Interrogazione del consigliere regionale Roberto Morroni sulle acque minerali

Roberto MorroniLA CLASSE NON È ACQUA
Meglio l’effervescente Morroni che la liscia Presciutti
Lo slogan caro al sindaco Presciutti “io sto con Gualdo” è, appunto, solo uno slogan. Il nostro primo cittadino si sta specializzando nell’inventare slogan puerili ed inutili, privi di qualsiasi riscontro oggettivo e buoni solo per racimolare un po’ di visibilità mediatica sugli organi di informazione. Ne sono un esempio lampante le recenti sparate sulla questione Rocchetta, con tanto di roboanti quanto inconsistenti lettere al Presidente della Repubblica e ai presidenti del Senato e della Camera dei Deputati, o le velleitarie prese di posizione sulle indennità dei parlamentari umbri, che non sono state minimamente prese sul serio neanche dagli esponenti della sua corrente politica.
Eppure gli sarebbe bastato guardarsi intorno per capire come si fa a restare con i piedi ben saldati a terra ed evitare di parlare a vanvera: il suo predecessore, nonché oggi neo consigliere regionale, Roberto Morroni non appena insediatosi nell’emiciclo regionale si è immediatamente attivato per tutelare il nostro territorio, intendendo per territorio non solo quello Gualdese ma tutti quegli ambiti regionali interessati da concessioni per il prelievo di acque minerali. A tale scopo Morroni ha presentato una interrogazione finalizzata a sollecitare gli organi preposti affinché vengano finalmente redatti i regolamenti attuativi della legge regionale sulle acque minerali, approvata dall’Assemblea legislativa regionale ormai diversi mesi or sono ma, di fatto, rimasta ad oggi lettera morta per l’assenza delle necessarie norme attuative. Ricordiamo, per chi non ne fosse a conoscenza, che l’applicazione di questa normativa porterà nella casse del nostro Comune ingenti somme, quantificate tra il 30 e il 40 per cento del canone oggi versato alla Regione Umbria dalla società che imbottiglia, risorse preziose per il bilancio comunale e che avranno una ricaduta positiva sulla qualità della vita dei residenti.
Invitiamo, dunque, il sindaco Presciutti a “stare con Gualdo” con fatti veri e azioni concrete, lasciando da parte slogan e proclami che, come recita un famoso spot, servono solo per fare “plin plin”.

Erminio Fofi Silvia Minelli Fabio Viventi

Share
Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Interrogazione del consigliere regionale Roberto Morroni sulle acque minerali

  1. massimiliano barberini scrive:

    Fa specie vedere roboanti pubblicità in televisione da una parte e l’omonimo luogo da dove proviene la materia prima,essenzialmente solo per alcuni,ridotto ad una landa desolata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *