“Convivio Epulonis”, premi e riconoscimenti

"Convivio Epulonis", premi e riconoscimentiMusiche, danze, spettacoli di saltimbanchi e sputafuoco, nella splendida cornice della Rocca Flea a Gualdo Tadino, hanno immerso gli ospiti della 22° edizione del Convivio Epulonis, nella suggestiva atmosfera medievale, dove il buon gusto ha regnato sovrano.

La serata iniziata con il benvenuto del Sindaco Massimiliano Prosciutti e del Presidente dell’Ente Paolo Campioni agli illustri ospiti nella Sala Consiliare del Comune di Gualdo Tadino, è poi proseguita nel castello federiciano, dove, raggiunto il cortile, attraverso un suggestivo percorso di allestimenti teatrali, i commensali si sono seduti alla tavola decorata ed  imbandita in stile medievale.

Come in ogni edizione del Convivio, anche quest’anno sono stati consegnati premi e riconoscimenti a personaggi illustri e personalità di rilievo, che si sono distinte nella carriera e soprattutto hanno dato e stanno dando supporto ad una manifestazione storico culturale che sta crescendo qualitativamente e notoriamente, i “Giochi de le Porte”.

A tal proposito è stata consegnata dal Presidente dell’ente Giochi de le Porte Paolo Campioni e dal Vicepresidente Giuseppe Ascani, la Bastola d’oro 2017 a Chiara Bigioni, Responsabile area investimenti di Rocchetta S.p.a., azienda leader nel panorama mondiale delle acque minerali e ormai da dieci anni main sponsor de i “Giochi de le Porte”, “perché oltre a distinguersi per la sua correttezza, disponibilità, professionalità ed eleganza nei modi,  rappresenta unazienda, Rocchetta, che da ormai dieci anni ha sposato il progetto de I Giochi de le Porte, supportando la manifestazione, dandole anche la possibilità di crescere grazie ad un reciproco scambio di stima e fiducia

“E’ per me un piacere partecipare a questa serata del Convivio Epulonis, evento importante e suggestivo, che anticipa i Giochi di settembre facendoci calare in atmosfere d’altri tempi. siamo lieti di supportare l’organizzazione di eventi di questo genere” dice Chiara Bigioni.

Altra Bastola d’oro 2017 è stata assegnata al Caporedattore del “TGR Umbria” Alvaro Fiorucci

per aver dato sempre voce ai fatti nella loro veridicità, per il coraggio che solo un esperto e saggio giornalista-cronista possiede nellaffrontare  ed approfondire temi difficili e delicati, per la sua brillante carriera frutto dellestrema professionalità e passione per quel mondo tanto affascinante quanto  irto di pericoli che è il mondo del giornalismo e dellinchiesta

Nel corso della serata sono stati poi consegnati riconoscimenti e premi in ceramica a lustro oro e rubino alla giornalista del “Corriere della Sera” Margherita De Bac, “perché affianca alla professionalità nellattività̀ giornalistica, la sensibilità nei confronti della formazione in merito alla comunicazione scientifica e la capacità di saper divulgare in modo semplice e comprensibile argomenti estremamente tecnici e complessi, al vicedirettore del Tg3 Giuliano Giubilei, per essere stato ed essere un grande giornalista, conduttore di molti speciali che hanno fatto storia e ad oggi vicedirettore del Tg3. Umbro di nascita, questa sera è un piacere averlo qui e poterlo premiare con un riconoscimento che speriamo sancisca una lunga e piacevole amicizia con Gualdo ed i Giochi de le Porte, a Francesca Romana Elisei perché ha saputo distinguersi nel panorama giornalistico regionale ed italiano, fino ad arrivare alla conduzione del Tg2, mostrando grande passione e professionalità, oltre che sensibilità nel trattare argomenti di cronaca e a Chiara Giallonardo, “per accompagnarci ogni fine settimana in luoghi incantevoli attraverso la conduzione del programma Linea Verde e quindi farci godere con gli occhi e con la mente delle bellezze di questa nostra Italia, con la sensibilità e la professionalità che la contraddistingue.

Riconoscimenti non  Potevano mancare per chi ogni giorno difende la giustizia e lavora affinché la cittadinanza sia tutelata e supportata:

l’Assessore Regionale Fernanda Cecchini, “perchè è donna e politico sensibile ed attiva nel sociale, nella tutela dellambiente e della cultura. In questo periodo impegnata nel supporto delle comunità economiche umbre, purtroppo, duramente colpite dal terremoto ma che hanno voglia di rialzarsi. A lei il nostro riconoscimento per dare sostegno a manifestazioni ed iniziative di carattere storico culturale

l’onorevole Walter Verini per essere stato anchesso voce dellUmbria come giornalista, ricoprendo anche  cariche importanti in varie testate regionali e non solo e soprattutto per essere oggi un politico impegnato su vari fronti, primo fra tutti la giustizia;

il Procuratore generale della repubblica di Perugia Fausto Cardella, “per essere figura di spicco nel panorama giudiziario italiano, già magistrato che ha coordinato alcune delle principali inchieste italiane degli ultimi anni, partecipando anche allarresto degli assassini di Giovanni Falcone e per tutelare i diritti dello stato e dei cittadini, garantire la sorveglianza sulle leggi e regolare lamministrazione della giustizia. 

“ Non vorrei collegare tutto al mio lavoro, ma eventi culturali di questo genere, che richiedono impegno e collaborazione tra le persone, sono importanti, anzi fondamentali per allontanare e combattere qualsiasi tipo di azione illegale”, dice Cardella

Il Premio d’onore della serata, il Trofeo San Michele Arcangelo è stato consegnato dal Sindaco di Gualdo Tadino Massimiliano Presciutti al Prefetto di Perugia Raffaele Cannizzaro, “perchè  persona di ampio spessore umano, dotato di carisma e autorevolezza, distintosi nel corso della sua brillante carriera per competenza e professionalità. Dalla sua nomina a Prefetto di Perugia l11 Gennaio 2016 è stato sempre molto presente nel nostro territorio, mostrando vicinanza e sostegno alla comunità di Gualdo Tadino. Dalla firma del Protocollo dintesa per la legalità e i tentativi di infiltrazione criminale, al Premio Beato Angelo 2016, alla recente visita de Presidente della Corte  Costituzionale Paolo Grossi, ha sempre mostrato una particolare attenzione verso la nostra città rendendoci ogni volta orgogliosi per la sua presenza e attenzione.

“Grazie del premio e grazie per avermi fatto vivere un’esperienza di questo genere, che testimonia quanto importante siano eventi di questo genere per ogni comunità e per l’Umbria”, dice Cannizzaro.

Gli invitati alla Convivio hanno potuto gustare un menu medievale di due primi, un secondo e il dolce, frutto della ricerca storico culinaria fatta dai tavernieri delle quattro Porte in collaborazione con Lucio Angeletti. Oltre a degustare i cibi, presentati e descritti ogni volta prima di essere serviti, i commensali hanno votato il piatto più buono, che è stato il “Porcellum conciatum”, maialino cucinato secondo ricetta medievale.

Plauso a tutti i tavernieri, che hanno lavorato strenuamente da giorni per organizzare la serata insieme alle Commissioni dell’Ente Giochi e al Direttore artistico del Quarantennale dei Giochi de le Porte Daniele Gelsi.

Ad aggiudicarsi però, quest’anno, la Bastola d’oro come Taverna è stato San Benedetto e a ricevere la Bastola d’oro come Taverniere Giovanni Gubbini di Porta San Facondino.

Presenti alla serata anche il Maresciallo Simone Mattei, l’architetto e tecnico del Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali (Mipaaf) Graziano Alberti, il Funzionario Rai Gloria Brunetti, i medici che hanno partecipato nella mattinata di ieri, presso lo stabilimento Rocchetta al Corso “ La notizia non può attendere” e Catia Monacelli, Direttrice del Polo Museale di Gualdo Tadino e gli artisti protagonisti della V mostra internazionale di arte Naif inaugurata ieri presso il Centro culturale Casa Cajani e che resterà aperta fino al 27 Agosto.

Addetto Stampa Ente Giochi de le Porte

          Elisabetta Scassellati

Share
Questa voce è stata pubblicata in Giochi de le Porte e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *