Canone speciale RAI per le imprese

Canone speciale RAI per le impreseAnche quest’anno, come succede periodicamente negli ultimi tempi, ci viene segnalato da un gran numero di imprese che è in corso la campagna della Rai per la richiesta del pagamento del “canone speciale” alla radio o alla televisione.
E’ il Presidente Confartigianato di Gualdo Tadino Gianni Smacchi, a segnalare la questione per fare chiarezza verso i propri associati.
Le richieste che arrivano sottolinea Smacchi sono le più disparate e coinvolgono diverse tipologie di imprese.
In molti casi le richieste vengono reiterate anche più di una volta, in capo al medesimo soggetto, con toni che aleggiano sanzioni gravi per il mancato pagamento.
Sul punto, la Confartigianato nazionale, ha più volte ribadito che non sono intervenute modifiche della situazione di fatto e di diritto che giustifichino un diverso atteggiamento delle imprese rispetto a tali richieste. A tale proposito, al di là delle eventuali azioni sindacali che la Confederazione riterrà opportuno avviare, ricordiamo che le regole che disciplinano il canone speciale sono quelle già diffuse dall’Associazione, come da disposizioni e chiarimenti emanati dal Ministero dello Sviluppo Economico, ai quali facciamo integrale riferimento per gli aspetti di merito e comportamentali da seguire.
Con riferimento all’ambito di applicazione normativo sulla corresponsione del canone speciale, in particolare in questa nuova campagna di richieste, la Rai pone l’accento sugli “impianti di videosorveglianza” che, qualora incorporino apparecchiature idonee a ricevere il segnale televisivo e ancorché non vengano utilizzate per usufruire dei canali TV, darebbero luogo all’obbligo di corrispondere il canone stesso. Nella maggior parte dei casi, tuttavia, tale circostanza non si verifica e, pertanto, nulla è dovuto.
Quindi, a conferma di quanto in più occasioni comunicato, nel caso in cui l’impresa non sia assolutamente in possesso di alcuno degli apparecchi (atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radiotelevisive) che comportano l’obbligatoria corresponsione del Canone Speciale, si consiglia di inviare una lettera Raccomandata A/R o a mezzo PEC (il cui facsimile è scaricabile anche nel sito della Confartigianato Imprese Perugia: www.confartigianatoperugia.it).
L’ufficio della Confartigianato di Gualdo Tadino, resta a disposizione delle imprese per ogni ulteriore chiarimento.

Sede Territoriale – Via Vittorio Veneto – 06023 Gualdo Tadino (PG) – tel. e fax 075/910647
E-mail gualdo@confartigianatoperugia.it

Share
Questa voce è stata pubblicata in Accade a Gualdo e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.