“Mai, dire mai”: Enrico Finetti sull’ex Ospedale Calai

"Mai, dire mai": Enrico Finetti sull'ex Ospedale CalaiL’UFFICIO STAMPA DEL COMUNE DI GUALDO TADINO, PER RENDERE PIU’ ECLATANTE QUANTO IERI RIPORTATO IN MERITO ALLA VICENDA CALAI, ESORDISCE PROPRIO DICENDO CHE MAI IL DR VITTORINI HA AVUTO INTERESSE PER IL NOSTRO TANTO BISTRATTATO ORAMAI EX NOSOCOMIO.
LA LETTERA DEL DR VITTORINI SMENTISCE PERO’ PROPRIO TALE AFFERMAZIONE, IN QUANTO “AMMETTE CHE IL 13 OTTOBRE” ERA IN REGIONE CON IL SOTTOSCRITTO. SE NON AVEVA ALCUN INTERESSE , PER QUALE MOTIVO ERA LI’, VISTO CHE TRA L’ALTRO E’ UN MANAGER CHE CENTELLINA A MINUTI I SUOI IMPEGNI ?…… NON CREDO PER UNA SEMPLICE PASSEGGIATA DI 3+3 ORE .
MI ATTENGO A RIPORTARE CRONOLOGICAMENTE I FATTI SENZA ENTRARE NELL’AGONE POLITICO ( POICHE’ NON MI INTERESSA ) IN VIRTU’ DEI DOCUMENTI CHE ALLEGO ALLA PRESENTE .
QUANDO NELL’APRILE DELL’ANNO SCORSO LA NS AMMINISTRAZIONE DELIBERO’ IL FAMIGERATO ABBATTIMENTO DELLA STECCA, NON LA PRESI MOLTO BENE, COME LA STRA-GRANDE MAGGIORANZA DEI GUALDESI.
ALL’AFFERMAZIONE DEL SINDACO “CHE TANTO NON CI SONO INVESTITORI”, CONSIDERATO CHE CON IL DR VITTORINI STAVO SVILUPPANDO PRESTAZIONI PROFESSIONALI SU IMMOBILI DI SUA PROPRIETA’, GLI HO PROPOSTO DI VALUTARE LA SITUAZIONE DEL CALAI.
IN TRE GIORNI, ERA LA FINE DI GIUGNO, VENNE A GUALDO ACCOMPAGNATO DALLA MOGLIE CHE, TRA L’ALTRO, RIMASE AFFASCINATA DALLA CITTA’ E DAL TERRITORIO. ALTRO CHE NON ERA INTERESSATO ! TANTO E’ VERO CHE IN POCHI GIORNI , IL PRIMO LUGLIO PER LA PRECISIONE E COME EVIDENTE NEI DOC. MI TRASMISE IL DOCUMENTO RELATIVO ALLA SUA PROPOSTA PER IL RECUPERO DELLA STRUTTURA.
DETTA RELAZIONE DI PROGETTO FU CONSEGNATA BREVE MANO AL SINDACO TRAMITE MIA ZIA OLGA, VISTO CHE LEI HA ANCHE BUONI RAPPORTI CON GLI “EREDI CALAI”, ( SOGGETI NON DI SECONDO ORDINE PER QUESTA VICENDA ) .
CONSIDERATO IL PERIODO ESTIVO ORMAI IN CORSO, ABBIAMO ATTESO PER BEN DUE MESI UN RISCONTRO O UNA RICHIESTA DI CHIARIMENTO, CHE PUNTUALMENTE NON E’ ARRIVATA.
SICCOME “CARTA CANTA”, ABBIAMO RICHIESTO LUMI CON LETTERA PROTOCOLLATA, ALLA QUALE IL SINDACO RISPOSE TEMPESTIVAMENTE, CHIEDENDO LA PRESENTAZIONE DEL GRUPPO. MAGARI CHIEDERLO PRIMA NO E’ ?…. PER SODDISFARE TALE RICHIESTA, IL DR VITTORINI INVIO’ TEMPESTIVAMENTE LA PRESENTAZIONE DELL’AZIENDA , CHE FU PROTOCOLLATA IL GIORNO SEGUENTE.
DA LUGLIO , ERAVAMO ORMAI A SETTEMBRE INOLTRATO.
NEL FRATTEMPO, GRAZIE AD UN AMICO , HO POTUTO OTTENERE UN INCONTRO A ROMA AL FINE DI POTER OTTENERE IL COLLOCARE NELLA NS STRUTTURA DI UN CENTRO DI ECCELLENZA. TALE INFO LA TENNI PER ME, COME UN JOLLY DA GIOCARE AL MOMENTO PIU’ OPPORTUNO…..
NEI PRIMI GIORNI DI OTTOBRE IL SINDACO CI INFORMA CHE IN DATA 13 OTTOBRE CI AVREBBE INCONTRATO ANCHE L’ASSESSORE BARBERINI.
EBBENE, DURANTE DETTO INCONTRO EMERSE SUBITO PALESE CHE LA REGIONE NON AVEVA PIU’ “TRIPPA PER GATTI” COME IO GIA’ IMMAGINAVO, TANTO CHE MI USCI’ LA BATTUTA “PIU’ CHE UNA CRITICITA’ STRUTTURALE , IL CALAI HA UNA CRITICITA’ POLITICA ! “.
FU A QUEL PUNTO CHE GIOCAI IL FAMOSO JOLLY, SPIAZZANDO LA CONTROPARTE , TANTO CHE IL SINDACO ALLA PAROLA ECCELLENZA FECE LA BATTUTA “CHI METTIAMO IL VESCOVO?”….
L’INCONTRO FINI’ LI’. SALUTI DI COMMIATO , SCAMBIO DI NUMERI E…A PRESTO, VALUTI BENE, CI RIFLETTA, CI FACCIA SAPERE.
IO MI IMPEGNAI A TORNARE A ROMA PER ATTIVARE IL NUOVO PERCORSO.
NON NE EBBI IL TEMPO. IL 20 MATTINA, QUALCHE AMICO CHE ANCHE IO HO IN REGIONE, MI INFORMO’ CHE IL GIORNO PRIMA ( IL 19 ! ) LA GIUNTA AVEVA DELIBERATO L’ABBATTIMENTO DELLA STECCA. NON ERA PASSATA NEANCHE UNA SETTIMANA…..
LE CONCLUSIONI TRAETELE DA SOLI, NON AGGIUNGO ALTRO, ANZI SOLO UN’ULTIMA PRECISAZIONE : DURANTE L’INCONTRO DEL 13 OTTOBRE, AL DR VITTORINI NON FU MOSTRATO ALCUN COMPUTO DI SPESA PER LA RISTRUTTURAZIONE, COME PIU’ VOLTE AFFERMATO ( ANCHE DURANTE IL CONSIGLIO COMUNALE APERTO ), NE TESTIMONIA IL FATTO CHE LO STESSO GLI E’ STATO TRASMESSO SOLO NELLA MISSIVA DI 3 GIORNI FA.
VI LASCIO ALLA LETTURA DEGLI ALLEGATI CONTENENTI QUANTO SOPRA RIPORTATO.
P.S. SU TALE ARGOMENTO NON SPENDERO’ PIU’ NEANCHE UN GRAMMO DI ENERGIA, POICHE’ QUALCHE MALIGNO VA DICENDO CHE LO FACEVO SOLO PER INTERESSI, SENZA SAPERE CHE I MIEI LIMITI DI COMPETENZA PROFESSIONALE NON ME LO CONSENTIREBBERO.
SE L’HO FATTO, E’ SOLO PER L’AMORE PER QUESTA CITTA’ SEMPRE PIU’ BISTRATTATA .

Documenti allegati:

  1. Presentazione preliminare Progetto di riconversione Ospedale Calai – 01/07/2015 –
  2. Risposta del Sindaco Presciutti – Gualdo Tadino, 03/09/2015 –
  3. Presentazione Aziendale – 10/09/2015
  4. Protocollo, Proposta e presentazione del Gruppo interessato all’investimento sull’ex Ospedale Calai – Gualdo Tadino 14/09/2015 –

ENRICO FINETTI

N.d.R. Il documento originale è con il carattere maiuscolo

 

Share
Questa voce è stata pubblicata in Accade a Gualdo e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a “Mai, dire mai”: Enrico Finetti sull’ex Ospedale Calai

  1. cittadino scrive:

    Questa volta devo fare i complimenti al sign Finetti( a riprova della mia libertà di opinione a prescindere dalle persone).
    Mi chiedo però, pur riconoscendo a questo social un ruolo di primordine sull’ informazione gualdese, come possiamo arrivare a far conoscere queste cose a tutti i ” cittadini” gualdesi ?
    Ma il vecchio strumento della protesta in piazza NO ?????????????????????????
    Indipentemente dai colori politici quì si parla di Gualdo !!CHIAMIAMO LA POPOLAZIONE SOTTO LE FINESTRE DEL COMUNE ! Senza bandiere partitiche solo cartelloni con slogan e il buon vecchio e coinvolgente megafono.

    O NON ABBIAMO CORAGGIO !

  2. Marco Spigarelli scrive:

    Rileggi meglio Enrico: “MAI avuto interesse” c’è scritto solo nel titolo (forse messo da Sandro?), non nel comunicato. Lì c’è scritto solo che l’imprenditore NON HA (tempo presente) più interesse per la non economicità del progetto.

    • enrico finetti scrive:

      ma è proprio lì il problema. mai avuto significherebbe che sono un bugiardo, non ha più interesse significa che comunque ha valutato l’opportunità…. del perché è venuta meno, senza la possibilità ( appena 6 giorni ! ) di approfondire alternative è normale che si svincoli dall’interesse, come tra l’altro già più volte scritto bello chiaro nei miei precedenti commenti. Secondo me è fuori luogo averlo tirato per la giacca, ingenerando solo ulteriore confusione, anche perché, di problemi questa vicenda ne ha ancora diversi. Non ultimi gli eventuali gradi di giudizio ancora possibili ed il futuro bando di gara per l’acquisto delle “palazzine rosa”. Il pallino è tirato, ma in mano ci sono ancora diverse bocce……

  3. Fabio Acciari scrive:

    bravo Enrico, se qualcuno sa leggere…

    • enrico finetti scrive:

      ciao fabio, quello che ho fatto non è per avere consensi, ma solo per evitare che una sola parola cambi radicalmente il senso delle cose. Ne avrei volentieri fatto volentieri a meno, ma non posso passare per un menzognere. Se invece che “mai” fosse stato scritto “non più” non sarei intervenuto, anche perché i vari commenti miei di questo ultimo periodo lo fanno capire molto chiaramente. L’investitore ( non avevo messo per rispetto suo, il nome o l’azienda ) ormai ha investito in altri lidi, Trento e nelle vicine Marche per esempio. Pertanto non più disponibile per sviluppi Gualdesi, confermato con una sua telefonata di saluto anche questa mattina .

  4. Mario Rossi scrive:

    Che siluro…

I commenti sono chiusi.