La Comunanza Agraria diffida alcuni membri dell’Amministrazione

Comunanza Agraria Appennino Gualdese  diffida alcuni membri dell’AmministrazioneIl Consiglio provvisorio della “Comunanza Agraria Appennino Gualdese” a seguito delle dichiarazioni prodotte  negli ultimi giorni da alcun membri dell’Amministrazione comunale puntualizza, ancora una volta, quanto segue:

  •         Non è nostro compito e/o intenzione esprimere pareri o valutazioni relativamente al  momento di grandi tensioni e difficoltà presenti nella rappresentanza politica cui compete la gestione amministrativa della nostra città. 
  •       Le difficoltà di gestione emerse nell’amministrare il nostro Comune non giustificano in alcun modo la mistificazione dell’iniziativa di ricostituzione dell’Amministrazione Appenino Gualdese ed il suo uso strumentale, anche  nell’ambito del massimo consesso cittadino, con il fine di screditare l’onorabilità e la limpidezza di chi si è speso in prima persona nel portare avanti un’azione a vantaggio dell’intera comunità, cercando così di attribuire la colpa di quanto sta accadendo proprio a quegli stessi cittadini che per mesi hanno chiesto all’Amministrazione Comunale di essere ascoltati nel rispetto delle leggi e per il bene di tutti.
  • Si ritiene che tale atteggiamento sia davvero irresponsabile ed irrispettoso dell’intera collettività.
  •       Senza polemizzare sulle ragioni di tale comportamento, siamo di nuovo a precisare che il fine delle nostre azioni è solo il raggiungimento del riconoscimento legale della proprietà collettiva delle Nostre Montagne, su cui i nostri padri ed i nostri nonni hanno creduto ed investito nei secoli, con il solo scopo di salvaguardare e tutelare un patrimonio naturale e culturale da trasmettere alle generazioni future.
  •      Non è nostra intenzione scendere nell’agone politico, ritenendo che la nostra iniziativa, volta alla protezione e alla conservazione del BENE COMUNE e che riguarda tutti gli abitanti del nostro Comune,  sia trasversale e proprio in quanto “bene di tutti” è estranea a qualsiasi connotazione di parte ed in contrapposizione, per la definizione stessa di proprietà collettiva, sia all’interesse di singoli gruppi che delle lobby di potere.
  •          Nostro malgrado siamo costretti a diffidare quanti emetteranno giudizi irriguardosi e fuori luogo su chi si sta spendendo per la rivendicazione di un diritto primario e fondamentale quale è il “demanio collettivo”.
  •         Perdurando questi attacchi fumosi e tendenziosi per soli fini di convenienza politica, saremo costretti a ricorrere presso le opportune sedi per salvaguardare la nostra onorabilità e la bontà dell’iniziativa.

          Il Consiglio provvisorio

Comunanza Agraria Appennino Gualdese                                     Gualdo Tadino, 09.12.2013

Share
Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.