Ente Giochi de le Porte: approvato sia il rendiconto finanziario 2017, sia il bilancio di previsione 2018

Ente Giochi de le Porte: approvato sia il rendiconto finanziario 2017, sia il bilancio di previsione 2018E’ stato approvato all’unanimità, nel corso dell’ultima riunione dell’Ente Giochi de le Porte, sia il rendiconto finanziario 2017, sia il bilancio di previsione 2018.
Nonostante tutte le spese che l’Ente Giochi ha dovuto affrontare per far sì che la manifestazione de I Giochi de le Porte 2017 si svolgesse nel rispetto delle norme vigenti con la messa in sicurezza dell’intero percorso di gara, si dice soddisfatto di come siano andate le cose.
“Sono molto soddisfatto. L’ente ha mostrato grande compattezza e si è riconosciuto nel programma di lavoro di quest’anno. Adesso avanti insieme perchè le cose da fare sono moltissime”, dice il Presidente dell’Ente Giochi Paolo Campioni.
Questo Ente insediatosi lo scorso Marzo 2017 ha espresso sin da subito la volontà di collaborare “insieme” e con la massima trasparenza per far si che la festa di Gualdo Tadino, simbolo di tradizione e cultura, potesse crescere e svolgersi nel migliore dei modi.
Il 2017 è stato l’anno del 40ennale de i Giochi de le Porte e tanti sono stati gli appuntamenti organizzati dall’Ente Giochi per dare rilievo e lustro ad una manifestazione che coinvolge l’intera cittadinanza gualdese. Dalla tradizionale Cena dei 100 giorni alla “Notte Blu, il Medioevo nella città della cuccagna”, durante la quale Gualdo Tadino ha animato il centro storico con spettacoli medievali di rilievo, al Convivio Epulonis, che ha fatto conoscere la manifestazione a personalità di spicco nel panorama politico e dell’informazione regionale e nazionale, al Trofeo Andrea Cardinali, fino all’appuntamento clou de i Giochi de le Porte di fine settembre.
Primario è stato sin da subito il tema della sicurezza. Per questo l’Ente Giochi e il Comune di Gualdo Tadino hanno collaborato per rendere questa manifestazione in linea con le vigenti norme in merito. I costi per fare questo sono stati ingenti ed hanno richiesto da parte dell’Ente giochi, un dispendio economico e di energie molto elevato, ma di fondamentale importanza è stato l’ormai decennale supporto ecomonico del main sponsor Rocchetta S.p.a.
L’Ente giochi ed in particolare l’Ufficio di Presidenza, guidato dal Presidente Paolo Campioni, ha puntato a far crescere la festa cercando di fornire alla cittadinanza la possibilità di vivere i Giochi in ogni punto del centro storico grazie all’istallazione di ben cinque maxi schermi lungo tutto il percorso di gara ed un utilizzo migliore delle gradinate. Anche per far questo l’Ente ha dovuto sostenere spese elevate ma i feedback sono stati del tutto positivi.

Questa Presidenza ha dunque provveduto sin dal suo insediamento:

  • al reperimento della documentazione fiscale degli anni precedenti (dal 2004 al 2016) dai vari Studi di Consulenza e sta provvedendo alla sistemazione della stessa presso la sede dell’Ente, avendo acquistato da ultimo dei mobili da ufficio a costi irrisori;
  • alla registrazione in data 03/05/2017 dei marchi d’impresa dell’Ente Giochi de le Porte e di Porta San Facondino, San Benedetto, San Martino e San Donato;
  • all’inventario del patrimonio.

Inoltre l’Ente giochi, come si era prefissato sin dall’inizio, si è impegnato a nominare una Commissione Statuto, formata da dieci membri, due rappresentanti per ogni Porta e due membri dell’Ufficio di Presidenza, per riformulare lo Statuto de i Giochi de le Porte.
Approvato all’unanimità anche il bilancio di previsione 2018, che vedrà una sostanziale diminuzione delle spese ed un miglioramento in qualità degli appuntamenti tradizionali correlati ai Giochi de le Porte.

Share
Questa voce è stata pubblicata in Accade a Gualdo e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.