La XXXIX Mostra Internazionale della Ceramica ha chiuso i battenti

La XXXIX Mostra Internazionale della Ceramica ha chiuso i battenti Gualdo Tadino si conferma cittadina attenta e appassionata alla sua storia e alle sue tradizioni artistiche per il suo aspetto più caratteristico e significativo, ovvero l’arte ceramica che da sempre la qualifica e la distingue nel panorama dell’artigianato nazionale ed internazionale.
Con la XXXIX edizione della Mostra Internazionale della Ceramica di Gualdo Tadino, promossa dal Comune di Gualdo Tadino, dalla Pro Tadino e dal Polo Museale, dopo otto anni di pausa, la città ha reso omaggio  a questa importante arte e ai grandi ceramisti che al meglio hanno saputo interpretare oggi come ieri, questa disciplina, lasciando un chiaro segno nell’ambito delle arti figurative dal 1959, anno del suo inizio.
Per la prima volta, sede dell’esposizione internazionale il Museo Civico Rocca Flea, monumento simbolo della città, popolato fino al 15 gennaio dal genio creativo di 133 maestri, che si sono espressi sul tema “L’acqua meraviglia della terra”. Le opere sono arrivate da quattro continenti, con esperienze di avanguardia e tecniche innovative nell’arte ceramica.
Con l’edizione del concorso 2017/2018, curato da Rolando Giovannini, duemila chilogrammi di argilla sono diventati opere d’arte, percorrendo complessivamente duecentomila chilometri per arrivare a Gualdo Tadino, cinque volte il giro della terra.
Attraverso l’estrema duttilità della creta e dell’argilla, di cromie delicate intrise di guizzi di luce, questi straordinari maestri hanno saputo creare un racconto epico che ha racchiuso in sé il senso profondo della vita e della dignità umane, cogliendo a pieno il messaggio ambientale profondo e urgente che si cela dietro al tema del concorso. Acqua come fonte di vita, elemento irrinunciabile da sempre per l’intera umanità e per il benessere dell’eco-sistema pianeta.

Grazie alla generosità di alcuni artisti, è notizia di questi giorni, quasi metà delle opere sono state donate e saranno pertanto visibili per tutto il 2018 presso il Museo Civico Rocca Flea. Successivamente le opere donate entreranno a far parte delle collezioni permanenti del Concorso Internazionale della Ceramica Città di Gualdo Tadino.

Share
Questa voce è stata pubblicata in Ceramica e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *