“Progetti internazionali dell’istituto Casimiri”

I progetti europei dell'Istituto CasimiriIl nuovo anno scolastico si apre all’insegna dell’internazionalizzazione e dell’innovazione didattica all’Istituto Casimiri. Sono sempre più diffuse, infatti, le attività progettuali che coinvolgono docenti e studenti in esperienze di studio e soggiorno all’estero, con significativi arricchimenti del proprio percorso formativo e professionale.

Dal 24 al 28 settembre il Casimiri ospiterà due docenti spagnoli provenienti dall’Istituto IES Alcrebite di Baza (regione di Granada Andalusia) per attività di job shadowing nell’ambito del progetto Erasmus+ KA1 Mobilità per l’apprendimento. Questa attività rappresenta un’ottima occasione per osservare il lavoro dei colleghi all’estero, costruire relazioni, acquisire nuove strategie di insegnamento e valutazione da riportare nel proprio paese. La collaborazione tra insegnanti di paesi diversi costituisce un ulteriore passo verso la modernizzazione e internazionalizzazione delle scuole coinvolte.

Il progetto “Exchange me Australia-Italia, giunto ormai al quarto anno, vede ancora protagonisti alcuni studenti dell’Istituto R. Casimiri di Gualdo Tadino che, a partire dal primo ottobre, ospiteranno per dieci giorni venti studentesse australiane, accompagnate da due insegnanti e dal preside della scuola “St Mary’s Star of the the Sea College” di Wollongong, città costiera nello stato del Nuovo Galles del Sud. Le studentesse e gli studenti coinvolti avranno modo di condividere la loro quotidianità, di confrontarsi con stili di vita diversi e di arricchire conoscenze e competenze linguistiche e culturali. Un ringraziamento doveroso va alle famiglie ospitanti, di Gualdo Tadino, Gubbio e zone limitrofe che, consapevoli della valenza formativa del progetto, offriranno ai propri figli l’opportunità di vivere un’esperienza unica dal punto di vista umano e culturale.

Il Casimiri parteciperà inoltre anche all’incontro di domenica 30 settembre con il Comitato di gemellaggio di Audun le Tiche e con Monsieur Lucien Piovano, sindaco della cittadina francese che nel luglio scorso aveva ospitato una delegazione dell’ Istituto gualdese nell’ambito delle manifestazioni per la commemorazione della prima guerra mondiale.

Maria Cristina Anderlini

Share
Questa voce è stata pubblicata in Cultura e Spettacolo e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *