La posizione del PD gualdese sull’Ospedale di Gualdo-Gubbio

La posizione del PD gualdese sull'Ospedale di Gualdo-GubbioAnche il Partito democratico di Gualdo Tadino intende intervenire sulla questione della mancata partecipazione del sindaco di Gualdo Tadino e dei colleghi dei Comuni della fascia appenninica all’inaugurazione della nuova Tac dell’ospedale di Gualdo-Gubbio, dove non erano stati invitati.
Vogliamo ricordare ai vertici regionali e a quelli della Asl Umbria 1 che l’ospedale di Gualdo-Gubbio è di tutto il comprensorio, nato dall’accordo raggiunto da tutti i Comuni e la mancata presenza tra i relatori del sindaco di Gualdo Tadino è uno sgarbo istituzionali nei confronti della città e di un territorio. Le giustificazioni date dai dirigenti della Asl non ci hanno convinto e non crediamo si possa parlare di svista o dimenticanza.
Vorremmo pensare che sia stata una svista ma purtroppo quello che emerge è che nella gestione della struttura sanitaria si stia sempre più escludendo Gualdo e i Gualdesi.
Non siamo per le mere battaglie di campanile, anzi le respingiamo, ma quando ci troviamo di fronte a questioni come questa dell’inaugurazione della Tac, che si somma alla questione del raddoppio della Orte-Falconara, e vedere gli operatori gualdesi dei servizi sanitari e di quelli socio-sanitari non opportunamente valorizzati per le proprie competenze, ci fa pensare che la strategia sia quella di isolare Gualdo Tadino.
Condividiamo pertanto la linea del sindaco Presciutti e lo invitiamo ad andare avanti e mettere in campo tutte le azioni possibili.
Lo invitiamo a chiamare in causa la Regione per discutere del nuovo piano sanitario regionale e delle scelte per questo territorio, per parlare di riassetto e potenziamento dei reparti dell’ospedale di Gualdo-Gubbio per garantirne l’efficienza e la risposta alle esigenze dei cittadini e, soprattutto, per avere un ospedale della rete dell’emergenza-urgenza che sia tale.
In questo senso non si capisce la scelta di chiudere il centralino, insieme ad altre che stanno condizionando l’attività del nosocomio.
Come Pd gualdese stavamo lavorando su alcune idee – da condividere poi con le sezioni del partito dei Comuni della Fascia appenninica – che coinvolgevano l’ospedale di Gualdo-Gubbio. Lavoro che, alla luce anche di quanto successo, risulterebbe tempo sprecato.
Pertanto invitiamo il sindaco di Gubbio a porre immediatamente il problema del primariato di Chirurgia, un ospedale di emergenza-urgenza non può essere tale senza la nomina specifica di questa figura, le beghe politiche non possono ricadere sulla salute dei cittadini, come in questo caso.
Daremo battaglia e sosterremo il sindaco Massimiliano Presciutti nelle sue scelte, ma sappiamo bene di non essere nelle grazie della Regione quando si parla di sanità, lo dimostrano i casi degli ospedali di Pantalla e di Umbertide, che non appartengono alla rete dell’emergenza-urgenza, tanto per citare degli esempi.
Gualdo Tadino e i Gualdesi meritano rispetto e il Pd farà di tutto per garantirlo.

Partito Democratico di Gualdo Tadino

Share
Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a La posizione del PD gualdese sull’Ospedale di Gualdo-Gubbio

  1. Barbara Bucari scrive:

    Qualcuno si è scusato ufficialmente con il Sindaco e con la città per questa grave mancanza? Qualche voce ufficiale di là dal ponte di Branca o verso Perugia ha dato spiegazioni? E’ una cosa gravissima.

  2. cittadino scrive:

    COME???????????????
    ” sappiamo bene di non essere nelle grazie della Regione sul tema della sanità”……
    Recchiò lascia perde !!
    Dillo a quei concittadini ( PD) che avete ” costretto” a votare Barberini alle regionali.
    Te penti oggi ???????
    Tanto ce ricordamo chi girava durante le elezioni e per chi !! E se me ricordo io che sono un cittadino…… se ricordano tutti i cittadini.

I commenti sono chiusi.