Crisi comunale. Siamo ormai arrivati al capolinea

Crisi comunale.Siamo ormai arrivati al capolinea - Gualdo TadinoA vuoto anche il quinto tentativo. Mancanza del numero legale e tutti a casa dopo l’appello. Erano presenti i consiglieri del Pdl (meno Olga Fioriti che, al momento in cui scriviamo, non abbiamo notizia che abbia accolto la richiesta di dimettersi) ed i due consiglieri del gruppo Sms ancora in carica (Paoletti e Baldassini). Assenti tutti gli altri: Marcello Diso (Gruppo  Misto), Gianluca Graciolini (Rifondazione), Dieco Pascolini (Progressisti), i due socialisti (Angelo Scassellati e Gianfranco Bazzucchi) ed i 4 Pd (Massimiliano Presciutti, Roberto Morroni, Pamela Pennacchioli e Gilberto Garofoli).

Parole durissime del sindaco Roberto Morroni a cui abbiamo chiesto se, ora, si andrà ancora avanti nelle convocazioni del consiglio o si prenderà atto della impossibilità di continuare: “Si andrà avanti finché sarà possibile in modo da evidenziare un comportamento gravissimo delle forze di opposizione che stanno impedendo ad un organismo democratico come il consiglio comunale di poter funzionare. E’ un comportamento aventiniano che non porterà nulla di buono alla città e nulla di buono nemmeno alle forze di opposizione che lo stanno adottando”.

Di tono diverso le dichiarazioni di Sandra Monacelli e Gianni Paoletti, rispettivamente presidente e capogruppo del gruppo Sms… per i quali: “Siamo ormai arrivati al capolinea. Il sindaco dovrebbe prenderne atto e dovrebbe rassegnare le dimissioni. Le assenze sono chiaramente volute ed anche se si riuscisse a raggiungere il numero legale il bilancio non sarebbe comunque approvato. Non ci sono più le condizioni per immaginare di andare avanti. Con senso di responsabilità e coraggio cominciamo a pensare al domani”.

Gianni Paoletti ha dato, comunque, la propria disponibilità per una nuova convocazione del consiglio comunale per il prossimo fine settimana perché “nel caso in cui si riuscisse a tirar fuori dal cilindro un tiro da tre all’ultimo secondo il nostro senso di responsabilità non mancherà”.

Riccardo Serroni

Share
Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.