Campionati nazionali studenteschi: la squadra gualdese di Badminton porta in alto il nome dell’Umbria

Campionati nazionali studenteschi: la squadra gualdese di Badminton porta in alto il nome dell’UmbriaLa squadra gualdese di Badminton della scuola media “Franco Storelli”, guidata dalla professoressa Margherita Bianchi, ha conquistato un ottimo quarto posto alle fasi finali dei campionati studenteschi. La manifestazione, organizzata da Miur, Coni e Comitato Italiano Paralimpico, si è tenuta a Cesenatico dal 28 al 31 maggio, nell’ambito della Festa nazionale dello sport scolastico, ed ha visto la partecipazione di oltre 1000 ragazzi impegnati in diverse discipline, accompagnati dalla fiamma olimpica.
I ragazzi della III media “Franco Storelli” di Gualdo Tadino sono approdati alle fasi finali di Cesenatico in rappresentanza della Regione Umbria, dopo aver trionfato nella finale regionale di Terni dell’11 maggio scorso, categoria cadetti, grazie alle vittorie contro Foligno e Terni.
La squadra, composta da Angelica Giovagnoli, Matteo Bontempi, Emma Passeri e Sebastiano Ferri ed impegnata nelle prove singolare femminile, singolare maschile e doppio misto, ha passato la prima fase a gironi contro Abruzzo e Veneto. Poi gli alunni della professoressa Bianchi hanno sconfitto le quotate Liguria e Sicilia per cedere solamente in semifinale alla Lombardia, vincitrice del campionato. Il terzo posto è sfumato al termine di una partita ben giocata contro il Lazio ma resta la grande soddisfazione nel vedere una piccola regione come l’Umbria, grazie alla scuola media “Franco Storelli” di Gualdo Tadino, al quarto posto davanti alle altre sedici regioni.
Ma quella di Cesenatico è stata davvero una grande Festa con diversi momenti di unione e condivisione. A partire dai giochi tradizionali per giocare “con” e non “contro”, fino all’iniziativa “Miniexpo-merendaEtnica” con lo scambio dei prodotti tipici regionali: per l’Umbria olio, cresce e norcineria. Per concludere con “terra della propria terra” dove tutte le Regioni hanno portato un po’ della propria terra di origine per invasare un ulivo segno della pace. Bellissimo poi il finale della manifestazione con il volo di tantissimi aquiloni in cielo sopra il mare della costa romagnola.

Francesco Serroni

Share
Questa voce è stata pubblicata in Sport e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.