CONVIVIUM EPULONIS 2018

CONVIVIUM EPULONIS 2018A Gualdo Tadino, il prossimo 7 Luglio avrà luogo l’evento che ormai da anni celebrà l’arte culinaria medievale e la città, il “Convivio Epulonis”.
Questo appuntamento con l’eleganza, il gusto e la cultura offrirà l’occasione, ad un parte di personalità di spicco nel panorama politico sociale e culturale italiano, di immergersi nella storia ed assaporare e gustare le atmosfere, i profumi e i sapori medievali, prima nella splendida cornice della Rocca Flea e poi presso la Taverna di San Facondino.

Organizzato dall’Ente Giochi de le Porte in collaborazione con la Commissione artistica dell’Ente Giochi, il Convivio è un appuntamento annuale con il medioevo ed ormai uno degli eventi che dà lustro al calendario della manifestazione settembrina de “I Giochi de le Porte”.

La serata inizierà a partire dalle ore 19.45 presso la fortezza federiciana della Rocca Flea, dove il sindaco Massimiliano Presciutti e il Presidente dell’Ente Giochi Paolo Campioni, saluteranno e accoglieranno gli ospiti, sempre di grande spessore culturale, nella Sala della Città.

A seguire ci sarà un aperitivo di benvenuto ed un primo tuffo nel passato nel cortile della Rocca dopodiché tutti i presenti si incammineranno lungo le vie caratteristiche della città fino alla Taverna di San Facondino che ospiterà la Cena a tema medievale del Convivio.

Lungo il percorso gli ospiti potranno godere delle bellezze che il centro storico della città offre, dei suoi scorci e delle sue particolarità.
Ad attenderli un mondo di suoni, colori e profumi d’altri tempi. Allestita a tema, la location scelta per il Convivio, sarà luogo di festa e spettacoli, tutti rigorosamente medievali.

Le sorprese non mancheranno e i commensali saranno allietati come storia vuole, non solo da piece teatrali e giochi ma anche dal piacere di gustare un menu dove a farla da padrone sarà il piacere di assaporare cibi cucinati magistralmente dai tavernieri delle quattro Porte, frutto di una scrupolosa ricerca storico culinaria.

Ospite d’eccezione di questa edizione del Convivio 2018, l’esecutivo Chef esperto in cucina medievale Agostino Ercolani.


Agostino Ercolani nato a Milano il 04-10-1967, è residente a Macerata Feltria in provincia di Pesaro e Urbino

La passione per la cucina nasce nella Trattoria della Madre nel paese natio : Sassocorvaro a pochi chilometri da dove vive adesso e dove fin da piccolo gironzolava in cucina e in sala incuriosito da quel mondo.

All’età di circa 14 anni inizia il percorso di crescita professionale, facendo le mansioni più dure e spesso disparate nell’ambito della ristorazione,che per fortuna lo temprano e di cui ha fatto tesoro.

Col tempo è cresciuto il bagaglio professionale, fino ad arrivare ad aprire un suo locale, dove proponeva piatti della Tradizione

Arrivare a leggere l’Artusi,e il Grande maestro Gualtiero Marchesi,che gli hanno aperto nuovi orizzonti e idee fino a proporre e tenere un corso su la preparazione ed esecuzione del Brodetto di Pesce alla Marchigiana da una ricetta del 1600 leggermente rivisitata. Questa lezione e presentazione è andata in onda sulle TV locali e non solo.
Da qui Ercolani ha iniziato una accurata ricerca sulla vita e cultura del cibo nel Medioevo, che lo ha appassionato a tal punto da cercare nuovi scritti di cucina dove carpire qualche segreto e intingolo della cucina dell’epoca.

“E’ al quanto piacevole leggere le descrizioni e spiegazioni delle ricette che vengono narrate come storie e colorite con commenti di chi scrive”, dice Ercolani, ad oggi cuoco medievale apprezzato in tutta Italia, che ha come motto “ IMPARIAMO DAL PASSATO PER CUCINARE NEL PRESENTE”

La Cucina medioevale ha iniziato a proporla in luoghi compiacenti come Grotte in Castelli, Segrete di Rocche Fortificate e anche in Agriturismi avendone un buon riscontro divulgativo e come ciliegina sulla torta ha tenuto un corso all’ Alberghiero di Pesaro ad alcuni Docenti e ai facenti parte dell’Associazione Italiana Cuochi.

Ora è Executive Chef e sottolineo presso “ La Corte della Miniera”, un Agritutismo immerso nel verde a pochi chilometri da Urbino, dove propone alcuni piatti Medioevali e Antichi rivisitati, tra cui il Menù del Minatore creato da storie di vita del 1200.

Tanti i riconoscimenti e gli attestati di merito durante la carriera professionale di questo cuoco d’altri tempi, ultimo dei quali è stato il Secondo miglior piatto al Tartufo Pregiato di Acqualagna.

Share
Questa voce è stata pubblicata in Giochi de le Porte e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *