I FESTEGGIAMENTI DI PORTA SAN FACONDINO

Una grande festa in costume medioevale presso la Rocca Flea con tanto di fuochi d’artificio ha salutato, a poco meno di un mese, la vittoria nel Palio di San Michele arcangelo di Porta San Facondino. I Portaioli gialloverdi, nel rispetto delle proprie tradizioni, hanno iniziato sabato pomeriggio i festeggiamenti per la permanenza nei loro quartieri del Palio, considerando che nel 2013 è stato fatto il bis del 2012. Si è iniziato con una messa e un te Deum di ringraziamento presso la chiesa del convento dell’Annunziata dei frati zoccolanti, cerimonia durante la quale sono stati offerti i tradizionali doni, dei fiori e un cero, all’altare della chiesa da parte dei priori, Fabio Pasquarelli ed Elisa Paciotti. Insieme agli altri portaioli in costume storico, i giocolieri protagonisti del Palio, i tamburini, i priori hanno raggiunto in corteo il convento dove hanno partecipato alla messa celebrata dal padre francescano, padre Emilio. Logicamente per le vie dei quartieri gialloverdi ha sfilato il Palio realizzato da Jacopo Scassellati. Subito dopo il corteo ha mosso alla volta del proprio quartiere della capezza, dove ha raggiunto l’Istituto delle suore del Bambin Gesù, da sempre molto vicine a Porta San Facondino.
Ma il clou della festa è stato presso la Rocca Flea, addobbata per l’occasione e trasformata in una splendida corte medioevale. In questo contesto e in costume, i portaioli di San Facondino hanno celebrato le proprie vittorie, sia quella del Palio che quella del miglior Corteo storico. Il tutto con un banchetto di cibi tradizionali accompagnato da note di musica medioevale.
Tutti insieme i portaioli si sono stretti intorno ai protagonisti, mentre su uno schermo scorrevano le immagini salienti di Porta San Facondino in occasione dei Giochi de le Porte 2013 sia del Palio che del corteo storico. Insieme ai portaioli erano ospiti anche i rappresentanti della Nobilissima Parte di Sopra di Assisi, nonché l’assessore Fabio Viventi in rappresentanza della Giunta comunale.
In questa occasione sono stati consegnati dei riconoscimenti ai protagonisti del Palio, ovvero a Mattia Biagioli, Simone Di Loreto, Roberto Franceschini, rispettivamente auriga-frenatore-tenitore, a Mirko Marinelli e Luca Castagnoli, fiondatore e arciere, nonché a Edoardo Angeli, il fantino, che con i loro risultati hanno consentito la vittoria del Palio. Riconoscimenti che sono andati anche ai vari responsabili di settore e ai portaioli che si sono distinti nell’attività del 2013 per il loro attaccamento ai colori gialloverdi.
“E’ stata una festa straordinaria, in un contesto favoloso come quello rappresentato dalla Rocca Flea. Una soddisfazione grande per quanto siamo stati capaci di realizzare e per la grande partecipazione dei portaioli all’iniziativa, sia nella fase preparatoria che nella stessa serata di sabato. Vogliamo quindi ringraziare l’Amministrazione comunale e il Polo museale che hanno messo a disposizione la Rocca Flea, nonché tutti i portaioli che hanno partecipato alla festa e ne hanno consentito lo svolgimento impegnandosi nel non facile compito di organizzarla – hanno commentato soddisfatti i priori Fabio Pasquarelli ed Elisa Paciotti.

Salvatore Zenobi

Share
Questa voce è stata pubblicata in Giochi de le Porte e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.