APe sociale, Anticipo Pensionistico a carico dello Stato

APe sociale, Anticipo Pensionistico a carico dello StatoIl 18 aprile il premier Gentiloni ha firmato il decreto attuativo che regola l’ammissione all’indennità che accompagnerà alla pensione di vecchiaia, APe sociale, i 63 enni in condizioni di disagio. L’APe sociale non prevede alcun coinvolgimento di banche e assicurazioni essendo completamente finanziato dallo Stato.
Avranno diritto al beneficio:

  • disoccupati senza più ammortizzatori sociali da almeno 3 mesi (e 30 anni di contribuzione);
  • invalidi in misura pari o superiore al 74% (e 30 anni di contribuzione);
  • lavoratori conviventi con familiari portatori di handicap grave (e 30 anni di contribuzione);
  • lavoratori addetti da anni a mansioni ed attività gravose o usuranti (e 36 anni di contribuzione).

Alcune indiscrezioni

L’indennità sarà erogata direttamente dall’INPS secondo dei calendari indicati nel decreto e sarà pari:

  • all’importo della pensione maturata (e certificata), se inferiore a 1.500 euro lordi;
  • pari a 1.500,00 lordi, se la pensione futura certificata fosse maggiore.

L’indennità sarà tassata e fruirà delle detrazioni per reddito da lavoro dipendente.

I primi pagamenti avverranno nell’ultimo quadrimestre del 2017.

La domanda dovrà essere inoltrata:

  Domanda entro Inizio pagamento previsto
2017 A partire dal 1° maggio ed entro il 30 giugno   A partire dall’ultimo quadrimestre 2017
2018 A partire dal 1° gennaio ed entro il 30 marzo   A partire da giugno 2018

Ed ora si parte?

Con le domande no, non ancora.

Il decreto deve ora passare al vaglio del Consiglio di Stato, poi verrà pubblicato in Gazzetta ufficiale.

L’INPS dovrà emettere le circolari applicative ed attivare le procedure telematiche.

Ed intanto? Intanto è possibile rivolgersi ai nostri uffici per verificare se si hanno i principali requisiti per l’accesso all’APe sociale.

Ti aspettiamo! Ai nostri sportelli gli operatori sapranno consigliarti al meglio, accompagnarti e guidarti con professionalità e competenza.

La verifica del requisito è il primo passo che possiamo fare insieme ma saremo al tuo fianco in ogni passaggio fino alla domanda di pensione.

Fonte: www.patronatoacli.it
A cura di elisa Staff Circolo Acli “Ora et Labora” Fossato di Vico

 

Share
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.