Cresce l’attività del Cvs per sostenere le famiglie bisognose

Cresce l’attività del Cvs per sostenere le famiglie bisognose - Gualdo TadinoCresce l’attività del Cvs, il centro di volontariato sociale della Caritas diocesana, per dare sostegni alle famiglie che vivono situazioni di bisogno; il cui numero è sempre più alto, anche a causa della crisi economica ed occupazionale del territorio. Lo ha riferito Paola Scoppolini, la presidente, all’assemblea di fine anno alla quale hanno partecipato il direttore diocesano della Caritas, padre Vittorio Viola e tanti soci. Nella sede di via Monte Alago, vicina alla chiesa di San Giuseppe Artigiano, si rivolgono mediamente una diecina di famiglie al giorno e, dopo la prima fase di ascolto, i volontari danno sostegni di vario genere e natura, tra cui quelli economici per pagare bollette, affitti, ticket e presidi sanitari, trasporti scolastici ed altro; forniscono oltre 180 pacchi alimentari mensili per Gualdo e Fossato, mettono a disposizione vari sussidi, come il vestiario; utilizzano anche i prodotti prossimi alla scadenza forniti dal supermercato Famila. Ricevono aiuti economici dalla Caritas diocesana con i fondi dell’8 per mille, quelli del 5 per mille, donazioni da parte di generosi privati, ma anche dalla collaborazione di altre associazioni e con varie iniziative, tra cui la pesca, il “fiore della carità”, le raccolte di viveri nelle chiese. Si è parlato anche delle case diocesane di accoglienza di Santa Maria degli Angeli e del progetto finanziato da Caritas italiana “Punti e spunti” per costruire opportunità di lavoro.

Alberto Cecconi

Share
Questa voce è stata pubblicata in Accade a Gualdo e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.