Diritto Servitù Acquedotto Rocchetta

Diritto Servitù Acquedotto RocchettaEra Settembre 2012 quando il Consiglio di Amm. “Provvisorio” della Comunanza Agraria ha cominciato a denunciare nell’Assemblea Utenti la totale mancanza e le irregolarità nell’attivazione delle procedure dei cambio di destinazione d’Uso da parte del Comune nei confronti di Rocchetta S.p.A. sui terreni che allora sapevamo solo essere soggetti ad uso civico.
Abbiamo proseguito ad incalzare gli Enti preposti chiedendo i documenti che attestassero i cambi di destinazione d’uso, l’esistenza dei permessi alla realizzazione dei 6 Pozzi e , infine, la copia di un contratto per una servitù di acquedotto che si sarebbe dovuto stipulare nel 1994 tra Comune e Rocchetta, per poco più di 1.800 mq, in ottemperanza ad una Delibera di Giunta Regionale.
Sindaci, funzionari e governatori regionali, mai hanno risposto su quel contratto, come pure sui permessi per i Pozzi, e oggi queste due questioni costituiscono il corpo centrale del punto n.3 del Ricorso al TAR contro la proroga Rocchetta.
Solo successivamente alla pubblicazione della Sentenza dichiaratativa del 07 Marzo 2016 che spiega con chiarezza che le terre ad uso civico di Gualdo sono un dominio collettivito dei gualdesi con titolarità in capo alla Comunanza Agraria dal 1895, che ne ha il possesso, la rappresentanza degli Utenti e la gestione, arriva in sordina, come una delle più imbarazzanti auto accuse, un provvedimento Comunale maldestro e tardivo di ben più di 20 anni che vorrebbe illegittimamente rimediare ad una situazione denunciata da anni, riconducendola a vantaggio del Comune.
Comune che oltretutto si ostina ad indicare come destinazione di tali proventi il Bilancio Comunale, dimenticandosi tutte le indicazioni dettate dalle Leggi dello Stato.
Comunque una riflessione s’impone: La coerenza e la perseveranza della Comunanza hanno cominciato a scardinare pesantemente un modus operandi che ha penalizzato la collettività per anni. I frutti di un duro e continuo lavoro condotto sotto pressione, spesso anche doverosamente silenzioso, non tardano ad arrivare per i pazienti, nonostante i tentativi non efficienti di rimediare che emergono qua e là.
Riferiremo di tutti i dettagli e sviluppi della questione Rocchetta all’Assemblea degli Utenti, convocata per il 20 Gennaio 2017, in cui discuteremo anche dello Statuto e della Inaugurazione della Nuova Sede della Comunanza Agraria.
Intanto Il Consiglio di Amministrazione continuerà ad agire coerentemente al mandato Assembleare per la tutela del dominio collettivo e metterà in atto tutte le azioni necessarie.

Consiglio di Amministrazione della Comunanza Agraria Appennino Gualdese

Share
Questa voce è stata pubblicata in Ambiente e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.