La guerra di Piero

La guerra di Piero  Ricordi  di Piero Guerra

lungo le sponde del mio torrente
voglio che scendano i lucci argentati
non più i cadaveri dei soldati
portati in braccio dalla corrente
così dicevi ed era inverno
e come gli altri verso l’inferno
te ne vai triste come chi deve
il vento ti sputa in faccia la neve
fermati Piero , fermati adesso
lascia che il vento ti passi un po’ addosso
dei morti in battaglia ti porti la voce
chi diede la vita ebbe in cambio una croce

da “La guera di Piero” di Fabrizio de André

Io sono Piero Guerra, nato a Gualdo Tadino l’11 dicembre 1920. Quanto segue è il ricordo della mia vita militare nel periodo della seconda guerra mondiale. Sono stati 5 anni difficili, duri, che hanno segnato il resto della mia vita. Oggi sono pensionato e vivo nella mia Gualdo.

La guerra di Piero
Ricordi
di Piero Guerra

Leggi in PDF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *