Ancora sulla demolizione dell’ex Calai…

Ancora sulla demolizione dell’ex Calai…Durante il Consiglio Comunale dello scorso 26 gennaio è stato ribadito il contenuto del protocollo d’intesa riguardante la struttura dell’Ex Calai: trasferimento dei servizi della palazzinarosa nell’edificio storico, demolizione della “stecca” ed alienazione delle 2 palazzine. L’aspetto della demolizione è quello che sicuramente fa trasalire (o meglio dovrebbe sgomentare il cittadino), visto che la decisione è stata presa senza nemmeno avere la documentazione tecnica che supportasse questa tesi; visto che non si comprende come mai nel 2012, quando fu firmato il protocollo sotto la nostra Amministrazione, nessuno della struttura tecnica della ASL parlò di problematiche simili; visto che, dagli accessi agli atti da noi richiesti risulta assai fumosa e non perentorio il contenuto della relazione tecnica (conclusione non solo nostra, ma anche delle altre forze dell’opposizione). A pochi è sfuggito che quella porzione di ospedale fu oggetto di ristrutturazione post terremoto, con la spesa di denaro pubblico per una cifra intorno ai 2,5 milioni di euro. Naturalmente, dai banchi della maggioranza, risuona il ritornello, imparato sapientemente a memoria che “dal 2008 sono cambiate le norme, per cui la struttura non è più idonea”! Allora, dando per buona la tesi degli illuminati esponenti del PD gualdese, lanciamo la provocazione al Sindaco e all’Assessore regionale alla Sanità Barberini: se le cose stanno come dicono i propri consiglieri e amministratori, preoccupiamoci di demolire più della metà degli ospedali e degli edifici pubblici.
La residenza municipale di Gualdo Tadino è stata ristrutturata nel 2000; questo significa che
dal 2008 questo edificio è fuori norma?
Il Sindaco, la Giunta, i Consiglieri di maggioranza devono smetterla di gettare fumo negli
occhi; si assumano, tutti quanti insieme, la responsabilità di ammettere di fronte alla città
che il protocollo d’intesa, e quindi la demolizione della “stecca”, è una scelta di natura
esclusivamente politica! E niente altri di più! Ci mettano la faccia nel supportare le proprie
decisioni: volontà di smontare la progettualità della precedente amministrazione? Necessità
di obbedire alle logiche politiche provenienti dalla Regione? Vuotate il sacco, la città ed i
cittadini hanno il diritto di sapere!

Il coordinamento di Forza Italia Gualdo Tadino
Gruppi consiliari di Forza Italia e Morroni sindaco

Share
Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

1 risposta a Ancora sulla demolizione dell’ex Calai…

  1. cittadino scrive:

    Ora che si è dimesso Barberini dalla carica di assessore regionale alla sanità, come farà prociuttino?
    E’ l’occasione buona per dimostrare amore per la città, rilanciando il precedente protocollo di intesa Comune-Regione del 2012.
    Dai Massimiliano non è vergogna !!!!!!!!!!!

I commenti sono chiusi.