Gara dei dolci di Rigali

Gara dei dolci di RigaliAnche quest’anno sono stato presente, come giurato, alla gara dei dolci di Rigali, giunta ormai alla terza edizione. Ed ho partecipato volentieri perché questa gara credo che sia una delle più interessanti manifestazioni dell’estate gualdese. I motivi che ne caratterizzano la positività sono numerosi. Ne cito soltanto alcuni. Innanzi tutto è un premio alla manualità abbinata alla creatività. L’impegno nel confezionare dolci buoni ed esteticamente caratteristici è notevole. Poi è un riconoscimento alla volontà di riscoprire un’antica arte, quella del cucinare, che, per i tempi moderni invasi da fast-food e cibi confezionati, sembra ormai relegata nel recinto delle nonne e delle pensionate. Infine ha la capacità di aggregare in un unico contesto competitivo giovani (forse più propensi alla creatività e sperimentazione) e meno giovani (più sicure nella loro esperienza). Ho commesso un errore. Ho parlato sempre al femminile, ma sostanzialmente ancora la realtà è questa. In cucina le regine assolute sono ancora le donne. Il gruppo dei partecipanti alla gara di Rigali (1 uomo e 21 donne) ne è la conferma.
La giuria era composta da 8 giurati: 3 tecnici (esperti del settore) e 5 di diversa rappresentanza. In proporzione inversa a ciò che ho detto prima (una sola donna e 7 uomini). Avevamo a disposizione voti da 1 a 10. Il verdetto finale è stato accolto senza contestazioni. Soltanto dopo la proclamazione dei vincitori il numeroso pubblico presente ha avuto la possibilità di assaggiare i 22 dolci partecipanti e non ho avuto la possibilità di verificare la corrispondenza tra i gusti del pubblico e quelli dalla giuria. Una verifica, oltretutto, impossibile da effettuare perché i gusti sono assolutamente personali. Lo ricorda anche un detto latino: de gustibus non disputandum, sui gusti non si discute.
Di seguito l’elenco dei vincitori
Tre categorie di premi.
a) Premi per il dolce più bello esteticamente:
1) Fantasia di frutta di Benedetta Dominici
2) La casalinga disperata (un dolce a forma di lavatrice) di Anna Galassi e Simona Minelli.
3) Flower di Angel Mariucci.
b) Premi per il miglior dolce morbido (da frigo)
1) Mousse ai tre cioccolati di Federica Passeri (61 p)
2) Aria di primavera di Angela ed Annalisa (59 p)
3) Torta pinguino di Ramona e Giada Manciocchi. (58 p)
c) Premi per il miglior dolce da credenza
1) Dolce amaro di Adelisa Comodi (60 p)
2) Le chiacchiere di Roveto di Daniela Teodori e Cristiana Raggi (59 p)
3) Caramelle di Maria Grazia ed Anna Vergari. (56 p)

Riccardo Serroni

Share
Questa voce è stata pubblicata in Accade a Gualdo e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.