“Giornata del Ricordo”: le iniziative in programma

"Giornata del Ricordo": le iniziative in programma a Gualdo TadinoPer la Giornata del Ricordo diverse le iniziative in programma a Gualdo Tadino:
Dalle ore 8 (e fino alle 9.50) presso l’Istituto Comprensivo di Gualdo Tadino per celebrare tale evento le classi terze (Sez. A-B-C-D-E-F) assisteranno alla visione di un documentario sulle foibe.
Dalle ore 8.30 alle ore 9.30, invece, presso l’Aula Magna dell’Istituto Casimiri il Prof. Paoletti terrà una Conferenza per ricordare le vittime delle Foibe e dell’esodo giuliano-dalmata.
Alle due iniziative sarà presente per l’Amministrazione Comunale l’Assessore all’Istruzione, Emanuela Venturi insieme al Sindaco Massimiliano Presciutti.
Terminati i due momenti nelle scuole, il Sindaco Presciutti e l’Assessore Venturi insieme agli altri Assessori Sabbatini, Mischiani e Pasquarelli si recheranno presso via Martiri della Foibe Istriane, e renderanno omaggio alle vittime dell’eccidio deponendo un mazzo di fiori.

Share
Questa voce è stata pubblicata in Accade a Gualdo e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

1 Response to “Giornata del Ricordo”: le iniziative in programma

  1. Istituto di Istruzione Secondaria Superiore "R. Casimiri" scrive:

    Lunedì 11 febbraio presso l’aula magna dell’Istituto “R. Casimiri” di Gualdo Tadino si è tenuta una conferenza sulle foibe e sull’esodo dall’Istria in occasione della celebrazione del “giorno del ricordo”. Il lavoro è stato coordinato da Katia Tittarelli e da Gianni Paoletti, docenti di storia presso l’istituto. Mediante una ricostruzione dei rapporti fra le varie componenti nazionali – italiana, slava e austriaca – presenti nell’area giuliano-istriana fra la fine dell’Ottocento e la seconda guerra mondiale, la conferenza tenuta al “Casimiri” ha evidenziato il percorso particolarmente complesso con cui si arrivò alle stragi dell’ottobre 1943 e della primavera-estate del 1945. Il quadro storiografico di questa vicenda, ricostruito sulla base delle più recenti acquisizioni documentarie pubblicate in Italia, ha evidenziato il complicato contesto in cui le foibe si inquadrano, soprattutto fra il 1918 e la fine della seconda guerra mondiale, nonché le motivazioni per le quali per molti decenni questo dramma è stato dimenticato.
    Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “R. Casimiri”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *