Crack Banca Etruria: analisi e proposte

Crack Banca Etruria: analisi e proposteStanno provando in tutti i modi a mettere il silenziatore sulla vicenda, si rimpallano le responsabilità per annacquare tutto. Noi, al contrario, rilanciamo ed abbiamo organizzato un’importante iniziativa (locandina+) proprio a Gualdo Tadino, in uno dei principali epicentri del crak di Banca Etruria, in uno dei territori umbri già maggiormente funestati dalla crisi.
Lo facciamo per far capire meglio e a tutti quello che è successo in questa storia, quello che ancora succederà, per avanzare proposte affinchè non accada mai più, per sostenere concretamente le azioni dei piccoli risparmiatori truffati, per ragguagliare sulle novità dei percorsi di rivalsa avviati e per delineare le politiche necessarie al rilancio sociale ed economico di questa realtà.
Per chi vuole contribuire al confronto, partecipare, informarsi correttamente e sostenere la battaglia dei propri concittadini truffati, l’appuntamento è per venerdì 22 gennaio, alle ore 17.30, presso la sala consiliare del Comune di Gualdo Tadino.
L’iniziativa, sul tema “Crack Banca Etruria: analisi e proposte”, è promossa da Rifondazione Comunista e da Possibile.
Si confronteranno Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione Comunista, Rita Castellani, economista dell’Università di Perugia, animatrice umbra del movimento di Pippo Civati, e Alessandro Petruzzi, Presidente di Federconsumatori Umbria. Porteranno la loro testimonianza i piccoli risparmiatori cui sono state azzerate le economie. Introduce e coordina Gianluca Graciolini.

Prc Umbria
Possibile Umbria

Share
Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.