LE OLIMPIADI DEL NIDO

Un assaggio di Olimpiadi all’asilo nido comunale Peter Pan di Gualdo Tadino. Venerdì pomeriggio maestre e piccoli alunni della struttura hanno messo in scena le “Mini Olimpiadi” per essere in linea con l’attualità. La rappresentazione rientra nel progetto educativo “Bimbi in movimento”, tematica che ha accompagnato tutto l’anno scolastico e che si è basata sull’educazione alla fisicità, al movimento e alla socializzazione. La festa è iniziata con l’accensione della fiamma olimpica nel braciere portata da una bambina. A seguire quattro piccoli hanno portato le bandiere italiana, europea, olimpica e del nido raffigurante Peter Pan. 

E’ stata poi la volta del gruppo dei piccolini, che si sono messi sulle tribune a fare il loro colorato tifo a base di pon pon, prima dell’entrata della squadra rossa e quella blu. Dopo l’inno nazionale spazio ai giochi: corsa, tiro alla fune, slalom tra birilli, salto sui cerchi, capriola, tiro al canestro, percorso d’equilibrio, passaggio sotto e un tunnel, tiro in porta e suono della campanella.
E alla fine medaglie per tutti dal momento che sulle magliette dei piccoli era stampato un gran numero 1. Alle premiazioni hanno partecipato l’assessore allo Sport del Comune di Gualdo Tadino, Simona Vitali, l’assessore alle Politiche sociali Silvia Minelli e la presidente Asad Liana Cicchi. Presente anche il vice sindaco Erminio Fofi che ha fatto i complimenti per la messa in scena. A conclusione la canzone “palla pallina” con balli e palle colorate per tutti.
A fare da speaker un genitore accompagnato da un ragazzo alla musica. Soddisfatte le maestre dal momento che i piccoli hanno dimostrato di poter fare grandi cose, soprattutto grazie alla collaborazione di genitori ed educatori. Ovviamente non sono mancate smorfie, qualche pianto, qualche “frenata” dettata dal carico emotivo e il loro particolare modo di fare ed essere. Grande il lavoro per preparare cerchi olimpici, birilli animati, pon pon della tifoseria, medagliere e quant’altro, tutto frutto di incontri laboratoriali del personale educativo e del lavoro fatto dai bambini che hanno usato materiali riciclati come cartone, giornali, buste di plastica.

Sabrina Anderlini

Share
Questa voce è stata pubblicata in Sport. Contrassegna il permalink.