Il Sindaco Presciutti risponde ai consiglieri Viventi e Minelli

Il Sindaco Presciutti risponde ai consiglieri Viventi e Minelli.
“In questo ultimo periodo, con un certo stupore, ho letto ed appreso dai media locali che Forza Italia ha attaccato la nostra Amministrazione rispetto a diversi temi delicati per la nostra città come la sicurezza, l’ordine pubblico fino ad arrivare alle selezioni pubbliche indette per il reperimento di personale.

Argomenti che interessano di certo i cittadini e che sono molto cari alla nostra Amministrazione da molto tempo, a differenza dell’opposizione che parla sempre a sproposito fomentando inutili polemiche e non proponendo soluzioni concrete, forte della scarsa conoscenza delle questioni in sè e della realtà cittadina.

Mi rammarico, dunque, di dover ancora una volta raccontare le cose a chi invece dovrebbe per dovere istituzionale, visto il ruolo di consiglieri che ricopre, già saperle.

Parto dal tema più recente apparso nei media ossia quello dei furti, una brutta piaga da limitare il più possibile che sta colpendo non solo il nostro territorio, ma tutta l’Umbria e l’Italia. Tutti siamo d’accordo a condannare tali episodi e tutti noi vogliamo la massima sicurezza dei nostri cittadini. La nostra Amministrazione su questo tema, dal mio primo insediamento nel 2014, è stata sempre molto attenta ed ha agito per trovare soluzioni che estirpino il problema. Questo ricordo, però, che è un argomento molto delicato e certe azioni che si portano avanti per risolvere il problema e poter avere una maggiore efficacia non vanno sbandierate sui giornali, cosa che l’opposizione fa, ma vanno fatte in modo discreto in sinergia con chi di competenza, ossia le Forze dell’Ordine, il Prefetto, la Questura, ecc.

E qui, dunque, mi preme ricordare che sui temi della sicurezza e dell’ordine pubblico il sottoscritto ha avuto in questi anni sempre un costante e proficuo rapporto sia con le forze dell’ordine presenti sul territorio, sia con quelle sopraordinate (Prefetto e Questura) ed ha partecipato a diversi tavoli non ultimo pochi mesi fa, a quello “ordine e sicurezza pubblica”che si è svolto a Perugia in Prefettura e che rappresenta l’unica cabina di regia possibile per il territorio. Un tavolo già attivo e che ha consentito nel tempo di raggiungere importanti risultati sia rispetto ai fenomeni di microcriminalità sia rispetto a quelli relativi al contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti., sia dei furti. Ovviamente c’è sempre da migliorare per limitare questi problemi ma sentire parlare di attivare una nuova cabina di regia sull’argomento con tutti i sindaci della fascia e le istituzioni coinvolte, oltre che un doppione dello stesso è parlare a sproposito e non conoscendo le cose come stanno. E visto che conoscere le cose non è virtù di tutti, per quanto riguarda, invece, l’organico in forza ai Carabinieri faccio notare che la settimana scorsa due nuovi Carabinieri sono entrati a far parte dell’organico del Comandante Mattei mentre rispetto alla videosorveglianza, questa da alcune settimane è stata potenziata in molte zone della città (vicoli del Centro Storico, Giardini della Rocca Flea, Zona ex Ospedale Calai, Stazione, ecc.).

Va inoltre sottolineato come il sottoscritto abbia provveduto autonomamente ad emanare specifiche ordinanze in tema di contrasto alla prostituzione e riguardo all’accattonaggio molesto ormai più di due anni fa, provvedimenti che dopo sono stati ripresi e riproposti integralmente da colleghi di tanti comuni umbri e non solo, anche e soprattutto da Amministrazioni di destra.

Ricordo poi che la recente e tanto criticata, sempre dall’opposizione, ordinanza Anti Alcol, anche qui senza conoscere le reali situazioni, nell’ambito della strategia di contrasto a fenomeni come atti vandalici, alcolismo minorile e schiamazzi notturni nell’area del Centro Storico di Gualdo Tadino ha già portato buoni risultati.

Per fare una buona politica, occorre studiare, informarsi ed essere presenti, cose che non appartengono a chi ci accusa e parla solo con discredito per alimentare polemiche sterili.

Addirittura polemiche inutili sono state fatte già prima dell’uscita del bando del concorso pubblico riguardanti la selezione di 4 agenti di Polizia Municipale, senza nemmeno che il bando fosse stato pubblicato si parlava di scarsa comunicazione dello stesso. Scarsa comunicazione che ha portato a candidarsi oggi per i 4 posti in palio oltre 300 persone provenienti da tutta Italia!

La differenza tra chi parla a sproposito e chi agisce quindi è sostanziale e sotto gli occhi di tutti. Le istituzioni vanno rispettate sempre e mi rammarico che questo atteggiamento purtroppo qualche consigliere dell’opposizione non lo capisca.

Non è questo l’approccio istituzionale serio e giusto che serve per risolvere i problemi dei cittadini. Mi auguro che la nomina ad Assessore Regionale di Roberto Morroni, persona alla quale faccio i complimenti per l’incarico ricevuto e con il quale auspico una fattiva e costruttiva collaborazione, possa far migliorare i rapporti dei consiglieri comunali di opposizione con la nostra Amministrazione per il bene di Gualdo Tadino.

La mia porta, come ho sempre fatto in questi anni, è sempre aperta al dialogo con tutti per cercare di risolvere con soluzioni efficaci e concrete nel modo migliore le criticità dei nostri cittadini, che rappresentano il bene primario e la risorsa più preziosa della nostra comunità”.

Il Sindaco

Dott. Massimiliano Presciutti

Share
Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *