Aperta la stagione estiva del Polo Museale, Giuseppe Rossi in San Francesco e Mostra naif a casa Cajani

Aperta la stagione estiva del Polo Museale, Giuseppe Rossi in San Francesco e Mostra naif a casa CajaniVenerdì 9 giugno il Polo Museale ha inaugurato la stagione espositiva estiva con due proposte molto interessanti. A San Francesco espone per tutto giugno Giuseppe Rossi con la mostra “Il paradiso degli alberi”. A casa Cajani è stata allestita la quinta edizione della mostra naif “I pittori dal cuore sacro” che resterà aperta fino a settembre. L’inaugurazione ufficiale si è tenuta in San Francesco con la presenza del pittore Giuseppe Rossi, del sindaco Massimiliano Presciutti e del neo assessore alla cultura Fabio Pasquarelli. Ottima la performance danzante di Gabriele Frillici (ribattezzato Fici) e della body painting Sonia Lupini.

Gualdo, dunque, è diventata una piccola capitale dell’arte grazie soprattutto alla direttrice del Polo Museale Catia Monacelli che si è ben introdotta in un mondo particolarmente affascinante ed è riuscita a trasformare la nostra città in un polo attrattivo per il mondo artistico: “Sarà un’estate a gonfie vele anche con l’arte- dice la Monacelli- In questa mostra in San Francesco di Giuseppe Rossi, che ha già esposto da noi l’anno scorso nella Rocca Flea, sembra di camminare in un Eden segreto ricco di alberi dove la felicità sembra possibile. A casa Cajani ancora la felicità con l’arte naif dei pittori dal cuore sacro. La mostra di Giuseppe Rossi è aperta tutti i giorni escluso il lunedì per tutto il mese di giugno. La mostra naif a casa Cajani sarà aperta venerdì, sabato, domenica e festivi fino a tutto settembre”.

Avete scelto casa Cajani per la mostra naif perché San Francesco sarà occupata da luglio in poi da qualche cosa di molto importante: “Sì. Ci sarà la mostra curata dal prof. Vittorio Sgarbi. Non sveliamo ancora i contenuti. Ci saranno alcuni artisti caravaggeschi in attesa di Caravaggio e ci sarà molto di più. Il tema sarà la donna nell’arte. Quindi ci saranno tante sorprese. Questa volta Vittorio Sgarbi ci stupirà ancora di più”.

Ma torniamo alla mostra naif a casa Cajani.

Accolta nel rinnovato spazio galleria del Centro Culturale Casa Cajani, sede del Museo Archeologico Antichi Umbri e del Museo della Ceramica, la quinta edizione de “I pittori dal cuore sacro” presenta al grande pubblico una selezione di venti artisti, per un totale di 40 opere, provenienti dall’Italia e da diversi paesi del mondo – Francia, Germania, Svizzera, Uruguay, Giappone – quali prestigiose espressioni dell’arte popolare: Giacomo Antonini, Elina Damiani, Yoko Ishigami, Valérie Lacalmontie, Katy Laudicina, Lucilla Mafucci, Maurizio Maglio, Amedeo Marchetti, Lina Morici, Cesare Novi, Annunziata Orsini, Luigi Pillitu, Miki Rehmann, Lucietta Righetti, Sergio Ruggeri e Giuliano Zoppi.

Il progetto espositivo è arricchito, inoltre, da una sezione storica che rende omaggio a quattro grandi maestri del Naif italiano, che hanno contribuito negli anni, ognuno con il proprio particolare linguaggio, a far conoscere e amare quest’arte letteralmente fuori da ogni schema: Enrico Benassi, Luciano Prandini, Carlo Sartori e Serafino Valla. L’esposizione sarà aperta dal venerdì alla domenica fino al 27 agosto.

Nella foto Catia Monacelli con alcuni pittori naif presenti all’inaugurazione in San Francesco.

Riccardo Serroni

Share
Questa voce è stata pubblicata in Cultura e Spettacolo e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.