Il Biancospino e la scuola primaria di Cartiere

Il Biancospino e la scuola primaria di CartiereI bambini delle scuole primarie di Cartiere, dalle 10 di venerdì, mettono a dimora 25 piantine di spina lunogo le siepi che fiancheggiano le strade di Casale. L’iniziativa è della pro loco di Cartiere, Caselle e Casale presieduta da Lucio Marinelli, in collaborazione con le scuole primarie del quartiere. Continua così l’operazione iniziata sette anni fa, con protagonisti i bambini delle elementari del capoluogo: i quali hanno piantato oltre 200 arbusti della spina “miracolosa”, che fiorisce a metà gennaio. Il progetto, nato dalla constatazione che le spine dell’antico percorso rischiavano di scomparire con l’urbanizzazione della zona, condiviso con la direzione didattica, punta a riconquistare il terreno perduto, moltiplicando gli arbusti. Sandro Sabbatini, generoso ed appassionato cultore del biancospino, del quale si prende cura con costanza encomiabile, fornisce le piccole piante; i bambini le mettono a dimora. Con l’auspicio che tra non molti anni si possa arrivare a veder fiorite le spine tutto l’antico percorso.

Alberto Cecconi

Share
Questa voce è stata pubblicata in Accade a Gualdo e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.