26ª EDIZIONE GIORNATE FAI DI PRIMAVERA

26ª EDIZIONE GIORNATE FAI DI PRIMAVERA26ª EDIZIONEGIORNATE FAI  DI PRIMAVERA
sabato 24 e domenica 25 marzo 2018

Apertura eccezionale di oltre 1000 luoghi in tutta Italia

Da Palazzo Marina a Roma a un capolavoro del Quattrocento scoperto a Scarlino (GR),
dall’Isola Bisentina a Capodimonte (VT) ai “palazzi del cinema” a Lecce.
E a Venezia, per gli iscritti FAI, un nuovo Bene della Fondazione, Casa Bortoli

Sostieni la Fondazione con l’iscrizione,con un contributo facoltativo o, dal 13 marzo al  1 aprile, invia un sms o chiama il 45592 per la campagna di raccolta fondi “Insieme cambiamo l’Italia”

Palazzi della politica solitamente inaccessibili, aree archeologiche, borghi che custodiscono antiche tradizioni, colonie marine abbandonate, luoghi dello sport e della produzione, chiese e monumenti che svelano spazi sorprendenti. Le aperture delle Giornate FAI di Primavera, sabato 24 e domenica 25 marzo 2018, raccontano con la loro straordinaria varietà un’Italia che sempre di più si riconosce nella vastità del suo patrimonio culturale e nella ricchezza della sua storia. Un Paese che ritrova la propria identità in un evento festoso e rassicurante che supera gli schieramenti e fa sentire tutti parte di uno stesso grande e meraviglioso Paese, bene comune di ogni italiano. Le emozioni che ci uniscono sono il desiderio e la passione di scoprire le tante facce della bellezza che ci circonda: per questo il FAI invita tutti a partecipare a questa grande festa italiana, vivendo la gioia di sentirsi parte di un popolo con solide radici che in questo modo rafforza il filo che lo lega. Nessun evento collettivo è tanto ricco di entusiasmo e di tolleranza, nulla come le grandi code davanti ai nostri monumenti simboleggiano con più forza questa unione al di là dei propri convincimenti. C’è un’Italia che invita e un’Italia che partecipa: l’energia dei 50.000 volontari del FAI attraversa la Penisola da nord a sud alle isole e spinge la gente a scoprire, negli oltre 1000 i luoghi aperti al pubblico, i tanti frammenti di una stessa identità.

La manifestazione, oltre a essere un momento di incontro tra il FAI e la gente, uniti nel festeggiare e raccontare la propria storia più bella e più nobile, è anche un importante evento di raccolta fondi e un’occasione per raccontare a tante persone gli obiettivi e la missione della Fondazione. Per questo, all’accesso di ogni luogo aperto verrà chiesto ai visitatori un contributo facoltativo, preferibilmente da 2 a 5 euro: i preziosi contributi raccolti saranno destinati al sostegno delle attività istituzionali del FAI.

Per il quarto anno consecutivo le Giornate FAI di Primavera chiudono la settimana dedicata dalla Rai ai beni culturali in collaborazione con il FAI. Dal 19 al 25 marzo, infatti, la Rai racconterà luoghi e storie che testimoniano la varietà, la bellezza e l’unicità del nostro patrimonio: una maratona televisiva di raccolta fondi a sostegno del FAI, per conoscere e amare l’Italia ma soprattutto per promuovere la partecipazione attiva degli italiani. La settimana Rai dei Beni Culturali è realizzata con il Patrocinio di Rai – Responsabilità Sociale e con le Media Partnership di Rainews24, TgR e Radio 2 assicureranno ampia informazione e una copertura capillare.
Le Giornate sono aperte a tutti, ma un trattamento di favore viene riservato agli iscritti FAI – e a chi si iscrive durante l’evento – a chi sostiene la Fondazione con partecipazione e concretezza. A loro saranno dedicate visite esclusive, corsie preferenziali ed eventi speciali, perché iscriversi al FAI è un gesto civile e al tempo stesso un beneficio: conviene a se stessi e fa bene all’Italia.
Tra le aperture dedicate ai soli Iscritti FAI:
* Venezia: un appuntamento imperdibile per conoscere un nuovo Bene del FAI presentato in anteprima in occasione delle Giornate di Primavera, Casa Bortoli, recentemente donata alla Fondazione. Un appartamento signorile ospitato al primo piano nobile in un palazzo storico affacciato sul Canal Grande, Ca’ Contarini, con una vista eccezionale sulla Basilica di S. Maria della Salute (su prenotazione: faicasabortoli@fondoambiente.it o 02 467615317).
* Roma: Palazzo Giustiniani, di fine Cinquecento, teatro di momenti fondamentali della storia d’Italia, come la firma della Costituzione repubblicana da parte di Enrico De Nicola.
* Capodimonte (VT): l’Isola Bisentina sul Lago di Bolsena, con il suo patrimonio architettonico e naturalistico. Di proprietà privata l’isola è normalmente inaccessibile e custodisce, oltre a giardini e lecceti, oratori, cappelle e chiese tra cui la “vignolesca” Chiesa dei Santi Giacomo e Cristoforo.
* Napoli: la crociera inferiore della Galleria Umberto I che ospita il Salone Margherita, teatro della Bella Époque all’inizio del Novecento.
* Revello (CN): i dormitori dei monaci dell’Abbazia di Santa Maria di Staffarda per la prima volta aperti al pubblico per scoprire il rigore delle regole cistercensi.

Ogni regione ha i propri appuntamenti, ogni località le sue sorprese e anche quest’anno il catalogo dei luoghi aperti a tutti è molto vario e ricco di proposte. Su www.giornatefai.it si trova l’elenco completo delle aperture, tra cui segnaliamo:

Il gruppo Fai di Gualdo Tadino, offre due giornate all’insegna dell’arte e della natura attraverso un itinerario naturalistico nell’area dove nasce il torrente Rio Fergia, che segna il confine tra i comuni di Gualdo Tadino e Nocera Umbra. Per l’occasione saranno aperte e visitabili la Chiesa Parrocchiale di San Nicola ed il Santuario di San Giovanni. Due gioielli dell’architettura Umbra che uniscono attraverso il filo conduttore della Storia, Medioevo e Rinascimento a testimonianza dell’evoluzione del territorio stesso. All’interno delle due Chiese si potranno ammirare alcune opere attribuite al grande pittore umbro Matteo da Gualdo, ed una rara scultura lignea attribuita allo scultore Romano Alberti detto “Nero”, di Sansepolcro nato negli ultimi anni del ‘400.
La visita sarà arricchita da una passeggiata in mezzo alla natura che, dalla Chiesa di San Nicola ci porterà sino al Santuario, dandoci la possibilità di ammirare le antiche sorgenti del Rio Fergia ed i ruderi del castrum (castello) di Boschetto.
All’arrivo al Santuario sarà possibile soffermarsi liberamente nell’area antistante per consumare il pranzo al sacco.Si ringraziano per la preziosa collaborazione:

la Parrocchia di San Nicola Vescovo di Boschetto di Nocera Umbra;
il Dott. Daniele Amoni per le foto che ha concesso;
gli Storici Prof. Andrea Maiarelli e Sergio Ponti;
il Gruppo C.A.I. di Gualdo Tadino, in particolare l’Ins. Sig.ra Daniela Anastasi;
il Gruppo trekking Urbano di Gualdo Tadino, Passeggiando per le vie della Città, in particolare il Resp. Sig. Paolo Pieretti;
la Sig.ra Bruna Vitali ed il Sig. Gervasio Cucchiarini, per il supporto logistico.

PROGRAMMA
Sabato 24 e Domenica 25 marzo:
ore 10:00 escursione naturalistica guidata
ore 12:30 pranzo presso il Santuario di san Giovanni con visita guidata alla Chiesa
ore 14:30 ritorno a Boschetto, con sosta e visita guidata alla Chiesa di San Nicola (fino alle ore 16:30 circa).
Per l’escursione e le visite guidate è gradita la prenotazione.
Riferimenti telefonici: Maria Grazia 3451737364 – Fabio 3393060393
Lo stesso itinerario potrà essere fatto anche in piena autonomia senza vincoli di orari.

COME TROVARCI:
Da Roma, Firenze, Perugia, prendere la superstrada via Foligno, direzione Gualdo Tadino uscita Gaifana-Colle-Montecchio seguire le indicazioni fino a Frazione Boschetto.
Da Ancona,

Una volta in loco seguire le frecce direzionali del FAI che verranno dislocate lungo il percorso.Anche quest’anno, insieme agli Apprendisti Ciceroni, in alcune località italiane ci saranno i mediatori culturali artistici, volontari d’origine straniera del progetto “FAI ponte tra culture” per favorire la partecipazione di nuovi cittadini italiani e migranti alle Giornate FAI di Primavera.

Il 50% circa dei beni aperti durante le Giornate saranno fruibili anche da persone con disabilità fisica.

Per l’elenco completo delle 1000 aperture dal 14 marzo sarà possibile consultare il sito www.giornatefai.it o telefonare al numero 02 467615366. Le versioni i-Os e Android dell’APP FAI saranno scaricabili gratuitamente dagli store di Apple e Google. Facile e intuitiva, l’app geolocalizzata riconoscerà la posizione dell’utente e indicherà la mappa dei luoghi più vicini da visitare. Invitiamo tutti a diffondere in rete la notizia di questo evento utilizzando l’hashtag #giornatefai.

SOSTIENI LA FONDAZIONE

Le Giornate FAI di Primavera, oltre a essere un momento di incontro prezioso ed emozionante tra il FAI e la gente, sono anche un’importante occasione di condivisione degli obiettivi e della missione della Fondazione. Tutti possono dare il loro sostegno attraverso l’iscrizione annuale (vale tutto l’anno per avere sconti, omaggi e opportunità e in occasione delle Giornate FAI di Primavera per visite esclusive e per corsie preferenziali), oppure con un contributo facoltativo, preferibilmente da 2 a 5 euro, che verrà richiesto all’accesso di ogni luogo aperto o ancora con l’invio di un sms solidale al numero 45592, attivo dal 13 marzo al 1 aprile. Si potranno donare 1 euro per ciascun sms inviato da cellulari PosteMobile e 2 per sms inviati da Wind Tre, TIM, Vodafone, Coop Voce e Tiscali. La donazione sarà di 5 euro per le chiamate da rete fissa PosteMobile, TWT e Convergenze, di 2 e 5/10 euro per Vodafone, di 5 e 10 euro da rete fissa TIM, Wind Tre, Fastweb e Tiscali.

* * * * *
Le straordinarie aperture dell’edizione 2018 di Giornate FAI di Primavera sono rese possibili grazie al fondamentale contributo di importanti aziende: Ferrarelle, acqua ufficiale del FAI, da sette anni prezioso sostenitore dell’evento e presente con il suo Parco Sorgenti di Riardo nella lista dei luoghi visitabili nelle due giornate, sarà affiancata dalla presenza di Enel Energia, la società di Enel che con più di 11 milioni di clienti è leader nel Mercato libero dell’energia, entrambe in qualità di Main Sponsor.
Si rinnova per il quinto anno consecutivo il significativo contributo di Banca Generali, realtà leader in Italia nel private banking che sarà sponsor insieme a Perfetti Van Melle con il brand Golia Herbs, presente con il suo prodotto in una selezione di aperture.
DHL Express Italy, in qualità di Logistic Partner, garantirà per il quarto anno consecutivo la movimentazione di tutti i materiali nei siti delle Giornate FAI di Primavera.
Si ringrazia inoltre GEDI Gruppo Editoriale per la consolidata collaborazione.

In collaborazione con la Commissione Europea nell’ambito dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale e con la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Protezione Civile, con il Patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, di tutte le Regioni e le Province Autonome italiane e di RAI Responsabilità Sociale.

Il FAI ringrazia Province, Comuni, Soprintendenze, Università, Enti Religiosi, FIAB – Federazione Italiana Amici della Bicicletta, le Istituzioni Pubbliche e Private, i privati cittadini e tutte le aziende che hanno voluto appoggiare la Fondazione, oltre alle 120 Delegazioni, agli 88 Gruppi FAI e agli 86 Gruppi FAI Giovani e ai 7500 volontari che con il loro lavoro capillare e la loro collaborazione rendono possibile l’evento.

I visitatori potranno avvalersi anche quest’anno di guide d’eccezione: saranno, infatti, oltre 40.000 gli Apprendisti Ciceroni®, giovani studenti che illustreranno aspetti storici e artistici dei monumenti.

Elenco completo dei beni aperti: www.giornatefai.it o tel. 02 467615366

Ufficio Stampa FAI
Simonetta Biagioni – stampa – tel. 02.467615219 s.biagioni@fondoambiente.it
Novella Mirri – radio e tv – tel. 06.68308756 n.mirri@fondoambiente.it

Share
Questa voce è stata pubblicata in Ambiente e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.