IL CASIMIRI IN GRANDE SPOLVERO

La direzione scolastica regionale consente alla preside Francesca Cencetti di decretare l’apertura di 4 classi del primo anno del corso liceale, con poco più di 20 alunni per aula. Sono così azzerati i timori dell’anno scorso per la formazione di cosiddette “classi pollaio”. Nel settembre del 2011, infatti, la prima classe del linguistico ebbe 33 studenti; piovvero critiche dure, anche a livello politico, ma i tagli ministeriali non consentirono alternative. Si fece di necessità virtù, venne attrezzata un’aula molto capiente, fu programmato un percorso ad hoc, con risultati positivi ed un andamento “normale”: a giugno i non idonei sono stati 2, un dato quasi fisiologico. Dal prossimo settembre nel liceo ci saranno due prime del corso tradizionale, una di scienze applicate ed una di linguistico, tutte con meno di 25 studenti per classe. Una nuova classe prima è prevista per il corso dei geometri ed una per quello del professionale per il commercio. Il “Casimiri” si conferma un istituto di prim’ordine con numeri che onorano il lavoro di quanti vi operano a vario titolo: con i nuovi arrivi, ci saranno in totale 654 alunni, articolati in 32 classi, di cui 6 dei geometri, 6 del corso per il commercio e 20 liceali.
Share
Questa voce è stata pubblicata in Accade a Gualdo. Contrassegna il permalink.