Messaggio ai gualdesi da parte del Sindaco e della Giunta comunale

Quello che temevamo, purtroppo, si è verificato.
L’ostruzionismo messo in atto dall’opposizione, con l’assenza sistematica dai banchi del Consiglio Comunale per ostacolare l’approvazione del Bilancio di previsione 2013 predisposto dalla Giunta Morroni, ha già provocato un primo danno: la riduzione per il 2013 dell’IMU dal 9,3 all’8,9 per tutte le attività produttive e commerciali prevista nel Bilancio predisposto dalla Giunta non sarà più applicata in quanto il Consiglio Comunale doveva approvare tale scelta nell’ultima data utile dell’8 dicembre.

Pertanto si torna al 9,3.

I partiti di opposizione si riempiono la bocca nel rimarcare le difficoltà dell’attuale fase economica ma, alla prova dei fatti, dimostrano tutta la loro irresponsabilità sacrificando un provvedimento a vantaggio delle imprese del nostro territorio per puri e miopi interessi di partito.

Vale la pena sottolineare, infatti, che nella seduta dell’8 dicembre si poteva discutere il punto in questione per la cui approvazione sarebbe stata sufficiente la maggioranza semplice e non qualificata come è previsto per il Bilancio.

Pertanto la responsabilità dell’opposizione è forte ed eloquente in quanto con il suo comportamento ostruzionistico ha impedito al Consiglio di insediarsi e alla maggioranza presente di assumere questa importante deliberazione a favore delle imprese del territorio.

La prosecuzione di questa condotta deplorevole tesa ad impedire i lavori del Consiglio Comunale, lascia ora intravedere un ulteriore danno che potrebbe abbattersi questa volta su numerose famiglie gualdesi: entro il 31 dicembre 2013, infatti, il Consiglio Comunale è chiamato all’adozione del secondo pacchetto di variante al PRG, già deliberato dalla Giunta Morroni.

Superata tale data, coloro che hanno costruito legittimamente fabbricati in precario in conseguenza dell’emergenza sismica del ’97, potrebbero trovarsi nell’impossibilità di sanare le strutture realizzate con il conseguente obbligo di procedere alla loro demolizione.

Non aggiungiamo alcuna considerazione riguardo questo scenario e alle implicazioni nefaste che esso comporterebbe.

Vogliamo, invece, rinnovare un pressante appello a tutti i Consiglieri Comunali affinché prevalga in loro un doveroso senso di responsabilità nei confronti degli interessi generali della Città e a quelli di maggioranza sollecitando, in aggiunta, una condotta coerente con i doveri assunti nei confronti dell’elettorato.

Alla Città non serve una stagione commissariale, ma stabilità e che la Giunta porti a termine il proprio lavoro nel rispetto del mandato ricevuto.

Il Sindaco e la Giunta Comunale

Gualdo Tadino, lì 13/12/13

Share
Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.