La ex giunta Morroni rimpianga il suo nulla

Lisa Chiavini non è più la segretaria del Pd“Persiste il nulla” così si apre lo strampalato comunicato stampa dei consiglieri comunali del centro destra, i quali rispettivamente ex sindaco, vicesindaco ed assessore comunale descrivono il bilancio di previsione dell’amministrazione Presciutti come un atto “senza progettualità e lungimiranza che denota un’amministrazione povera di idee e di slanci. E quello che è stato fatto è grazie al lavoro della precedente giunta Morroni.”

Un approccio veramente autoreferenziale, mistificatorio e prepotente che punta, non riuscendoci, a negare l’evidenza, vale a dire i tanti obiettivi raggiunti da questa maggioranza.

Sulla cultura ed il turismo i numeri parlano chiaro, eventi di grande valore nazionale ed internazionale che hanno portato tante persone a Gualdo Tadino e  promosso il territorio; sul settore ambientale risanamento della discariche di  Vignavecchia e Palombara, il progetto Rocchetta, sul quale il centro destra dovrebbe quanto meno tacere visto il loro voto contrario in Consiglio Comunale. In campo scolastico nuovo indirizzo tecnico-grafico e possibilità di crescita e nuovi finanziamenti su progettualità innovative di livello nazione come il Liceo Artigianale.

Sulle attività di manutenzione sicuramente c’è ancora da fare, ma tanto è stato fatto, dopo anni di totale abbandono anche le frazioni sono tornate al centro dell’attenzione.

Il piano  neve, nonostante le forti criticità climatiche, ha funzionato riducendo al minimo i disservizi e l’isolamento delle zone più periferiche, permettendo percorribilità su gran parte delle arterie stradali.

Nel campo dei servizi sociali presidenza di peso alla conferenza di zona e potenziamento di EASP e politiche attive per i diversamente abili insieme alle associazioni di riferimento con maggiori risorse previste nel bilancio per le situazioni di più grave disagio.

Sul tema lavoro massimo impegno del Sindaco e della Giunta, facendo tutto ciò che è possibile per salvaguardare lavoratori e prospettive economiche ed occupazionali della città anche con proposte innovative.

Sull’auditorium, tanto sbandierato in questi ultimi giorni,  la giunta Presciutti con intelligenza e serietà sta tutelando gli interessi dell’ente e dei cittadini, anche  questa scelta dimostra la differenza abissale fra chi straparla a sproposito e chi lavora.

Dal punto di vista economico e tributario Gualdo Tadino è uno dei comuni con le aliquote più basse sulle principali tasse, la TARI è scesa negli ultimi 4 anni del 13 %, mentre con gli ex amministratori di destra era nei primi posti dell’Umbria.

Per la sicurezza non si può certo addossare la colpa al sindaco di furti nelle abitazioni. L’amministrazione ha fatto e continuerà a fare tutto il possibile per ampliare sorveglianza e garantire agenti nel territorio; assolutamente si deve fare di più coinvolgendo anche enti sovra comunali, ma non si può descrivere Gualdo Tadino come il paese di criminalità organizzata per eccellenza, basti guardare a ciò che accade nei comuni Governati dal Centro – Destra su tutti Perugia.

Sulla vicenda indennità degli amministratori comunali, da evidenziare la superficialità delle parole della minoranza di destra, tutti hanno capito che la legge nazionale ha ridotto gli assessorati a cinque, ma la giunta Presciutti a prescindere da questo e dalla sua attuale composizione a quattro, ha ridotto effettivamente il capitolo delle indennità per un importo di 17.200 euro, non sono parole ma fatti, ed è bene raccontarli per quello che sono.

Dopo la pesante sconfitta del Partito Democratico a livello nazionale non possiamo che avviare un momento di riflessione e analisi per capire i perché della debacle elettorale e ritrovare energie e motivazioni per ripartire e riallacciare rapporti con settori e fasce importanti dell’elettorato italiano, ma non possiamo accettare che si metta in discussione il buon governo cittadino del Sindaco Presciutti e della sua giunta con risibili rivendicazioni di altalene e parchi giochi, che servono ma non possono essere usate per svilire le tante cose fatte da questa amministrazione. Il nulla c’è stato negli anni di Morroni e compagnia, che non è riuscito a governare nemmeno per un mandato elettorale per problemi interni, arroganze e divergenze su spese e prospettive fra gli stessi gruppi consiliari di maggioranza. Loro, per fortuna, il bilancio non l’hanno nemmeno approvato nel 2013, rimpiangano se stessi ed i loro miseri risultati. Noi insieme a tantissimi cittadini di Gualdo Tadino che quotidianamente ne apprezzano l’operato siamo fieri di avere alla guida della città una figura seria ed autorevole come Massimiliano Presciutti e una squadra di governo che sta dimostrando coi fatti di stare vicino ai cittadini ed alle loro esigenze.

 La segreteria PD di Gualdo Tadino                                                                                  

Share
Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.