LA CERAMICA GUALDESE IN MOSTRA A PERUGIA

Società Ceramica Mastrogiorgio 1930 ca“Ceramica Umbra: arte e tradizione” è il titolo della mostra che a partire dal 29 giugno fino al 30 settembre vedrà esposte prestigiose opere di ceramica tradizionale umbra presso la galleria espositiva dei tesori d’arte del Complesso monumentale di S. Pietro a Perugia.

All’evento sono stati invitati i comuni di più alta tradizione ceramica della regione tra cui quello di Gualdo Tadino che parteciperà con l’esposizione di 6 pezzi (2 vasi e 4 piatti) di cui 3 di proprietà comunale ed attualmente esposti presso la Sala delle Ceramiche del palazzo municipale.
“Eventi importanti come questa raffinata mostra – ha dichiarato il Sindaco Scassellati – non possono che fare felici noi Sindaci sempre alla ricerca di spazi ove far vedere che belle cose sono nate nel nostro territorio e quali sono quelle particolarità che ne contraddistinguono, anche oggi, i contesti culturali ed artistici.
Come Amministrazione però intendo sottolineare un altro aspetto che mi preme particolarmente ed in cui credo, senza quei tentennamenti politici che non sempre si conciliano con le esigenze culturali: la nostra città sta crescendo e deve sapere quale è la via culturale che intende percorrere e quali ideali e valori vuole trasferire alle nuove generazioni affinché in futuro queste possano migliorare ulteriormente il nostro paese. La partecipazione all’esposizione – che prevede anche la pubblicazione di un dettagliato catalogo curato per la parte relativa a Gualdo Tadino dal Prof. Maurizio Tittarelli Rubboli – ribadisce la sensibilità dell’amministrazione ad investire nella promozione della ceramica artistica gualdese al fine di incentivarne la commercializzazione attraverso azioni concrete e mirate, puntando su progetti volti ad iniziative culturali quali momenti decisivi per far conoscere il tipico prodotto gualdese”.

Le opere in mostra offrono uno spaccato della produzione artistica gualdese a cavallo tra il XIX e il XX secolo, con manufatti di: Paolo Rubboli (Piatto da pompa con Incoronazione di Cesare entro ornato – 1880 ca.); Alfredo Santarelli (Piatto da pompa con Orazio che uccide sua sorella entro ornato – 1925 ca.); Cooperativa Ceramisti (Piatto da pompa con Cupido alato entro ornato – 1920 ca.); Società Ceramiche Mastro Giorgio (Vaso biansato con medaglioni istoriati – 1930 ca.); Società Ceramica Umbra P.R. (Piatto con Orso Polare – 1923 ca. e Vaso a palla moderno con manici – 1925 ca.) Dalla fine degli anni venti il panorama ceramico gualdese si è notevolmente ampliato, fino ad arrivare all’attuale produzione che va dalla ceramica tradizionale artistica a quella industriale e che conta ben sessantotto opifici con oltre mille occupati. Comunque, le due diverse lavorazioni discendono in linea retta dalle antiche tradizioni locali e sono il prodotto di qualità di un territorio che ha saputo conservare e valorizzare le proprie peculiarità artistico-creative, tenendo sempre conto dei progressi tecnologici, senza mai abbandonare però quelle caratteristiche che hanno reso famose le maioliche gualdesi nel mondo. L’inaugurazione della mostra sarà preceduta da una conferenza stampa di presentazione dell’evento – organizzata dalla Fondazione per l’Istruzione agraria in Umbria – che si terrà giovedì 22 giugno alle ore 19.30 presso la Sala Conferenze della galleria espositiva dei tesori d’arte del Complesso monumentale di S. Pietro, Borgo XX Giugno, 74, Perugia.

Share
Questa voce è stata pubblicata in Ceramica. Contrassegna il permalink.