Cancellati gli incentivi destinati al progetto “I Care”

Con molta fretta e senza tanti altri punti all’ordine del giorno, ieri, è stata convocata una riunione di giunta e votata una delibera, la numero num. 18 del 01/07 con la quale sono stati cancellati gli incentivi destinati al progetto “I Care”. Un progetto qualificato condiviso tra amministrazione, Università degli studi di Perugia, sviluppUmbria, le associazioni di categoria, gli istituti di credito che hanno lavorato di concerto condividendo lo spirito e la bontà del progetto. Basta solo ricordare quanti risultati importanti ha prodotto questo progetto così tanto bistrattato dagli attuali amministratori: una trentina di nuove attività e più di settanta posti di lavoro in un periodo così difficile… non siamo stati solo noi a valorizzare e a sottolineare la bontà di questo progetto, la filosofia che lo muove e la struttura di cui è composto, ma hanno condiviso l’idea molti esponenti di spicco nel panorama politico, amministrativo, imprenditoriale italiano ed internazionale. Le parole del Ministro Delrio sono state chiare, l’apprezzamento dell’Anci che ha dedicato al progetto spazio in due pubblicazioni, la comunità europea, moltissimi imprenditori hanno capito e condiviso il progetto e con il loro apprezzamento pubblico gli hanno dato lustro… evidentemente i nostri amministratori gualdesi non brillano per la stessa apertura mentale e la stessa lungimiranza.
Questo è un primo atto, a nostro avviso grave ma emblematico che delinea e chiarisce il percorso che l’attuale amministrazione vuole intraprendere: cancellare con un colpo di spugna quanto di buono e di costruttivo fatto fino ad ora dalla passata amministrazione e iniziare a concentrarsi su ciò che veramente porta sviluppo e occupazione e rilancio economico per la nostra città: le buche, sistemandone solo alcune e nemmeno bene!
I primi atti, infatti, della giunta Presciutti, si sono indirizzati a lavori di piccola manutenzione stradale, buche e asfalto, cimitero e edifici comunali, attuati grazie e solamente anticipando gli oneri di urbanizzazione che arriveranno nelle case comunali (non sono stati ancora effettivamente incassati) del progetto della riqualificazione dell’area dell’ex consorzio agrario, voluto fortemente dall’amministrazione Morroni e che l’attuale amministrazione si sta apprestando a modificare e a rovinare.
Stupisce che proprio gli stessi soggetti che si stracciano le vesti quando parlano di crisi, di economia e occupazione non trovano niente di meglio da fare che annullare gli incentivi per un progetto che promuove l’iniziativa economica, la favorisce, la incentiva e ha portato ottimi risultati.Ci auguriamo che i neo amministratori dedichino più tempo a costruire e a ideare progetti, invece che spendersi tanto, fin troppo, per distruggere quanto fatto dalla precedente amministrazione, noi non resteremo di certo inermi di fronte ad azioni tanto scellerate quanto maldestre!

Gruppi consiliari “Forza Italia” e “Roberto Morroni sindaco”

Share
Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Cancellati gli incentivi destinati al progetto “I Care”

  1. mario scrive:

    Non sorprende affatto che lo spirito sfascista prevalga, credo sia ovvia l’indignazione di coloro che avrebbero potuto trarne benefici ma!!!!!!!!

    • bazzucchi enzo scrive:

      cari signori l’i care a gualdo tadino non ha portato nulla.il nulla ,solo propaganda che tra l’altro cara ci è costata.non ha portato posti di lavoro. tutte le aziende che hanno aperto nel centro storico hanno subito chiuso.le cose fatevele dì.la propaganda nun serve.fateve un giro per la zona industriale,la verità stà lì.

      • Giovanni scrive:

        Non metto in dubbio le sue parole ma credo che sarebbe stato più saggio proporre un’alternativa prima di cancellare l’esistente. Un progetto è comunque migliorabile e sicuramente più costruttivo del nulla.

  2. RAZIPANTE scrive:

    E’ possibile che nessuno risponda? Delle due l’una: o ha ragione Morroni o la nuova Giunta non ha argomenti per rispondere.
    Ma una verità ci sarà!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

I commenti sono chiusi.