La grave fase di stallo che sta vivendo il Governo cittadino

E’ giunto il momento di stigmatizzare in maniera forte e decisa la grave fase di stallo che sta vivendo il Governo cittadino per opera e responsabilità diretta di persone che non hanno minimamente a cuore le sorti della città ed il suo futuro.

In questo delicato momento ci sentiamo di esprimere in primo luogo solidarietà piena a tutto l’esecutivo, che in questi anni ha lavorato alacremente tentando di risollevare le sorti di una comunità impoverita.
Vorremmo poi argomentare il nostro pieno disappunto nei confronti delle dimissioni dei due consiglieri Arnesano ed Abbati, pervenute a poche ore dalla riunione di Consiglio che avrebbe dovuto trattare il bilancio di previsione 2013. Dimissioni incomprensibili, poiché il bilancio approvato dalla Giunta ha avuto l’approvazione preventiva di tutte le forze che compongono la maggioranza, che lo hanno condiviso dopo una lunga fase di concertazione e dialogo.
Un tempismo perfetto, non c’è che dire, che non può non insinuare in noi il sospetto di un marchingegno costruito ad arte, di un gioco più torbido che politico, che rischia di mettere in seria difficoltà la città ed i suoi cittadini.
L’epilogo di una condotta mai lineare né corretta, a tratti scandalosa, mai chiara, sempre in bilico tra l’inconsapevolezza del ruolo ricoperto e la volontà scellerata di creare scompiglio a prescindere.
Non vogliamo esimerci nemmeno nel continuare ad esortare il Consigliere Diso al senso di responsabilità, confidando in una presa di coscienza del suo ruolo istituzionale, il quale dovrebbe essere e rimanere scevro da condizionamenti di sorta.

Ci stiamo pian piano rendendo conto che sopra la nostra comunità aleggia un’aura poco chiara. Un intreccio di interessi e poteri abbastanza forti da mettere a repentaglio l’onorabilità e la tranquillità dei cittadini.
Mani invisibili che tramano al di là e al di sopra della politica, attraverso disegni ben precisi, animati dalla brama di potere e manipolazione del popolo, indirizzati al suo controllo, alla gestione delle risorse del territorio e delle sue ricchezze.
Burattinai che tentano di muovere i fili di burattini poco consapevoli delle reali implicazioni derivanti da un ipotetico commissariamento, che assumerebbe i tratti della catastrofe in un momento di crisi economica e sociale che invece dovrebbe richiamare ad un clima di unità e stabilità.

I gualdesi pagherebbero caro sulla loro pelle il prezzo di scelte scellerate maturate sotto l’egida di meschine macchinazioni.
Su di loro si abbatterebbe una breve stagione di non decisioni, di stallo, di probabili aumenti di tasse e tariffe, di sospensione di tutti i progetti che stanno volgendo al termine, di mancanza di punti di riferimento indispensabili per una comunità che non vuole fermarsi.
E chi dice il contrario mente sapendo bene di mentire.
Mente per riappropriarsi di un potere che questa Giunta ha sradicato nei modi e nei contenuti, riportando la città ad una condizione di equità per tutti i cittadini, di correttezza amministrativa, di limpidezza nel modus operandi, rifuggendo da comportamenti ambigui e strumentali, facendo scelte anche impopolari, pur di rimanere in un alveo di etica politica e gestionale, convinta di adottare misure ed interventi nell’interesse solo ed esclusivamente generale.

Ci appelliamo alla Gualdo che vuole futuro, alla città che guarda avanti senza dietrologie e retropensieri, alla comunità forte e determinata di sempre, che sceglie la politica del fare piuttosto che quella delle mistificazioni, che sa distinguere nitidamente tra la buona condotta e la becera propaganda.

Noi di TUpG non permetteremo mai che questa città venga consegnata nelle mani di chi oggi gongola nell’attesa di vederla cadere, senza aver la benché minima consapevolezza delle conseguenze che uno scenario del genere provocherebbe.

Lista Civica Tutti Uniti per Gualdo

Share
Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

1 risposta a La grave fase di stallo che sta vivendo il Governo cittadino

  1. Anna scrive:

    Per fortuna che Silvio c’è!!!!!!!!!!!

I commenti sono chiusi.