Caterina Calabresi: “Donne che ce l’hanno fatta”

Caterina Calabresi: "Donne che ce l’hanno fatta"  Si è svolta a Brescia giovedì 11 giugno alle ore 18,00 la Cerimonia di consegna del Premio Nazionale “Donne che ce l’hanno fatta” alla quale era presente il Sindaco Massimiliano Presciutti, che ha premiato la concittadina gualdese Caterina Calabresi.
L’evento è stato organizzato dalla Consigliera di Parità Dott.ssa Anna Maria Gandolfi, dal Comandante del 6° Stormo di Ghedi Col Andrea Di Pietro, dall’Università degli Studi di Brescia e dell’Associazione Internazionale EWMD, con il patrocinio della Provincia di Brescia, del Comune di Brescia, dell’Associazione Comuni Bresciani, del Cug degli Spedali Civili e del MOICA.
Si tratta di un prestigioso premio assegnato a Donne speciali che si sono contraddistinte per capacità, impegno determinazione e sensibilità in vari ambiti. E Tra le 12 premiate spicca il premio vinto dalla gualdese e professoressa Caterina Calabresi. Nata a Spoleto, ha vissuto a Gubbio per 20 anni e da 30 vive a Gualdo Tadino, dove svolge l’attività di insegnante liceale di Disegno e Storia dell’Arte. Nel 2000 diventa consigliere e membro fondatore dell’Università degli Adulti di Gualdo Tadino, dove tutt’oggi svolge attività di coordinatrice e docente. Collabora col Polo Museale di Gualdo Tadino. Il Premio le è stato riconosciuto dalla Commissione esaminatrice dell’ufficio della Consigliera di parità di Brescia per le sue competenze professionali, per il suo impegno costante con innovativi risvolti artistici che l’hanno portata a curare e creare il progetto artistico BELLA BAG ART.

Oltre al sindaco di Gualdo Tadino Massimiliano Presciutti, hanno partecipato alla cerimonia anche numerose autorità, tra cui il Comandante del 6° Stormo Diavoli Rossi Col. Andrea Di Pietro, il Questore
Carmine Esposito, il pro Rettore Daniele Marioli, il Prefetto di Mantova Claudia Cingarilli, il Comandante della Gdf Col Arbore Giuseppe .
Questa edizione ha ottenuto il conferimento della Medaglia di rappresentanza del Presidente della Repubblica.
” Un premio che inorgoglisce l’intera comunità di Gualdo Tadino – afferma il Sindaco Massimiliano Presciutti – ringrazio sentitamente la professoressa Calabresi per aver portato ancora una volta in alto il nome di della nostra città. Mi auguro che il prestigioso traguardo raggiunto da una donna così impegnata nella scuola e nella professione possa fungere da stimolo soprattutto per le nuove generazioni. Anche questo è un segnale forte che Gualdo Tadino sta ripartendo, grazie al lavoro l’impegno e la passione che insieme a tante persone come Caterina stiamo quotidianamente mettendo in campo”.

Ufficio Stampa Comune Gualdo Tadino

Share
Questa voce è stata pubblicata in Accade a Gualdo e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Caterina Calabresi: “Donne che ce l’hanno fatta”

  1. polo museale città di gualdo tadino scrive:

    Complimenti vivissimi per questo meritato traguardo. Orgogliosi di una concittadina che vola sempre più in alto e porta nel cuore la nostra città!
    Catia Monacelli

  2. cittadino scrive:

    Caro Maurizio, anche il PD perugino non me pare sia meglio.!
    Tiena in vigore la tua creatività, ti aspettiamo a braccia aperte nel centro-destra gualdese. Lì è il tuo posto.

    • ahahhaha Grazie Cittadino per l’incoraggiamento a tenere viva la creatività.
      Io personalmente simpatizzo per il PD ma non quello gualdese che ragiona in maniera molto di destra, ma di una destra antica che si tocca come modo di fare al periodo Rulliniano, quanto meno, non nel merito delle azioni, ma per il modo di prendere di decisioni.
      Il problema dell’amministrazione Presciutti è che si tinge di una falsa “inclusività” e di aridità progettuale.
      Ecco a cosa è capace il nostro Sindaco … ad investire quei quattro soldi in biglietti ferroviari per presenziare premi ed esposizioni, tutti traguardi questi, che dalla sua attività amministrativa non ne hanno preso spunto.
      Rimpiango gli incontri con l’amico sindaco commissariato che, ahimè, anche lui si fece assalire dal delirio milanese del “so’ tutto mi”.
      Per quanto riguarda il PD della sede regionale, il PD perugino non lo conosco, devo dire che ho trovato ottimi ragazzi che sanno impegnarsi nei dipartimenti del Lavoro, Scuola e Sviluppo economico. Io parlo solo dopo verifiche puntuali fatte personalmente. Senz’altro ci saranno giovani in gamba anche nel Centro destra, mi sarei meravigliato del Creatore se avesse fatto una distribuzione poco democratica della serietà.

  3. maurizio biscontini scrive:

    Complimenti a Caterina …. noi ce la stiamo mettendo tutta caro Sindaco e con la nostra creatività diamo orgoglio a Gualdo, sei tu e la tua giunta di sordi giovani presuntuosa,ente vecchi che non sta facendo un piffero … siete buoni solo a mettervi in posa per le foto di rito nei traguardi raggiunti da altri.

I commenti sono chiusi.