La battaglia di Tagina

La battaglia di Tagina In Procopio e nella toponomastica locale di Valerio Anderlini

alla memoria di mia madre
èlia galassi
e al suo nome,
guida nelle scoperte di queste pagine

PRESENTAZIONE

Nell’ambito delle attività culturali, promosse per il 1984 dall’Amministrazione Comunale di Gualdo Tadino e dal Consorzio per i Beni Culturali, vede la luce questa pubblicazione incentrata su Totìla, i Goti e la Battaglia di Tagina con la quale l’Impero di Bisanzio distrusse la dominazione dei Goti in Italia, nell’anno 552.

Il contenuto del libro è parte di uno studio più ampio, condotto dal sottoscritto sulle vicende dell’Alto Medio Evo nella «regio tadinatis», che non sono state mai oggetto di un approfondimento sistematico, anche se ne derivò l’insediamento in questa zona di popoli di diversa origine, che hanno impastato questa terra con il loro sudore, le loro lacrime e il loro sangue, dando poi origine alle comunità attuali.

Rinviando ad altra occasione la pubblicazione della parte restante di questo studio, che per vari aspetti ritengo particolarmente illuminante delle vicende passate da questa terra nel periodo indicato, esprimo un doveroso ringraziamento al prof. Roberto Abbondanza, per l’opera di supervisione a questo lavoro, e agli Enti che ne hanno finanziato la stampa.

L’autore

La battaglia di Tagina
In Procopio e nella toponomastica locale
di Valerio Anderlini

Leggi in PDF

5 risposte a La battaglia di Tagina

  1. Marcello Caponi scrive:

    Libro molto interessante. Rilevo peró una inesatteza all’ inizio, dove si dice che l’ imperatore Giustino avvió la riconquista “romana” (cioé, bizantina) dell’ Italia ed ivi invió a tale scopo Belisario. Non fu Giustino, ma Giustiniano, che giá precedentemente aveva mandato, con successo, Belisario a strappare l’ Africa ai Vandali. Complimenti comuque a Valerio Anderlini per l’ ottima ricerca!

  2. Sandro C. scrive:

    Grazie al sig. Sandro Farinacci per il suo interessamento e ad al sig. Valerio Anderlini per la celere risposta, il prossimo libro non lo perderò. Grazie di nuovo, SALUTI.

  3. Sandro C. scrive:

    Vorrei sapere, se possibile, dove si può acquistare il libro, anche se, essendo un pò datato non è facile reperirlo, ho chiesto per le varie librerie ma con risultati vani

    • Valerio Anderlini scrive:

      il libro non è reperibile in commercio per la diffusione che fu effettuata a suo tempo delle circa 2000 copie stampate in tutti i comuni della fascia appenninica; prossimamente andrà in stampa un ampliamento-continuazione del medesimo sui lasciti del passaggio dei Bizantini nel territorio tadinate seguito alla battaglia.

  4. Stanislao Alfano scrive:

    Opera ben fatta, interessante ed istruttiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *