Ancora vandalismo all’ex Centro Promozionale della Ceramica

Ancora vandalismo all'ex Centro Promozionale della CeramicaOrmai l’hanno preso di mira e non c’è notte che non ne combinino una. L’ex Centro Promozionale della Ceramica è diventato una palestra di esercitazione per quanti hanno la vocazione del vandalismo. Sfondano una delle vetrate ancora non protette dalla rete elettrosaldata, entrano e si divertono a sfondare le pareti di cartongesso. A volte danneggiano seriamente (qualcuna è stata anche frantumata) qualche opera del Concorso Internazionale della ceramica che sono ospitate in un’ala della struttura. Ed è questa la preoccupazione maggiore del presidente della Pro Tadino Luciano Meccoli. Nell’ex Centro Promozionale della Ceramica sono infatte parcheggiate in attesa della tanto sospirata musealizzazione più di 100 opere delle 38 edizioni del Concorso che si tiene a Gualdo per iniziativa della Pro Tadino dal 1959. L’immobile è di proprietà dell’amministrazione comunale ed è inagibile ed in attesa di ristrutturazione per la quale c’è pronto un finanziamento della Fondazione della Cassa di Risparmio di Perugia che deve essere integrato dal comune con proprie risorse. Euro che si spera possano venire dall’alienazione dei locali del centro direzionale Il Granaio (quelli che erano destinati all’auditorium e per i quali è stato deliberato il cambiamento di destinazione d’uso).  Il progetto è quello di destinare una parte dell’ex Centro Promozionale al museo della ceramica moderna con le opere del Concorso. Ma se continuano gli atti di vandalismo c’è il rischio che al traguardo arrivino poche sculture.

Il presidente della Pro Tadino Luciano Meccoli chiede pertanto che, per l’immediato,  il comune provveda a mettere in sicurezza le opere chiudendo ogni accesso all’ala che le conserva murando le finestre, le vetrate e le porte di accesso e lasciando ovviamente percorribile un solo ingresso con una porta che possa resistere ai tentativi di sfondamento. Inoltre sarebbe opportuno che l’area venisse anche dotata di una videosorveglianza per arrivare ad identificare gli autori di queste bravate. E’ vero che è una struttura destinata in gran parte ad essere demolita ma all’interno ci sono materiali di proprietà pubblica e nessuno ha il diritto di trattarli come oggetti da discarica.

Riccardo Serroni

Share
Questa voce è stata pubblicata in Accade a Gualdo e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Ancora vandalismo all’ex Centro Promozionale della Ceramica

  1. Elisa Faraoni scrive:

    Se i vari Enti e Istituti di formazione, in primis la famiglia, poi la Scuola e gli Enti Locali, non si riappropriano del dovere di educare e di far rispettare regole per la difesa e l’amore verso la propria Città, se ci lamentiamo …solo dopo..invece di prevenire e intervenire con mezzi e personale adeguato, ecco i risultati!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *