Come un Pour Parler si trasforma in Golden Gala

Come un Pour Parler si trasforma in Golden GalaQuando si dice che “nulla avviene per caso” è proprio vero.
Succede che un giorno ti iscrivi ad un corso per diventare Istruttore di primo livello di atletica. Succede che a quel corso conosci tanti appassionati che come te vogliono saperne di più di questo mondo. Succede anche che tra questi appassionati ci sia un decatleta, Roberto J. Paoluzzi, con il quale inizi a parlare di questo sport, delle problematiche legate agli impianti, delle varie esperienze personali e delle manifestazioni che in Italia danno risalto all’atletica: il Golden Gala su tutte. Per chi non lo conoscesse è un meeting internazionale di atletica leggera che si svolge annualmente presso lo Stadio Olimpico di Roma e che è stato inserito nel circuito IAAF della Diamond League. Evento, questo, che ha visto e vede la partecipazione di Atleti di calibro mondiale. Tanto per citarne alcuni: Yelena Isinbayeva (salto con l’asta); Usain Bolt (100m); Antonietta Di Martino (salto in alto); Blanka Vlasic (salto in alto); Andrew Howe (salto in lungo) e tanti altri.

Si è parlato della nostra esperienza comune a questa manifestazione svoltasi nel 2007, di quanto fosse stato emozionante, come spettatori, trovarsi lì e che personalmente mi sarebbe piaciuto far provare le stesse sensazioni anche ai “miei” atleti, i ragazzi dell’A.S.D. Atletica Tarsina. Ed ecco che Roberto pronuncia le parole magiche: “Puoi farli partecipare alle Staffette Comunali!”.

Da lì si è aperto un mondo. Si è ancor più aperta la mia voglia di far conoscere dal vivo, a ragazzi di una piccola cittadina quale Gualdo Tadino, realtà che forse ignoravano o che hanno avuto modo di conoscere solo attraverso i media, i social, i giornali.

Ne ho parlato con la Presidente dell’Associazione, Simonetta Minelli, persona dal cuore immenso che naviga nel mondo dell’atletica da anni e che da subito si è dimostrata entusiasta nella volontà di organizzare questa maxi staffetta. In passato c’era stata l’idea ma, per un motivo o per un altro, mai si è potuta concretizzare. Ci siamo confrontate e, coinvolgendo anche il plesso delle Scuole Medie “Franco Storelli”, abbiamo deciso di dare il via a questa avventura. Il via all’operazione “Palio dei Comuni”.

Le professoresse Margherita Bianchi e Catia Biscontini, a cui va un Grazie immenso, hanno aderito con gioia e passione a questa nostra proposta e si sono attivate interessando i loro allievi i quali, nonostante ci siano feste locali concomitanti con questa manifestazione sportiva, in molti hanno dimostrato partecipazione ed interesse .

Le pratiche burocratiche sono state facilmente adempiute grazie all’Amministrazione Comunale che senza indugio ha avallato l’iniziativa concedendoci le autorizzazioni nell’immediato.

E succede che il risultato è questo: il 2 giugno 2016, dodici ragazzi gualdesi e di comuni limitrofi (più le riserve), compresi tra i 12 e i 14 anni, parteciperanno al Golden Gala Pietro Mennea correndo una staffetta comunale 12×200 le cui qualificazioni verranno effettuate nel pomeriggio mentre la finale avverrà in serata prima dell’evento internazionale.

I nostri valorosi rappresentanti che difenderanno i colori bianco-rosso della città di Gualdo Tadino saranno: Maria Rondelli; Sara Tizzoni; Benedetta De Pretis; Alessia Franceschini; Noemi Fiorucci; Lorenzo Scaramucci; Marco Ginocchietti; Matteo Cappelletti; Giacomo Matteucci; Damiano Bekit; Kevin Bucci; Federico Tognoloni; Alessio Lanuti; Maria Elisa Paoletti, Mordenti Alessio, Sara Mosconi, Arnesano Sofia e Alessandra Pappafava.

Un grande plauso va a Loro per l’impegno e la determinazione che stanno dimostrando negli incontri preparatori e sicuramente è sempre a Loro che rivolgo il mio GRAZIE più sincero e voglio farlo riportando alcune delle loro sensazioni ed esternazioni in merito a questo evento:

Sono molto contenta ed emozionata per il Golden Gala, perché non è una cosa che capita tutti i giorni! Tra l’altro è la mia prima gara e quindi comincio in bellezza. Anche se non sono veloce sono contenta di andarci perché credo che sia una bella esperienza!” (Noemi).

“Sono certo che questa esperienza mi regalerà emozioni incredibili e non vedo l’ora di arrivare in quello stadio e dare il meglio di me per far vincere la mia squadra”. (Alessio).

“Sono molto contenta di essere arrivata a questo punto. All’inizio facevo (se andava bene) mezzo giro di campo ed ora ne faccio sempre 3, questo significa che sto crescendo e che grazie all’aiuto di tutti i miei “coach” sto raggiungendo il mio obbiettivo: gareggiare contro chi è più forte di me, perché così posso imparare dai miei errori. Il Golden Gala è una gara non per vincere ma per confrontarsi, e partecipo proprio per questo. E concludo con una celebre frase di Abramo Lincoln:”Io faccio il meglio che so, il meglio che posso e sono intenzionato a fare così fino alla fine!””.  (Maria)

“Sono emozionato per questa competizione perché saremo moltissimi a gareggiare, ma soprattutto perché avverrà allo stadio Olimpico di Roma e perché vedremo gareggiare alcuni degli atleti più famosi.” (Federico)

Ma il Golden Gala non è solo il 2 giugno. A partire dal 30 maggio, presso il Parco del Foro Italico di Roma, prenderà il via la RunFest, vera e propria festa dell’atletica in cui si darà vita a varie attività che avranno come focus il pianeta running ed il benessere (attraverso seminari sull’alimentazione e sui corretti stili di vita). Ci sarà la possibilità di provare le varie discipline del correre, saltare e lanciare, aperta a tutte le età, e inoltre si avrà la possibilità di assistere, in forma privilegiata, agli allenamenti dei Big del meeting.

L’edizione 2016 vedrà la partecipazione, tra gli altri, di: Gianmarco Tamberi, oro mondiale indoor di salto in alto con 2,36m; Greg Rutherford, olimpionico iridato nel salto in lungo nel 2012 a Londra con un personale di 8,51m e Wayde van Niekerk, campione del mondo dei 400m con 43”48.

Succede che ora è arrivato il momento della chiusa di questa sorta di articolo.

Quando mi è stato chiesto di scriverlo non sapevo bene cosa descrivervi, come raccontarvi e farvi arrivare le Nostre emozioni per la partecipazione a questo meeting. Francamente non so nemmeno ora se ciò che ho messo nero su bianco sia in grado di trasmettervelo. Ma se non fossi stata abbastanza brava nell’esprimermi e nel creare quell’emotività che cercavo, beh, allora ve lo dico a chiare lettere: Siamo orgogliosi di rappresentare Gualdo Tadino in una manifestazione blasonata come il Golden Gala, e spero che il popolo tutto di Gualdo lo sia di Noi indipendentemente dal risultato.

Correre, camminare, saltare e lanciare… uno stile di vita, un ideale!!!!

Cecilia Ragni

 

Share
Questa voce è stata pubblicata in Sport e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Come un Pour Parler si trasforma in Golden Gala

  1. Cecilia Ragni scrive:

    Voglio ringraziare personalmente il Sig. Merlo per il suo commento e vorrei anche fare un plauso speciale ad uno dei ragazzi “coinvolti” nella maxi staffetta: Damiano Bekhit.
    Non entro nei dettagli ma a 13 anni ha dato una lezione generale al mondo degli adulti che spesso dimenticano il senso dell’essere e dell’appartenere ad un gruppo.
    E visto che l’articolo è stato pubblicato prima che lui potesse esternare le sue emozioni in merito al Golden Gala ve le scrivo ora: “Per me è una grande emozione andare a Roma a incontrare o solo vedere campioni di fama mondiale. E’ una grande possibilità che sfrutterò al massimo.”

  2. Francesco Troni scrive:

    Grazie Sig. Merlo.
    A nome mio, dell’A.S.D. Atletica Tarsina e della Maestra Cecilia, come la chiamiamo noi grazie ai bambini che allena.
    Ma non dimentichiamoci degli altri attori coinvolti e senza i quali non avremmo potuto fare nulla: Comune di Gualdo Tadino, nella persona del Sindaco Presciutti, e la Scuola Media Franco Storelli.

    E forza Gualdo!!!!

  3. Merlo scrive:

    Stupenda iniziativa.

    MEDITATE

I commenti sono chiusi.