Il “Flagello de’terremoti” a Gubbio

Il "Flagello de' terremoti" a Gubbio Due casi esemplari a cura di Ettore A. SannipoliIl “Flagello de’ terremoti” a Gubbio
Due casi esemplari a cura di Ettore A. Sannipoli

Memorie orali e, soprattutto, numerosi documenti d’archivio e dì altro genere, ci testimoniano come il “flagello de’ terremoti” non abbia mai mancato di funestare il territorio e la città di Gubbio.
Nel 1279 un disastroso terremoto distrusse molte città e castelli delle Marche e dell’Umbria, tra cui Gubbio. Nel 1389 si verificarono “terremoti grandissimi”, che causarono il crollo di numerosi edifici. Ne! 1457 eventi sismici avvertiti in gran parte dell’Italia centro-meridionale interessarono anche la nostra città. “Grandi terremoti” sono registrati nel 1465, 1466 e 1471. Nell’aprile del 1593 “fu un terremoto grande, quale fece grandissimi danni”; un altro “gran terremoto ” fu sentito nel settembre del 1603. Nel 1730 gli eugubini si raccomandavano a Sant’Ubaldo affinché li liberasse dal flagello de’ terremoti, che invece seguitò per tutto il secolo (1741, 1751, 1781 etc.) tanto che, quando nel 1769 si fabbricò il nuovo “campanone”, vi fu apposta un’iscrizione invocatoria rivolta ai santi protettori di Gubbio e, tramite loro, a Gesù Cristo affinché “liberei civitatem istam a flagello terremotus”. Nel 1829, ’32, ’54, ’55 furono intese “gagliarde” scosse che provocarono danni anche considerevoli.

Ettore A. Sannipoli

NdR: Uno dei due eventi ricordati è il terremoto di Gualdo del 1751, e ci sono inedite notizie su un tentativo di aiuto da parte degli eugubini che fu di fatto impedito dal legato di Urbino e Pesaro per evitare ‘incidenti diplomatici’ con il legato di Perugia.

Il “flagello de’terremoti” a Gubbio: due casi esemplari
Autore: Ettore A. Sannipoli

Leggi il libro in PDF

Share
Questa voce è stata pubblicata in Cultura e Spettacolo e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

1 risposta a Il “Flagello de’terremoti” a Gubbio

  1. Sandro scrive:

    NdR: Uno dei due eventi ricordati è il terremoto di Gualdo del 1751 e ci sono inedite notizie su un tentativo di aiuto da parte degli eugubini che fu di fatto impedito dal legato di Urbino e Pesaro per evitare ‘incidenti diplomatici’ con il legato di Perugia.

I commenti sono chiusi.