Allo stadio Luzi si è svolto il meeting sportivo “… Sport ? Si Grazie!”

Allo stadio Luzi si è svolto il meeting sportivo “… Sport ? Si Grazie!”Si è svolto questa mattina presso lo stadio Luzi di Gualdo Tadino il tradizionale meeting sportivo “… Sport ? Si Grazie!”, inserito nel calendario di iniziative legate al Giro d’Italia (i ragazzi hanno indossato una maglia speciale che richiamava la tappa gualdese), che coinvolge atleti diversamente abili e normodotati, giunto alla sua XIX edizione.
L’evento è stato curato dall’Atletica Tarsina in collaborazione con la cooperativa Asad, il Comune di Gualdo Tadino, Cip e Fisdir Umbria. Main sponsor Satiri Auto. Presenti alla cerimonia di apertura per il Comune di Gualdo Tadino il Sindaco Massimiliano Presciutti e l’Assessore allo Sport Emanuela Venturi. Hanno partecipato gli alunni delle scuole elementari, medie e medie superiori di Gualdo Tadino e molte società sportive di diversamente abili provenienti da tutta Umbria (Atletica Tarsina di Gualdo Tadino, KT di Gubbio, Serafico di Assisi, Marathon di Perugia, Fortitudo di Perugia, Oltre l’Handicap di Perugia, Pantera Umbertide, Sport Insieme di Foligno, Beata Margherita di Città di Castello). Gli oltre 400 atleti si sono sfidati in gare di atletica e tornei di calcio a 5. Prima della cerimonia di apertura il coro Segni Particolari, formato da ragazzi del CSRE Il Germoglio di Gualdo Tadino e della CAAM di Gubbio si è esibito cantando l’inno nazionale.

“Una bella giornata di sport quella odierna – hanno dichiarato l’Atletica Tarsina ed il Germoglio – resa possibile grazie alla collaborazione di tutti. Ringraziamo quindi Satiri, Rocchetta, Conad, Pasticceria 4 Porte, Bar Giorgio, Forno Di Loreto, i Dirigenti Scolastici e le insegnanti, gli Scout, il Comune di Gualdo Tadino, il Medico Galiotto, la Misericordia di Gualdo Tadino, l’ASAD, l’ASL Umbria1, il GualdoCasacastalda calcio ed il suo custode Sante”.

“E’ un vero piacere ed onore essere qui oggi –ha sottolineato il Sindaco Presciutti – a questa splendida manifestazione che coinvolge tanti ragazzi e ragazze. Lo sport è un aggregatore sociale molto importante ed la cosa principale, che conta più della vittoria o della sconfitta. Ringrazio tutti i partecipanti e chi ha curato l’iniziativa rendendola possibile”.

Share
Questa voce è stata pubblicata in Sport e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.