Lectio Magistralis di Arte e Matematica – I segni e le cose della matematica come arte

Lectio Magistralis di Arte e Matematica - I segni e le cose della matematica come arteIl 28 ottobre prossimo presso il Teatro Salesiani di Gualdo Tadino alle ore 16.00 si svolgerà il convegno, organizzato dall’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “Raffaele Casimiri” di Gualdo Tadino, dal titolo “Arte e Matematica – I segni e le cose della matematica come arte”, con una lectio magistralis del professor Bruno D’Amore, già ordinario di Didattica della matematica presso l’Università di Bologna. La conferenza sarà coordinata dalla Dirigente Scolastica del “Casimiri” professoressa Francesca Cencetti. L’Istituto “Casimiri” considera queste occasioni di incontro con personalità di grande rilievo del mondo scientifico e culturale italiano indispensabili all’attuazione del proprio ruolo di agenzia formativa: un compito che la scuola deve assumere con una convinzione sempre più ampia del ruolo imprescindibile che le compete nella comunità civile. Il Professor D’Amore è autore di un’enorme quantità di studi scientifici e divulgativi, tradotti anche in diverse lingue, ed ha insegnato per molti anni presso la facoltà di Matematica dell’ateneo di Bologna, oltre che in diverse altre università italiane, europee e americane. Annovera, inoltre, fra le sue numerosissime attività culturali, una serie cospicua di collaborazioni con istituzioni universitarie e ministeriali sia in Italia sia in diversi paesi esteri. I suoi interessi di ricerca si rivolgono alla matematica, ma anche ai legami di quest’ultima con la cultura filosofica e letteraria, e alla pedagogia e didattica delle scienze matematiche e alla loro relazione con la storia dell’arte. Per la sua attività scientifica sono stati tributati al professor D’Amore diversi premi e riconoscimenti in Italia e all’estero. La lectio magistralis del professor D’Amore è rivolta in primo luogo a gli insegnanti di ogni ordine e grado e a tutti gli studenti, ma anche a quanti desiderino partecipare a questa importante e suggestiva occasione di divulgazione scientifica. Agli insegnanti, essendo il “Casimiri” ente accreditato, l’Istituto rilascerà un attestato di partecipazione valido per l’attività di formazione obbligatoria dei docenti prevista dalla recente nuova normativa sulla scuola.

Share
Questa voce è stata pubblicata in Cultura e Spettacolo e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.