Cena di fine anno del Partito Democratico di Gualdo Tadino

Cena di fine anno del Partito Democratico di Gualdo TadinoOltre cento persone hanno partecipato alla cena di fine anno del Partito Democratico di Gualdo Tadino, ospite la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini.
Momento conviviale che è servito anche per affrontare alcune questioni con la presidente Marini, alla presenza del consigliere regionale Andrea Smacchi, i sindaci di Gualdo Tadino, Massimiliano Presciutti, di Fossato di Vico, Monia Ferracchiato, di Costacciaro, Andrea Capponi, oltre i rappresentanti di Costacciaro, Scheggia e Valfabbrica.
È stato Luciano Recchioni, per conto della segreteria Pd, a introdurre il dibattito, partendo da un’analisi dei primi diciotto mesi dell’Amministrazione comunale gualdese, ma soprattutto sottolineando le difficoltà economiche e lavorative che Gualdo ed il territorio della fascia appenninica stanno attraversando e che sembra non volerla abbandonare. Ha poi espresso apprezzamento per l’operato del Sindaco e della sua Amministrazione, che se pur nuova e con molti soggetti alla prima esperienza da amministratori, stanno dando una impronta significativa anche se devono fare i conti con tagli alla spesa pubblica, a tasse sempre più vessanti nei confronti dei cittadini e con entrate sempre più esigue.
Altri interventi sono stati effettuati dal sindaco Presciutti e dai colleghi Ferracchiato e Capponi che hanno tracciato la situazione del territorio della fascia appenninica particolarmente attanagliato dalla crisi economica.
Nel suo intervento la presidente Marini ha replicato alle questioni poste partendo dall’assunto che la Regione farà la sua parte iniziando dai progetti per le aree interne e dalle risorse per Psr, piano di sviluppo rurale, nonché altri progetti mirati ad accedere a fondi europei, sono certamente strumenti da utilizzare. Rocchetta, riapertura dell’Ospedale Calai, situazione delle J.P. Industrie, accordo di programma per la ex Merloni, situazione Tagina, incentivi per il rilancio delle aziende artigianali.
La presidente della Giunta regionale, Catiuscia Marini, ha terminato affermando che l’apertura imminente della Perugia – Ancona, almeno del tratto umbro, deve dare nuova vitalità al territorio e farlo uscire finalmente dall’isolamento, stessa cosa vale per il raddoppio ferroviario Roma- Ancona, che deve restare sul tracciato originario.

Il Pd gualdese prende atto delle dichiarazione della presidente Marini e auspica che da questo momento si sia aperta una nuova fase di massima collaborazione tra Comune e Regione, per invertire questa brutta china intrapresa da tempo su questi territori , aggravanti ulteriormente dalla crisi delle banche ed in particolar modo da quella dell’Etruria.

Altro momento di confronto sarà quello di domani martedì 22 dicembre alle 18.00 presso il Cva del quartiere Biancospino per un incontro alla presenza del sottosegretario agli Interni, Gianpiero Bocci e l’assessore regionale alla Sanità, Luca Barberini.

Share
Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.