Il Sindaco Presciutti: Basta polemiche, stiamo lavorando per rafforzare il ruolo della città

Il Sindaco Presciutti: Basta polemiche, stiamo lavorando per rafforzare il ruolo della città“Stop alle polemiche, guardiamo al futuro per rafforzare la presenza in città e sul territorio di servizi e strutture socio-sanitarie-assistenziali di qualità che rispondano agli effettivi bisogni dei nostri cittadini” con questa premessa si apre la considerazione del Sindaco, Massimiliano Presciutti sul delicato tema della sanità.
“Da troppi anni Gualdo Tadino ed il territorio non sono riusciti a costruire un rapporto virtuoso su questi temi – continua il primo cittadino –, ma oggi abbiamo una grande opportunità, quella di avere un interlocutore istituzionale come l’Assessore Regionale alla Salute e Coesione Sociale, Luca Barberini, con il quale, in questo primo breve scorcio del suo mandato, ho avuto modo di confrontarmi, anche animatamente, e risolvere questioni irrisolte da anni:

  • Il piano di valorizzazione ex Calai è stato approvato dalla Giunta Regionale, su sua proposta, nello scorso mese di Ottobre. Gualdo Tadino tornerà ad essere centro nevralgico su scala regionale in tema di prevenzione e riabilitazione cardiologica, con importanti investimenti sia in tecnologie sia in professionalità;
  • Il concorso per la copertura della figura apicale nel reparto di anestesia e riabilitazione presso l’ospedale di Branca è stato finalmente attivato e presto sarà coperto questo importantissimo ruolo;
  • E’ stato finanziato dall’Assessorato il progetto “Un treno per giovani”, che vedrà rifiorire la zona della stazione ferroviaria con attività sia nel campo del sociale sia in quello della cultura.

C’è e resta, ovviamente, tantissimo lavoro da fare. Noi non arretreremo di un millimetro rispetto alle più che legittime aspettative di una città e di un territorio che hanno dato tanto senza avere ad oggi il giusto riconoscimento. Voglio pertanto ribadire ancora una volta che non ci saranno sconti per nessuno, ma il mio ruolo mi impone di proseguire in un serrato rapporto istituzionale che porti il massimo dei benefici alla comunità di Gualdo Tadino. In quest’ottica, il Consiglio Comunale aperto del prossimo 26 gennaio, rappresenta una straordinaria opportunità di partecipazione reale e non fittizia, dalla quale dovranno scaturire impegni concreti, alcuni dei quali attuabili fin da subito:

  • Affrontare con necessaria chiarezza il tema della riorganizzazione del centralino e dei lavori appaltati ad imprese esterne;
  • Riportare immediatamente dentro l’Ospedale di Gualdo Tadino-Gubbio l’ambulanza e il personale nel vecchio Ospedale di Gubbio, che numeri alla mano risultano palesemente inutili, se ubicati lì, mentre sarebbero molto utili e funzionali nel Pronto Soccorso dell’Ospedale;
  • Garantire il funzionamento dei servizi essenziali attraverso la necessaria copertura dei turni nei reparti.

La città di Gualdo Tadino è tornata al centro della scena a schiena dritta, come dimostrano anche i contributi riscossi (657.000 €) da parte della Regione Umbria per il progetto di Risanamento Ambientale dell’area di Vignavecchia e i 250.000 € destinati per il miglioramento delle forniture di acqua potabile nelle frazioni di Cerqueto e San Pellegrino. Nei soli primi 10 giorni del 2016 quasi 1 milione di euro è arrivato a Gualdo Tadino. Altri impegni mantenuti con i cittadini”.

Ufficio Stampa Comune Gualdo Tadino

Share
Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a Il Sindaco Presciutti: Basta polemiche, stiamo lavorando per rafforzare il ruolo della città

  1. Merlo 3 scrive:

    Il Sindaco forse (lo affermi tu ma non e’ vero)
    non avra’ mai lavorato, ma tu sicuramente non sei mai andato a scuola

  2. roghetto scrive:

    ma sto cazzo de sindaco a mai lavorato?

  3. Marcello scrive:

    Sono d’accordissimo con Merlo, analisi perfetta!
    Basta coniugare i verbi in futuro, basta! Vorremmo qualche verbo al passato dalla politica… o passi lei stessa, di qualsiasi colore essa sia! Basta con le umiliazioni pubbliche e le scuse private! Se veramente il PD Regionale ha intenzione di interessarsi dello sviluppo di questo territorio inizi con le scuse, ma non per il mncato invito all’innaugurazione della nuova strumentazione medica dell’ospedale di Gualdo Tadino – gubbio, ( bella figura di merda ) ma per aver solo preso da Gualdo e mai dato: preso voti, preso acqua, preso con le cave, preso con lo smantellamento delle strutture sanitarie, preso dai mancati controlli ambientali, preso dalle tasse. Ora ci manca che votino la variante ferroviaria e poi mettiamo due serrande sulla Flaminia, una sulla rotatoria verso Fossato e l’altra sulla rotatoria di Rigali e festa finita! Non siamo coglioni cari politici, siamo cittadini, quelli a cui vi preoccupate di leccare il culo un mese ogni 5 anni! BASTA

  4. cittadino scrive:

    Stiamo cadendo in un grave errore, noi tutti commentatori.
    Siamo quì a pregare, a chiedere cortesemente, a supplicare, a chiedere pietà, a questo sindaco di una città ormai frazione di Gubbio, che è sicuramente il primo cittadino peggiore negli ultimi 30 anni di storia gualdese.Quello che gli è riuscito di fare, lo ha fatto solo grazie a SOLDI SPENDIBILI lasciati da amministrazioni precedenti.Vedi per esempio i soldi degli oneri di urbanizzazione dell’ex consorsio(circa 350000 euro) incassati in questi mesi, vedi le celebrazioni sulla cultura ecc…..
    L’ ITALIA S’E’ DESTA…….E GUALDO?????????
    Abbiamo in ballo minimo due questioni fondamentali, nei prossimi mesi, per la nostra Gualdo : ROCCHETTA E CALAI !!!!!! Passaggi fondamentali anche per il futuro dei nostri figli e nipoti.
    E’ inutile piangere poi sul latte versato come successo con Santa Margherita o ex Monina o ex LIDL, DESTIAMOCI prima !!!
    Anche attraverso tutti i social, con manifestazioni “apartitiche” chiediamone le dimissioni ……… PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI !
    HO PAURA!!!!!!!

  5. Giovanni scrive:

    “Stop alle polemiche…”, sono daccordo, basta non se ne può più di un Sindaco che invece di colloquiare con i cittadini e ascoltarli fa comunicati su comunicati per raccontarci di “schiena dritta” e inciuci con Regione e Assessori (anche se: schiena dritta e inciuci, CONTRASTANO) per coprire la totale assenza di peso che ha il nostro Comune e tenta di far passare i finanziamenti ricevuti come un suo merito quando in realtà sono DOVUTI per sanare inadempienze che fanno tremare i polsi al solo nominarle.
    Caro Sindaco non puoi, non puoi.
    Abbi pietà di noi 🙁

  6. warriors scrive:

    Mo, c’è vantamo anche che 657.000 € arrivano per la bonifica di Vignavecchia e 250.000€ arrivano per il miglioramento delle forniture di acqua pubblica a Cerqueto e S.Pellegrino…
    Dopo scherzi a parte per la chiusura delle scuole in onore delle mostre… dobbiamo sorbirci anche ” oggi le comiche “. Forse il nostro Primo Cittadino era all’estero quando è stata denunciata la discarica di rifiuti pericolosi di Vignavecchia e l’allora amministrazione comunale di sinistra era a conoscenza di chi aveva commesso il misfatto…
    Tutti sapevano da dove venivano i frigoriferi, tutti sapevano chi era il proprietario del terreno, tutti sapevano chi era la ditta trasportatrice dei rifiuti e tutti sapevano chi era titolare dell’autorizzazione per la ” bonifica” del terreno e non per l’attivazione della discarica…
    Nessuno ha preso provvedimenti dovuti per legge…
    Tutti omertosi perché c’era gente che contava… in parlamento e nel governo centrale.
    Adesso con soldi pubblici ci facciamo addirittura propaganda politica per quel governo della città che sotto le stesse spoglie governava allora e governa adesso…
    Per i 250.000€ da adibire per gli acquedotti di Cerqueto e S.Pellegrino voglio stendere un velo pietoso perché vengono dopo la polemica aperta sulla proroga Rocchetta (contentino dell’Assessora CECCHINI) e sulla denuncia delle perdite deliberatamente volute perché quegli acquedotti dolosamente non erano stati allacciati alle nuove condutture rifatte nei PIR a seguito del terremoto…
    Ma per gli acquedotti non deve pensarci Umbra Acque?????
    Dopo anni di inerzia e dolosa NEGLIGENZA ora finanziano pubblicamente ciò che andava DOVEROSAMENTE fatto anni fa…
    Caro Sindaco mi sai dire che cosa ne viene ai cittadini gualdesi del milione di euro arrivati????
    Vanno alle solite ditte che dietro lauti RINGRAZIAMENTI prendono gli appalti pilotati dalla politica…
    L’unica cosa che rimarrà a Gualdo è il “costo” del DETERSIVO CAUSTICO per lavare i panni lerci e sporchi interni a qualche schieramento politico che va orgoglioso del suo operato…

  7. Merlo scrive:

    Mi domando perché le analisi dei fatti, i consigli, le proposte, le critiche, che vengono dal basso, sono definite dal nostro sindaco “STERILI POLEMICHE”.

    E’ vero che siamo un popolo di “cojoni”, ma siamo ancora in grado di distinguere il bello dal brutto, il buono dal cattivo, una buona idea da una cattiva idea.
    Non è accettabile che tutto ciò che non esce dall’ufficio stampa del Comune o dall’ectoplasma de PD Gualdese sia “STERILE POLEMICA”.

    Quando il Sindaco dice:
    “Da troppi anni Gualdo Tadino ed il territorio non sono riusciti a costruire un rapporto virtuoso su questi temi – continua il primo cittadino –, ma oggi abbiamo una grande opportunità, quella di avere un interlocutore istituzionale come l’Assessore Regionale alla Salute e Coesione Sociale, Luca Barberini, con il quale, in questo primo breve scorcio del suo mandato, ho avuto modo di confrontarmi, anche animatamente, e risolvere questioni irrisolte da anni:”
    Per fortuna che abbiamo avuto questa grande “OPPORTUNITA’ “!, altrimenti per andare in ospedale, come gualdesi, avremmo dovuto bussare con i piedi”.

    Da quanto emerge dai fatti è chiaro che ancora non gli è bastato, io tutta questa amicizia da parte di Barberini non ce la vedo.
    Per quanto riguarda il piano di recupero dell’ex Calai, non credo che la Regione abbia un interesse che è uno di investire a Gualdo solo perché è cambiato l’Assessore.
    Per quanto riguarda la nomina del Primario di anestesia e riabilitazione, a me mette paura e mi indispettisce che invece di scegliere un professionista con competenze e inoppugnabili capacità professionali, si debbano incontrare i sindaci e l’Assessore per discutere, mediare e decidere a quale figlio di…. , a quale nipote di ……. , a quale amico di ……, affidare l’incarico.
    Il sindaco faccia il sindaco, l’assessore faccia l’assessore, non credo che allo stato delle cose quello di cui abbiamo bisogno sia un ufficio di collocamento d’élite.

    Ben altro spessore è la riorganizzazione del “CENTRALINO”che, immagino debba essere di competenza del direttore generale che gestisce la struttura ed è profumatamente e lautamente pagato per farlo e che, se non gestisce in modo corretto, secondo le indicazioni del piano economico-sanitario regionale di riferimento, va mandato a casa.

    Il dover incontrarsi, sindaco e assessore, per discutere dei lavori appaltati ad aziende esterne, oltre che una perdita di tempo, personalmente mi da l’idea di “SPARTIZIONE” da profondo sud.
    Ma una USL non ha un ufficio gare?
    Dove chi non fa bene viene mandato a casa o quanto meno richiamato con misure correttive?
    Ma il Giudice Cantone dove li effettua i controlli?
    E’ proprio necessario fare un consiglio comunale aperto per discutere di queste cose?
    Se proprio non se ne può fare a meno, perché prima non consultiamo il popolo?
    Nello statuto del nostro Comune è previsto il “REFERENDUM”, almeno una volta ogni sessanta anni: “ UTILIZIAMOLO “!! chiediamo al popolo se è d’accordo sulla stecca del Calai, se è d’accordo in merito alla Rocchetta, se è d’accordo a ritombare Vignavecchia, se è d’accordo alla riorganizzazione del centralino dell’Ospedale di Branca.

    … per favore smettetela di considerarci degli stupidi o peggio di considerarci dei provocatori, vi chiedo dal profondo del cuore smettetela di prenderci per il culo …

    MEDITATE – MEDITATE PROFONDAMENTE e non spariamo cazzate, per favore

  8. Fabio Acciari scrive:

    dopo il figurone del mancato invito all’inaugurazione e la sparata del “non rinnovo la tessera” il nostro Sindaco sembra già ammansito.

  9. cittadino scrive:

    Vorrei far notare a tutti che sto sindaco non fà altro che rincorre con giustificazioni a suon di comunicati stampa le giuste critiche dei gualdesi.Ma n’esame de coscenza no????

I commenti sono chiusi.