Banche e lavoro: a che punto siamo?

Banche e lavoro:  a che punto siamo?Banche e lavoro sono tematiche quanto mai attuali e le Acli della zona eugubino-gualdese organizzano un interessante incontro pubblico al Castello di Baccaresca di Gubbio domenica 28 febbraio a partire dalle ore 10. L’iniziativa è aperta a tutta la cittadinanza e proprio “Banche e lavoro: a che punto siamo?” sarà la domanda di partenza del convegno, perché la ripresa economica italiana deve sciogliere due nodi fondamentali: il ritorno del credito, che dipende dalla salute dei bilanci bancari, e il recupero della capacità e della voglia di creare lavoro in Italia delle aziende italiane, non solo per i giovani. Senza credito e senza lavoro, infatti, non si può parlare di ripresa.
Dopo l’accoglienza dei partecipanti, alle ore 10:00 è prevista la celebrazione eucaristica presieduta da don Angelo Fanucci della Comunità di Capodarco dell’Umbria” che ospiterà anche una riflessione sull’etica cristiana del lavoro.
Alle ore 11:00 inizia il convegno vero e proprio con le Acli a fare il punto della situazione partendo dai primi dati del 2016. A condurre il presidente del circolo “Ora et Labora” di Fossato di Vico Sante Pirrami, che modererà gli ospiti: Francesco Daveri, docente all’Università Cattolica di Piacenza, e Paola Vacchina, dirigente nazionale delle Acli, oltre a Ladis Kumar Antony Xavier, presidente provinciale Acli.

Francesco Daveri è professore ordinario di politica economica e a Piacenza insegna scenari macroeconomici, international finance, economia internazionale ed economia monetaria. In precedenza ha insegnato nelle università di Parma e Brescia, oltre che alla Statale di Milano, a Roma (Tor Vergata), Modena e Monaco. Attualmente è anche visiting professor di macroeconomics alla Sda Bocconi di Milano e nell’EMba dell’Università della Svizzera Italiana. La sua attività di ricerca riguarda la relazione tra le riforme economiche, l’adozione delle nuove tecnologie e l’andamento della produttività aziendale e settoriale in Italia, Europa e Stati Uniti. Scrive articoli di commento ed editoriali sul “Corriere della Sera” e fa parte del comitato di redazione del sito di informazione economica “LaVoce.info”.
Paola Vacchina è invece laureata in giurisprudenza, con tesi sul diritto del lavoro discussa a Torino, e da anni frequenta il mondo delle Acli, con le quali ha lavorato anche alla formazione socio-politica dei giovani con la “Scuola di Politica” e al rilancio dell’azione sociale aclista, con circoli e servizi, tra i quali il primo Enaip impresa sociale d’Italia. Quindi è stata eletta negli organi nazionali ed è arrivata a responsabilità apicali nei principali servizi Acli, prima volta per una donna. Fino al novembre scorso è stata infatti presidente del Patronato e oggi è membro della Presidenza nazionale Acli e presidente di Enaip, oltre a essere stata eletta presidente di Forma, l’associazione nazionale degli enti di formazione del mondo cattolico.
Al termine del convegno, alle ore 13:00, per chi lo desidera, si tiene un pranzo comunitario (costo: € 20; adesione entro mercoledì 25 febbraio).
Nello stesso locale alle ore 15:00 si terrà l’assemblea dei soci iscritti al Circolo Acli “Ora et Labora” per l’approvazione dei bilanci, il rinnovo delle cariche sociali e l’elezione di un delegato al Congresso Provinciale.

Il Presidente di Zona
Luigi Brocci

Share
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.