IL CORPUS DOMINI A S. PELLEGRINO DI NUOVO IN VIA DEL BUCO

Una processione del Corpus Domini particolarmente ricca di emozioni quella in programma per domenica prossima a San Pellegrino. Si torna a passare per la via del BucoUna processione del Corpus Domini particolarmente ricca di emozioni quella in programma per domenica prossima a San Pellegrino. Si torna a passare per la via “del Buco”, nel cuore del centro storico del paese. Si lascia alle spalle un esilio sofferto, durato ben tredici anni. Infatti i terremoti del settembre del 1997 e dell’aprile 1998 furono disastrosi: mura delle case molto rovinate, tetti caduti, strada inagibile, abitanti costretti ad andarsene ed a trovarsi un’altra sistemazione, ospiti di parenti ed amici: quasi tutti nel paese, però, perché non si sono voluti perdere i contatti umani, i legami, gli affetti. Una forzata lontananza da casa, che però non ha mai cancellato il desiderio di ritornarvi: sono stati eseguiti i lunghi e complessi lavori della ricostruzione, come anche altrove, ci sono meno soldi in tasca, qualcuno deve continuare a pagarsi il mutuo; ma la casa ora c’è: è stata ricostruita, è più bella ed accogliente di prima, le pietre dei muri sono state conservate; ed anche la strada è più praticabile, dopo il rifacimento delle infrastrutture. Anche il passaggio della processione per quella via, rimandato di anno in anno, ora si concretizza: il corteo col Santissimo Sacramento, che partirà dalla chiesa parrocchiale al termine della messa delle 10,30, vedrà una partecipazione corale di tutto il paese, col parroco monsignor Luigi Merli, le associazioni e la società mariana protagonisti dell’organizzazione; ci saranno anche autorità politiche, civili e militari, il coro, i maggiaioli, la banda musicale. Tutto come da tradizione consolidata; ed insieme ci sarà un atto di gratitudine ricco di speranze dopo il lungo esilio.

Share
Questa voce è stata pubblicata in Accade a Gualdo. Contrassegna il permalink.