Le 5 cime di Gualdo

Le 5 cime di GualdoPartenza dagli 800 m dal Castagneto poi su fino ai 1359 della cima del monte Le Senate, giù ai 1239 del valico del Fosso della Bastia, su ai 1361 della cima di M. Maggio e ancora giù ai 1000 m della Valsorda, ancora in alto ai 1348 del rifugio M Serrasanta e ancora più su ai 1423 della cima del M.Serrasanta, giù ai 1258 di Pian delle Vescole e su ai 1410 della cima del M. Nero, giù ai 1360 della Val del Pero e su sull’ultima cima ai 1432 del M. Penna, poi giù ai 1197 del rifugio Troscia Penna (+ foto) ed ancora più giù ai 559 m della città di Gualdo Tadino.
L’escursione “Le 5 cime di Gualdo” organizzata dal Cai in collaborazione con il Gruppo Speleologico ha avuto un ottimo successo sia per il numero di partecipanti (sia dalla partenza che dai vari punti di inserimento successivi previsti) che per il gradimento. Ogni cima ha offerto panorami stupendi con lo sguardo che poteva spaziare dalle vallate sottostanti fino alle catene montuose più lontane. Uno spettacolo della natura che variava in continuazione offrendo scorci sempre nuovi e, per la maggior parte dei partecipanti, inediti.
Certo, soprattutto per chi ha raggiunto tutte le 5 cime è stata una faticaccia (circa 19 Km dal Castagneto al rifugio Troscia Penna, più altri circa 4 Km per tornare in città con 1.209 m di dislivello in salita e 1.569 in discesa) ma l’ottima accoglienza presso il rifugio Troscia Penna gestito dal gruppo Speleologico (con volontari del gruppo Speleo e del Cai che si sono adoperati al meglio per rifocillare gli escursionisti) è stata la degna conclusione di una giornata da incorniciare, benedetta anche da un tempo splendido.
Ciliegina finale sulla torta la visita in una delle gallerie della cava del ferro con gli speleologi Enzo e Peppe che hanno fornito gli strumenti (caschi e faretti) ed hanno guidato una decina di escursionisti dentro la galleria.
Bella giornata ed escursione splendida che, sono sicuro, entrerà di diritto tra gli appuntamenti fissi della prossima stagione escursionista del Cai e del Gruppo Speleo.
Sul numero di luglio del Nuovo Serrasanta pubblicheremo un’ampia documentazione fotografica.

Riccardo Serroni

 

Share
Questa voce è stata pubblicata in Sport e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.