Lettera aperta del viceprefetto Salvatore Grillo

Lettera aperta del viceprefetto Salvatore GrilloCon una lettera aperta, il viceprefetto Salvatore Grillo ha voluto ringraziare il sindaco Massimiliano Presciutti e la città per la decisione di conferigli la cittadinanza onoraria di Gualdo Tadino. Salvatore Grillo ha ricoperto l’incarico di commissario straordinario dal 23 dicembre al 10 giugno, svolgendo in questo periodo i compiti di sindaco-giunta-consiglio comunale. Di seguito il testo integrale della lettera inviata dal viceprefetto Salvatore Grillo al sindaco Presciutti e, per suo tramite, alla città.
“Signor Sindaco, La prego di volersi rendere interprete, presso tutti i Cittadini gualdesi e la sua Municipalità, dei miei sinceri sentimenti di sentita gratitudine per la concessione della Cittadinanza onoraria di Gualdo Tadino.
È un riconoscimento che mi onora profondamente, perchè so nascere da apprezzamento per il mio lavoro e stima verso la mia persona. Parimenti, mi riempie di sincera gioia per i legami di amicizia ed affetto che ormai ho stabilito con Gualdo Tadino e la sua gente, della quale ho sempre apprezzato la operosità, l’onestà, la compostezza, mai disgiunta però da una profonda vera umanità; che dire poi di un territorio di rara bellezza, autentico scrigno di tesori della natura, esaltato da tradizioni culturali, artistiche ed artigianali di assoluto rilievo?
È veramente emozionante pensare che tutte queste straordinarie qualità umane e naturali da adesso posso considerarle, rispettosamente, anche un po’ mie!
Grazie Signor Sindaco, grazie concittadini di Gualdo Tadino, di Cuore

Sangemini 5 ottobre 2014

Salvatore Grillo”

Share
Questa voce è stata pubblicata in Accade a Gualdo e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a Lettera aperta del viceprefetto Salvatore Grillo

  1. Antonio G. scrive:

    Ho avuto l’occasione di parlare diverse volte con il Dott. Grillo e non credo che quello che è stato scritto sia assolutamente giusto!
    Comprendo e capisco che si viva in un paese democratico e che tutti si sentano autorizzati a parlare e a dibattere di tutto … ma quando si scade sul cattivo gusto è davvero terribile. Per un attimo lasciamo stare qualsiasi logica politica, perchè non c’entra nulla con l’onoreficenza. Il Dott. Grillo è stato molto apprezzato dalla cittadinanza in generale, ed i gualdesi, in genere, non sono avari di critiche.
    Inoltre va detto che il Commissario Salvatore Grillo non credo che abbia mai chiesto:
    1. di venire ad amministrare la città di Gualdo Tadino (ricordiamo commissariata). in questo ha fatto sicuramente il suo dovere ad incarico assegnato;
    2. la cittadinanza onoraria, che è stata conferita riconoscendo sicuramente il valore del lavoro dallo stesso svolto, che magari è andato ben oltre all’ordinarietà. Risolvendo problematiche innanzitutto per i cittadini.
    Pertanto, non vedo come si possa comunque rovinare “a prescinedere” una bellissima iniziativa (indipendentemente da chi l’abbia presa) che vede l’accoglimento da parte della nostra città e l’onore di avere quale concittadino una persona che ha dimostrato non solo di avere doti professionali, ma anche una grande umanità!

  2. Carlo Calisti scrive:

    Mi piacerebbe dirti in faccia alcune cose, ma soprattutto cosa penso di te e delle tue sterili polemiche ma………. forse ho capito chi sei.

  3. ragione scrive:

    intanto rassegnati a sta cittadinanza

  4. INORRIDITO scrive:

    ahahahahahaahahahah.
    fra un pò te la farai la ragione……………

  5. cittadinanza scrive:

    fattene una ragione

  6. INORRIDITO scrive:

    Trovo quantomeno esilarante e anche un pò “falso” che il commissario abbia potuto in quattro mesi e due mattine a settimana scoprire tutte queste qualità in noi gualdesi.
    Se dovesse ripetersi per lui l’esperienza di fare il commissario in un’altra città ha la lettera già pronta,basterà cambiare solo il nome della nuova città.

    Detto questo veniamo al dato secondo me più importante!!!
    IO NON AVREI ACCETTATO IN QUANTO, ESSENDO LA CITTADINANZA ONORARIA UN CONFERIMENTO AL MERITO ESPRESSIONE DELLA TOTALITA’ DELLA CITTADINANZA, VORREI RICORDARE CHE AL VOTO IN CONSIGLIO COMUNALE NON HA RACCOLTO L’ ASSENSO DELLA TOTALITA’ DEI CONSIGLIERI COMUNALI. ANZI TUTT’ALTRO!
    P:S i consiglieri comunali rappresentano i cittadini .

    Ci vuole una bella faccia tosta a venire a ritirare la cittadinanza onoraria, sarebbe comunque il primo caso in italia!

I commenti sono chiusi.