Croce e delizia signora mia con Simona Marchini

Croce e delizia signora mia con Simona MarchiniIl primo spettacolo della Stagione di Prosa di Gualdo Tadino, va in scena sabato 2 dicembre, alle 21, per la prima volta sul palco del Teatro Talia, con un ospite prestigiosa, Simona Marchini.  Attrice tra le più apprezzate e popolari della scena italiana, l’artista porta in scena Croce e delizia signora mia, per raccontarci, attraverso uno speciale omaggio a Giuseppe Verdi, tre storie appassionanti Traviata, Rigoletto e Trovatore, la cosiddetta trilogia popolare.
“Il mio incontro con l’opera nasce dall’infanzia – racconta Simona Marchini – eroi, eroine, drammi, passioni… tutto ha nutrito la mia vita, e quella della mia famiglia, da quando ho memoria condivisa con nonni e genitori. Spesso l’immedesimazione era fortemente emotiva, fino alle lacrime. Passavo tutto il repertorio, dal martirio d’amore alla malizia giocosa dell’intrigo sentimentale… Insomma ero totalmente immersa in un fantastico mondo pieno di suoni, costumi, luci e voci “miracolose”… bene, tutto questo si è sedimentato, depositato, nei molti strati del mio patrimonio di vita e di esperienza ed è diventato “spettacolo”.
Con la sua consueta verve ironica ed elegante non mancherà di conquistare il pubblico in una serata da non mancare all’insegna del divertimento e della bella musica.
Si può prenotare telefonicamente, al Botteghino Telefonico Regionale 075/57542222, tutti i giorni feriali, dalle 16 alle 20. I biglietti prenotati vanno ritirati mezz’ora prima dello spettacolo, altrimenti vengono rimessi in vendita.
E’ possibile acquistare i biglietti anche on-line sul sito del Teatro Stabile dell’Umbria www.teatrostabile.umbria.it.

Share
Questa voce è stata pubblicata in Cultura e Spettacolo e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Croce e delizia signora mia con Simona Marchini

  1. Riccardo Serroni scrive:

    Quello che vede come protagonista Simona Martini è il secondo spettacolo della stagione teatrale gualdese (il primo è andato in scena al Morlacchi). Ma anche se c’è ormai uno spettacolo in meno, per chi non l’avesse ancora fatto, abbonarsi conviene. Il prezzo di ogni singolo spettacolo, infatti è di 15 euro (10 ridotto per gli over 60 e gli under 25). Moltiplicando 15 € x 6 si ottiene la somma di 90 euro (60 per i ridotti). Ebbene, l’abbonamento è di 75 euro (55 per i ridotti) con un risparmio di 15 euro (5 per i ridotti). Quindi, se ne avete la possibilità, abbonatevi. Che è anche il modo migliore per sostenere questa iniziativa che vede in campo in sinergia il comune di Gualdo, l’UniGualdo, il Teatro Stabile dell’Umbria e l’Associazione Educare alla vita buona che, da quest’anno, oltre a mettere a disposizione il teatro Don Bosco, ha contribuito anche economicamente. Ed è Umberto Balloni, presidente di questa associazione, che fa un appello ai Gualdesi: “Abbiamo fatto un notevole sforzo per allestire un cartellone di qualità- dice-Ci aspettiamo che i nostri concittadini apprezzino concretamente quanto abbiamo fatto partecipando agli spettacoli, soprattutto sostenendoci con il loro abbonamento. Soltanto così alimenteranno il nostro entusiasmo e la nostra voglia di fare qualche cosa di positivo per la cultura della nostra città”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *