52 cartoline di una Gualdo di altri tempi

52 cartoline di una Gualdo di altri tempiIl Circolo Filatelico “O. Scatena” e l’ Associazione “Gammaitoni Foundation Project” organizzano una mostra di cartoline de “L’Umbria illustrata”, di Girolamo Tilli e Giuseppe Giugliarelli. Nella mostra vengono presentate in formato ingrandito (1 m x 1,5 m) 50 immagini di Gualdo Tadino all’inizio del secolo scorso.
Dalla fine del 1800 fino al 1920 circa, Gerolamo Tilli, titolare dell’omonima lito-tipografia a Perugia, ha pubblicato una serie di 1820 cartoline fotografiche relative ai paesaggi dell’Umbria, intitolata inizialmente “Tutta Perugia illustrata” per poi diventare alla fine “L’Umbria Illustrata”.
In questa serie si contano 52 cartoline contenenti fotografie realizzate da Giuseppe Giugliarelli, dipendente di Tilli, ed associate alla città di Gualdo Tadino. Alcune di queste immagini sono relative a “interni” e ritraggono opere d’arte e manufatti, a volte recanti la dicitura “Mostra di Antica Arte Umbra”. Queste hanno la stessa numerazione della serie Umbria Illustrata e sono state realizzate a seguito della esposizione che ebbe luogo a Perugia nel 1907. Oltre le cartoline della serie L’Umbria Illustrata, in questa mostra sono presenti anche alcune immagini realizzate da Tilli e Giugliarelli in occasione degli accampamenti tenuti nella zona di Gualdo nell’agosto del 1909, dal 51° e 52° reggimento (brigata Alpi) dell’esercito Italiano, di stanza a Perugia e Spoleto, rispettivamente.
Le cartoline fanno parte della collezione Gammaitoni, raccolte da Giannantonio Gammaitoni (28-10-1929, 6-6-2014) in oltre cinquanta anni. La mostra viene inaugurata ad un anno dalla morte di Giannantonio che è stato una delle figure più emblematiche della realtà di Gualdo Tadino, della seconda metà del ‘900. Nato da Americo e Angela Franceschini a Perugia il 28 ottobre 1929, città dove il padre si era trasferito per lavorare presso la ceramica Salamandra. Laureato in Medicina e chirurgia nell’ateneo perugino nel 1955, specializzato in dermatologia a Milano nel 1958 e in pediatria a Perugia nel 1965, ha svolto il ruolo di ufficiale sanitario del Comune di Gualdo Tadino e di medico di medicina generale per oltre quarant’anni. Politicamente impegnato nella Democrazia cristiana, è stato consigliere comunale dal 1964 al 1967 e dal 1990 al 1995. Membro del consiglio di amministrazione della Banca Popolare dal 1969 al 1987, presidente del Rotary Club di Gualdo Tadino (1983-84) è stato priore della Porta di San Martino dal 1979 al 1991 portando a casa ben 3 palii. Ha coltivato anche molteplici interessi culturali nell’ambito della ceramica, della numismatica e della filatelia. Nel 1966 è stato socio fondatore del circolo filatelico-numismatico “Olivo Scatena” di Gualdo Tadino del quale ne è stato per molto tempo presidente.
La mostra è realizzata con il patrocinio del Comune di Gualdo Tadino e la collaborazione dell’Ente Giochi de le Porte. Con il supporto del Rotary Club di Gualdo Tadino ed il contributo di aziende gualdesi (Allianz, Cocoon, Ducops, Geochim, Okkio, Rosi impianti).
Le fotografie ingrandite sono state realizzate da Aldo Santucci. L’organizzazione è stata curate dall’Associazione Divinumbria.
La mostra viene inaugurata sabato 6 giugno alle ore 16:00 e resta aperta presso i locali della taverna di San Benedetto, in via Soprammuro, dal 6 al 18 giugno con il seguente orario: lun-ven 16:00-20:00; sab-dom: 10:00-13:00, 16:00-20:00. Ingresso libero.

Luca Gammaitoni

Share
Questa voce è stata pubblicata in Cultura e Spettacolo e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.