Il commissariamento del comune è sempre più vicino

Comune di Gualdo Tadino - Crisi comunale

Nulla di fatto. Il commissariamento del comune è sempre più vicino. La seduta di ieri sera del consiglio comunale è durata pochi minuti. Il tempo di approvare il punto inerente la richiesta dell’Ecosuntek di pagare in un’unica soluzione (251 mila euro) le royalty che avrebbe dovuto pagare in 20 anni ( a 21,500 euro l’anno). Il punto è stato approvato dalla maggioranza grazie ai consiglieri socialisti Angelo Scassellati e Gianfranco Bazzucchi (che comunque hanno votato contro) e Diego Pascolini (che non ha partecipato alla votazione) che con la loro presenza hanno assicurato il numero legale. Dopo l’approvazione di questo punto (che era stato anticipato al primo posto), i tre consiglieri dell’opposizione sono usciti ed il consiglio è finito perché non c’era il numero legale. Mancavano infatti Olga Fioriti (che ha inviato un certificato medico di 1 mese), Gianni Paoletti (fuori per lavoro), Marcello Diso (impossibilitato a partecipare) ed i consiglieri dell’opposizione Pd e Prc.

Il presidente del consiglio Edoardo Vecchiarelli ha riconvocato il consiglio per sabato 7 alle 15,30 e, se dovesse andare deserto, domenica 8 alle 15,30. Con una novità: ha convocato anche Walter Biagiotti ed Alfieri Albrigi (che devono surrogare i dimissionari Arnesano ed Abbati) interpretando in senso prescrittivo l’articolo 38 comma 8 del Testo Unico laddove si legge che il consiglio deve procedere alla surroga dei consiglieri dimissionari entro 10 giorni. Se così fosse il consiglio tornerebbe alla sua regolarità numerica anche se ciò non significherebbe la garanzia dei voti necessari per l’approvazione del bilancio. Esistono, infatti, più di un dubbio sulle intenzioni di qualche consigliere della maggioranza e, nel caso di Olga Fioriti, anche sulla sua disponibilità a partecipare ad uno dei prossimi consigli nonostante il certificato medico.

Staremo a vedere.

Riccardo Serroni

Share
Questa voce è stata pubblicata in Politica. Contrassegna il permalink.