per l'UNITALSI

Pubblicato in Accade a Gualdo | Contrassegnato , | Lascia un commento

“LE NEOPLASIE IN ETA’ PEDIATRICA” , convegno promossso dai Lions

"LE NEOPLASIE IN ETA' PEDIATRICA" , convegno promossso dai LionsVenerdi 16 febbraio alle ore 17.00 presso il teatro Talia si è tenuto il convegno realizzato dai Lions Club di Assisi, Foligno, Gualdo Tadino – Nocera Umbra, Spoleto con il patrocinio del Comune di Gualdo Tadino sul tema delle neoplasie infantili.
Il Lions Club International per l’anno in corso ha individuato il cancro pediatrico come una delle aree d’intervento nelle quali tutti i Club di tutte le nazioni sono chiamati ad operare. Continua a leggere

Pubblicato in Sanità | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Barbara De Rossi e Francesco Branchetti protagonisti de IL BACIO al Teatro Don Bosco

Barbara De Rossi e Francesco Branchetti protagonisti de IL BACIO al Teatro Don BoscoBarbara De Rossi e Francesco Branchetti questi i protagonisti de IL BACIO di Ger Thijs in scena al Teatro Don Bosco di Gualdo Tadino, lunedì 19 febbraio, alle 21.
Una storia profondamente intrisa di umanità, la storia di un incontro tra un uomo e una donna. Una donna che va alla ricerca del suo destino, un uomo che fa i conti con i suoi fallimenti e con la sua vita. Continua a leggere

Pubblicato in Cultura e Spettacolo | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Fondazione AVSI: “SETTE CERVELLI” al Teatro Don Bosco

Pubblicato in Cultura e Spettacolo | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Corso Olivicoltura anno 2018

Corso Olivicoltura anno 2018Dopo i numeri da record registrati per la partecipazione ai corsi sull’olivo che si sono svolti negli ultimi anni a Gualdo Tadino, la Comunità Montana dell’Alta Umbria e il Centro Provinciale per l’Educazione degli Adulti di Perugia (C.P.I.A. 1 Perugia) hanno deciso di riproporre in collaborazione con la Pro Loco di Rigali un nuovo corso che tratterà degli aspetti storici, culturali, ambientali ma soprattutto economici e produttivi dell’olivo. Il corso consentirà di approfondire conoscenze di botanica, biologia, fisiologia e fitopatologia dell’olivo, pratiche agronomiche di impianto, potatura, cura e manutenzione di un oliveto, tecniche di estrazione dell’olio e di condizionamento e confezionamento oltre che valutazioni organolettiche e classificazione merceologica di un olio di oliva. Continua a leggere

Pubblicato in Accade a Gualdo | Contrassegnato , | Lascia un commento

Continua il calo degli immigrati nell’eugubino-gualdese, i dati del xv censimento Acli

Continua il calo degli immigrati nell’eugubino-gualdese, i dati del xv censimento AcliNell’affollata aula magna dell’IIs Cassata-Gattapone di Gubbio, giovedì 15 febbraio il circolo Acli Ora et Labora di Fossato di Vico ha presentato il XV censimento sugli immigrati residenti nei comuni dell’eugubino-gualdese con l’aggiunta di Nocera Umbra e Valfabbrica. A far gli onori di casa il dirigente scolastico David Nadery che ha accolto positivamente l’iniziativa che si è svolta per la prima volta in una scuola. Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , | Lascia un commento

CAI: Monte Terminillo

CAI: Monte Terminillo

Pubblicato in Sport | Contrassegnato , | Lascia un commento

Visita e Benedizione alle famiglie PASQUA 2018

Visita e Benedizione alle famiglie PASQUA 2018

Programma: Continua a leggere

Pubblicato in Accade a Gualdo | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

“El Bollettino del Venerdì Show”

El Bollettino del Venerdì ShowTerza edizione per lo spettacolo de “El Bollettino del Venerdì Show” in calendario al Teatro Talia sabato 3 marzo, con inizio previsto alle ore 21.30.
Tornano sul palco del Talia la leggerezza scanzonata, la satira e la comicità del Bollettino del Venerdì, insieme alla colonna sonora suonata dal vivo dalla band acustica dei Time Machine e agli ospiti con i quali approfondire diverse esperienze, sia personali, che artistiche e lavorative, grazie alla disponibilità offerta da Emanuele Biscontini, Tiziano Fioriti e Angela Sgaramella. Continua a leggere

Pubblicato in Cultura e Spettacolo | Contrassegnato , , | Lascia un commento

“Guardo avanti”: nuova associazione

“Guardo avanti”: nuova associazione

Si chiama “Guardo avanti”. E’ una nuova associazione presentata martedì pomeriggio nel corso di una conferenza stampa. La presiede Oriano Anastasi, ex sindaco di Valfabbrica. Il vice presidente è l’ing. Mario Tosoni, anche lui residente a Valfabbrica mentre Luciano Recchioni è il tesoriere. La sede è a Gualdo Tadino presso la sede della cooperativa Sopra il Muro. Continua a leggere

Pubblicato in Accade a Gualdo | Contrassegnato , | Lascia un commento

Asta pubblica per la concessione di aree Cimiteriali

Asta pubblica per la concessione di aree Cimiteriali E’ stato pubblicato all’Albo Pretorio On-line e sul Portale Istituzionale del Comune di Gualdo Tadino all’indirizzo www.gualdo.tadino.it/ – Il Comune e il cittadino – Sezione: avvisi e pubblicazioni, l’avviso d’asta pubblica per la concessione per 60 anni di aree cimiteriali presso il civico cimitero di San Facondino in Gualdo Tadino. L’asta pubblica si terrà martedì 10 Aprile 2018 alle ore 9,30. Continua a leggere

Pubblicato in Accade a Gualdo | Contrassegnato | Lascia un commento

Laboratorio teatrale permanente aperto a tutti

Laboratorio teatrale permanente aperto a tuttiLaboratorio teatrale permanente aperto a tutti , da martedì’ 20 febbraio dalle ore 21.00 presso la nostra sede in viale Don Bosco.
Il laboratorio teatrale è prima di tutto un luogo di ascolto, dove non si scinde l’affettività dal cognitivo e dal didattico, dove si promuove il pensiero e la creatività.
L’attività teatrale agisce come elemento di sviluppo affettivo-emotivo e di arricchimento della dimensione interiore del partecipante prevenendo le situazioni di disagio e promuovendo il benessere. Continua a leggere

Pubblicato in Cultura e Spettacolo | Contrassegnato | Lascia un commento

15 mila euro per il completamento della Base Scout La Colonia

15 mila euro per il completamento della Base Scout "La Colonia"Una bella notizia riguardante la Base Scout la Colonia di Gualdo Tadino è arrivata nella giornata di martedì 13 febbraio: la Regione Umbria attraverso una comunicazione inviata all’Ufficio Lavori Pubblici e Ambiente del Comune ha autorizzato l’utilizzo delle economie di scala pari a 14.928,12 € per la realizzazione di un progetto relativo ad opere complementari e di miglioramento inerenti appunto la Base Scout La Colonia. Continua a leggere

Pubblicato in Accade a Gualdo | Contrassegnato , | Lascia un commento

“Come cane e gatto”, mostra collettiva

"Come cane e gatto", mostra collettivaPer tutto il mese di febbraio Adelinda Allegretti Curator Studio&Gallery ospita la mostra collettiva internazionale a tema “Come cane e gatto”. L’esposizione riunisce opere di una ventina di artisti, italiani e stranieri, storici ed emergenti, operanti nell’ambito di diversi linguaggi visivi: dalle grafiche di Andy Warhol presente con il suo “Sam the Cat” a Pablo Picasso, con la sua versione felina Continua a leggere

Pubblicato in Cultura e Spettacolo | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento