Ceramicare, il laboratorio della Pro Tadino

Ceramicare, il laboratorio della Pro TadinoMartedì 3 marzo inizia “Ceramicare”, il laboratorio di ceramica organizzato dalla Pro Tadino per le scuole. E’ il terzo anno consecutivo che l’associazione presieduta da Luciano Meccoli promuove questa attività finalizzata a far conoscere ai ragazzi le modalità con cui vengono realizzati i prodotti in ceramica. La novità di quest’anno è l’estensione della proposta alla scuola secondaria di primo grado F.Storelli che partecipa con tre gruppi delle classi terze. L’altra scuola interessata è la primaria di Cartiere con due gruppi di allievi delle classi quinte. Il laboratorio si svolgerà logisticamente presso la F.Storelli. I tre gruppi della Storelli saranno seguiti da Mario Boldrini e dalla prof.ssa Monica Bozzi. I due gruppi di Cartiere avranno come maestri i ceramisti Stefano Zenobi, Costantino Pennacchioli, Graziano Pericoli e Barbara Amadaori (esperta di disegno e pittura). Il corso si protrarrà per tutto il mese di marzo in 4 settimane nei giorni di martedì e mercoledì. Il presidente Luciano Meccoli, particolarmente soddisfatto per la realizzazione del progetto, ringrazia il Rotary Club per aver cofinanziato l’iniziativa ed il comune di Gualdo Tadino per essersi impegnato a reperire le altre risorse necessarie.

L’impegno della Pro Tadino va a coprire un’esigenza che era diventata pressante dopo la chiusura del Centro Ceramica Umbra. L’artigianato della ceramica è ancora l’attività prevalente del mondo produttivo nel nostro territorio. Avvicinare i ragazzi a questo mondo significa far loro prendere coscienza di un elemento importante del dna della tradizione gualdese e creare le condizioni di base perché qualche giovane possa prendere il testimone e proseguire un percorso che fino ad oggi ha caratterizzato in senso positivo la comunità gualdese.

“L’esperienza di questo percorso didattico-culturale ripresa dalla Pro Tadino nel 2013 è stata sempre apprezzata dai ragazzi delle e dai loro docenti e familiari- dice il presidente della Pro Tadino Luciano Meccoli- ed è stata molto positiva perchè i  maestri ceramisti coinvolti,  con la grande passione per il loro mestiere  hanno dimostrato come si possa trasmettere ai ragazzi  la gioia che procura la manipolazione dell’argilla  ed il piacere di impegnarsi nel disegnare e colorare oggetti da loro realizzati”.

Un laboratorio di ceramica, per il secondo anno consecutivo, verrà attivato anche all’Easp. Gli obiettivi, naturalmente, sono diversi. In questo caso la manipolazione della creta e la decorazione tengono viva l’attenzione e l’interesse degli anziani partecipanti e contribuiscono a mantenere efficienti le funzionalità manuali.

Riccardo Serroni

Share
Questa voce è stata pubblicata in Ceramica e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.